Questo sito contribuisce alla audience di

Transumanisti: Ferrara celebra Moana Pozzi al video festival

Nel divenire neofuturista e transumanista, recentemente spicca una particolare attenzione al controverso tema del cosiddetto cybersex, promosso per così dire automaticamente proprio dalla Rete, in tal[...]

Moana Pozzi e i transumanisti Nel divenire neofuturista e transumanista, recentemente spicca una particolare attenzione al controverso tema del cosiddetto cybersex, promosso per così dire automaticamente proprio dalla Rete, in tal senso straordinaria sirena- letterale- elettronica, link concreto delle celebri strategie fatali di un certo Baudrillard. In genere, la sinergia erotismo internet, soprattutto nei media cartacei e nella pubblica opinione, appare invece come uno degli aspetti meno nobili della Rete: chat line erotiche e live sex webcame sembrano esaurire la questione, spesso con esiti critici negativi e moralistici, al di là della novità fenomenologica relativa.

Riccardo Campa e Stefano Vaj, intervistati da Playboy sul cybersex e tematiche attinenti, suggeriscono invece sulla questione ben altra complessità, affascinanti orizzonti, strettamente intrecciati con il ritorno prossimo, oltre l’edonismo anarchico contemporaneo , di certo neodionisiaco di ben altra stoffa e libertà possibile, favorito paradossalmente dal cybersex, visto appunto nell’Immaginario e il gioco dei significanti.

Non a caso, domenica 11 Ottobre nell’ambito di un importante Video Festival Internazionale a Ferrara, città storicamente nota per l’arte elettronica, un altro transumanista, Futurguerra, dell’ala strettamente neofuturista del movimento futuribile in questione, è in programma un clip dedicato all’icona ineguagliata della sessualità italiana del secondo novecento: la celebre pornostar, molto particolare e apprezzatissima come noto a suo tempo anche fuori dai circuiti hard, Moana Pozzi, prematuramente scomparsa nel 1994.

Così scrive uno dei blog ufficiali transumanisti, Scienza e Futuro:

“Nell’ambito nel video festival internazionale The Scientist 2009 , III edizione, a cura di Ferrara Video&Arte per la sezione d’avanguardia V-Art a cura del videomaker Filippo Landini, è in programma il clip futurista e transumanista Moana Lisa Cyberpunk di Futurguerra , “remixato”, produzione Associazione Italiana Transumanisti - AIT-, (sezione di Ferrara): l’ AIT con Campa presidente e Vaj segretario) è il gruppo più noto futurologico e neofutursta italiano e internazionale .

E’ un video omaggio provocatorio e molto cybersex alla principale erede della futurista Valentine de Saint-Point: quest’ultima, amica di Marinetti lanciò all’epoca manifesti rivoluzionari tipo Elogio della Lussuria: Moana, nel clip in tal senso è reinterpretata, vista come sibilla elettronica della Futurdonna degli imminenti tempi postumani, alla luce anche dell’interfaccia molto cyber appunto cybersex, tra i temi attuali del movimento neofuturista pilotato in Italia da Riccardo Campa e i transumanisti, recentemente intervistati anche su Playboy!

Moana Lisa ricalca nella griffa-titolo non a caso il prototipo dell’avanguardia cyberpunk (Monna Lisa Cyberpunk di William Gibson), primo esempio consapevole di parola virtuale: la pornostella, diva, del cinema hard, prematuramente scomparsa ormai 15 anni fa, ha incarnato letteralmente, nella sua arte.vita straordinaria e sconcertante, almeno nell’immaginario anche a livello artistico avanguardistico, la mutazione sia postumana che sessuale in corso, autentica sperimentatrice del riaffiorato dionisiaco, da Moana celebrato con volontà di bellezza, al di là del bene e del male, il Sì al Mondo di memoria nietszchiana, fondamentale oggi contro certo oscurantismo ben noto.”

“Moana? Una oscena bambola rosa atomica che ci ama dal video…” Futurguerra

Da Lucrezia Borgia a Moana Pozzi…, sintetizzando, certa arte transumanista focalizzata dal divenire della sessualità nell’era di Internet, apre nuovi orizzonti interpretativi della Rete stessa ( e della Tecnologia come Scienze del comportamento umano- secondo il futurologo pioniere Erich Jantsch) vista anche nei suoi archetipi pulsionali, erotici in sè, spesso sottovalutati nelle osservazioni meramente comportamentistiche, abbagliati dalla natura artificiale del medium. Verso una psicologia di Internet, alla luce anche delle intuizioni Tecnologia-Erotismo proprio del cuberprofeta del Desiderio e del dionisiaco, ovvero Zarathustra-Nietzsche. , magari attraverso la straordinaria musa del profeta del superuomo, Lou Salomé… scandalosa come Moana

Sfondo culturale di cui il transumanesimo, dopo la recente svolta futurista, tra i bordi magari di Marvin Minsky e appunto la Gaia Scienza…. è tra i principali link intellettuali contemporanei.

Le categorie della guida