Questo sito contribuisce alla audience di

A volte arrivano!

Megamind e cloni: il ritorno paradossale dei supereroi

MegamindL’anteprima della new new supero mistica cartoons, proprio per Natale- 17 12-, con il superannunciato Megamind (di Tom McGrath, con Brad Pitt tra le voci): poi dal 2011, uno dopo l’altro, dopo il 3D ultratrendy del nostro tempo, arrivano, in certo senso, i cloni del novecento.

Da Captain America, al clou del leggendario, letteralmente, Thor teutonico, ora in versione tecnotonico, licenza poetica, fino a Iron Man della Disney, e alla Cameron Diaz….d The Green Hornet di Michel Gondry , finanche, tra avant e retro pop Spyder Man sempre in 3D….

Tra imprese sovraumane e l’altro, nascerà dal virtuale, un fantastico flirt reale tra la Diaz e Pitt, come da copione anche abusato ben noto, non soltanto tra gli umani, ma anche nel mondo virtuale de pre-avatar?

Fantagossip a parte, tale nuova ondata con forti connotazioni in apparenza revival, sarebbe fuorviante liquidarla come mera magia taroccata del business….

A parte la news 3D, che come ogni medium nuovo, sorta di biotech immaginario, scompone e ricompone il “passato” e lo clona ex novo (già lo dissero Morin e McLuhan negli anni 50 del secolo e millennio scorso!), tra supereroi digitali nuovi di …silicio e pixels o remix- memorabili- tipo proprio Thor, il fenomeno segnala sia l’ormai benefica massificazione di certo immaginario moderno e postmoderno, sia soprattutto la percezione certamente più democratica, meno mitica e-o fiabesca di certi eroi della ficiton e della science-fiction.

La Realtà non ha ucciso la fantascienza, come certi sofisti neomoderni si ostinano narcisisticamente a oracolare, manco fosse l’enigma di Edipo… al contrario, tale Onda rivela una evoluzione sia della percezione pop popolare del nostro tempo, sia – almeno poeticamente- appunto- il potere sovraumano possibile per tutti, non soltanto chissà quale elite….

La fiction, il virtuale, la fantascienza, attraverso codici solo in superficie ..supeficiali (come ormai si sa dal vissuto elettronico soggettivo, non solo da decenni di semiologia o cibernetica sociale e mediatica, sono persino più reali del Reale, certamente ottimo personal brainstorming per programmare più o meno casualmente (come però funziona la vita reale…) i propri software esistenziali…

Da Paperino e Buck Rogers a Flas Gordon e Superman, a Nembo Kid…e Godzillla, fino a ai Fantastici 4 della Marwel, Goldarke, Mazinga…. Harry Potter, Anime e Manga, certo immaginario prima elettrico poi elettronico, prima statico fumettistico, poi cineanimato, infine computerizzato, l’uomo moderno scopre live la propria peculiare tecno magia, più di certo folklore industrial spesso descritto….

Se si vuole, è la scienza spiegata ai bambini, eppure favole, fiabe, filastrocche futuribili o presentiste, come ogni immaginario specifico, più importante probabilmente di qualsivoglia pedagogia ancora velleitaria e paraeducativa….

Il superuomo oggi è un desiderio sano e possibile…. Fantasia legittima per i superfanciulli, figli oggi della scienza che scopre il linguaggio del DNA e trasforma giocattoli meccanici in computer senzienti…. Ieri, un’avanguardia quasi clandestina i bambini poeti di 7 anni, con i loro sogni animati di Superman o Batman. Oggi, una flotta di romantici consumatori da Mazinga a Harry Potter, via superoi robot, a metà tra Ninja e Marziani dagli occhi a mandorla. Domani, la supernormalità tecno scientifica…. In fondo, solo alcuni decenni, i puritani in America, oltre a contestare ancora….. Martin Luther King, volevano abolire Paperino, diseducativo!

Oggi… Paperino invece va in Tv digitale… e 3D con il mitico Thor, il martello cyber dell’uomo futuro elettronico e sovraumano (perché no?) del XXI secolo…. In tempo di crisi, le soluzioni arrivano dagli Eroi, non dagli spiriti sazi e disperati… A volte… arrivano, un cartoon a mano o robotico digitale per orizzonti nuovi

Le categorie della guida