Questo sito contribuisce alla audience di

La rivista internazionale Isola Nera

A cura di Giovanna Mulas e Gabriel Impaglione

Isola Nera n.48In questi giorni, numero 58 per Isola Nera, periodico di Letteratura e Poesia in lingua italiana dal e per il mondo, diretto da Giovanna Mulas e coordinato dallo scrittore argentino Gabriel Impaglione.

Giovanna Mulas, forse la scrittrice italiana oggi più complessa e persuasiva (fortemente attiva anche nel sociale), e collaboratori,con tale iniziativa, Isola Nera, Isla Negra(international Version),ormai ben consolidata, nei fatti e con uno stile editoriale e culturale tipo opera aperta (ben distante da certa casta stessa letteraria nazionale, spesso autoreferente), tra rilanci di scrittori noti e altri emergenti, senza filtri pseudo accademici, testimoniano una delle operazioni culturali ( e di download…) più attuali e dinamiche per la poesia, la letteratura e la cultura italiana stessa, la sua espansione internazionale.

E, non ultimo, tra le più ardue, in certa sempre più trasparente querelle epocale tra l’old kultur del libro e quella nascente ciberculturale, spesso con esiti attuali manichei, senza captare e calibrare, le infinite sfumature possibili….

Isola Nera, invece, scommette un esperimento difficile, ma inrinviabile, la traduzione e reinvenzione creativa della parola, del fare anima e poietica, l’esperimento del cuore nell’età virtuale: sulla scia di certo archetipo eterno della Bellezza, tra lo stesso Keats (Beauty is Truth, Truth is Beauty), certi battiti stessi dell’opus italiano, dal Dante semioticamente cosmico al Leopardi stesso dell’Infinito… già matematico, ai vertici della scrittura italiana del Novecento, da Ungaretti a Soffici a Campana… a Ada Merini, Dario Bellezza, Paolo Ruffilli, nomi indicativi e intercambiabili…

Figura-sfondo è forse una gestalt paradossale nell’interfaccia attuale del divenire elettronico sociale: i battiti –sublime ossimoro quasi rispetto a transistors e pixels- riaffiorano, profumati e giovani, da certo romanticismo, oggi inteso- quasi alla Hillman, ovvio…lo stesso Jung, come poetica-poietica della psiche, in una nuova dimensione cosiddetta Atopica, per dirla con le pagine brillantissime ed originali di Franco Rella, il cuore europeo dopo il moderno (significativi i lavori dedicati a tale terza mossa della modernità anche letteraria, tra avanguardie incendiarie e ritorno all’ordine coattivo e reificato, tra Valery, Rilke, Kafka e certa neo-estetica del romanticismo, oggi).

Lo spot stesso del periodico è bello e persuasivo, grafico di una flotta di argonauti “postmoderni” capaci di navigare senza alcuna amputazione del fare poesia e parola negli anni duemila:

“ SOLO ESSENZA, SOLO CULTURA, SOLO LETTERATURA. TRE FORMAT IN TRE LINGUE DIVERSE, DIFFUSO NEI PUNTI FOCALI DELLA LETTERATURA DEL MONDO, CONSIGLIATO UNESCO “

L’ultimo numero in particolare condensa (ma un clima di altro pianeta parallelo nell’aurora diversa – regno dell’immaginario- di un Sole azzurro sconosciuto tutto ancora da svelare e sorprendente) tale alta filosofia:

Gabriel Cacho Millet e “Il manoscritto di Campana”, Brecht, Martin Luther King, Arnold de Vos, Üzeyir Lokman Çayci, J.L.Borges, Franco Fortini, Viacheslav Kupriyanov, Roberto Aguirre Molina, Rodolfo Alonso, Quattro immigrati sul Duomo di Milano di Mario Pancera, Jack Hirschman, Alfonsina Storni, Ferruccio Brugnaro, Igiaba Scego, Daniela Micheli, Marco Cinque, Mario Luzi, Il “revisionismo” di Bernstein, “Socialismo democratico e filosofia neokantiana” di Valerio Pisaniello,John Milton o “del divorzio” di Roberta Murroni, Cecília Meireles, Milton Fernàndez, Sibilla Aleramo, Gaetano Longo, Zairo Ferrante.

Ferrante, da segnalare appunto per la giovane età, d’ancora precoce ma già speciale background, promotore del dinanimismo letterario, non a caso (a conferma di certo spirito aperto al novum di Isola Nera) inserito accanto a nomi del genere…

Infine- non ultimo alcune interfaccia molto interessanti- L’abbonamento a Isola Nera è gratuito, per ricevere i numeri della rivista direttamente nella propria casella di posta elettronica basta inviare un’ email di richiesta a: laredazionedellisola@yahoo.it . Chi desidera infine contribuire al periodico (previa, ovvio selezione redazionale) può facilmente inviare materiale letterario a Isola Nera: max 5 cartelle, poesia, narrativa o saggistica a tema libero, file Word senza sfondi o immagini: laredazionedellisola@yahoo.it

Le categorie della guida