Questo sito contribuisce alla audience di

Poesia. Opere Futuriste Complete 1983 2000

Edizioni Nomade Psichico: Futurguerra, la poesia futurista del secondo novecento e primo duemila

roberto guerra  futurismoQuando prendiamo in mano un libro del futurismo storico, magari vecchio e ingiallito, comunque la si pensi in merito a temi quali la violenza, la dittatura e l’innovazione tecnologica, restiamo sempre piacevolmente stupiti dalla spinta verso il nuovo, l’incognito e l’avventura che quelle pagine esprimono. Anche un testo dedicato alla cucina futurista riesce mirabolante.

Nessun rammarico, pentimento, soltanto disprezzo per un passato che ci ha deluso. La sensazione che il minuto seguente sarà quello decisivo.
Il miglior omaggio poetico, nel secondo novecento, a questa carica positiva, vitale, a mio avviso è rappresentato dai versi esplosivi di Roberto Guerra, ora raccolti in un unico volume da Nomade Psichico. (anche in opzione pdf gratuita).
Amo queste liriche, poiché sono il veleno letale della nostalgia.

Roberto Guerra (Futurguerra) è il tecnobambino killer di ogni sentimento filiale, del patetico sguardo all’indietro: avanti, avanti, sempre avanti…
Ecco dunque le poesie di Roby, la musica dell’irreligione, il pornoteismo neorepubblicano. Il rinascimento astrale. Fiele borgiano.
Se la cultura italiana le ignorerà, si coprirà di ridicolo.

*da Estense com: ..”Così Nomade Psichico, editrice di Milano, nelle parole dello scrittore stesso Max Adler in particolare, nota da anni nell’underground letterario nazionale (nel 2000 anche a Ferrara per una convention alla Sala Estense con diversi scrittori ferraresi, tra i quali lo stesso Guerra) presenta l’opera completa poetica del futurista ferrarese – Opere Futuriste Complete – seconda edizione di un volume già edito appunto nel 2000 dallo stesso editing, riprodotto integralmente.
Dalle prime raccolte degli anni 80 al 2000, prima dei più recenti libri di Guerra, saggistici (anche con noti futurologi o filosofi italiani e stranieri- tra cui Riccardo Campa , Gianni Vattimo, Max More e Remi Sussan), oggi tra i principali promotori con il celebre Graziano Cecchini e Antonio Saccoccio del nuovo futurismo contemporaneo. Dal futurista ferrarese, in effetti, già esplicito fin dalla prima raccolta inclusa nel volume Fiori della Scienza con testi antesignani quali Ninna Nanna di Marinetti/Nuovo Umanesimo Scientifico, Intelligenza Artificiale , L’Era della Scienza e così via”.

*da Recensione Dinanimista webzine, di Zairo Ferrante: “…Nel leggerlo, o solo sfogliarlo, il libro regala una vera ventata di futurismo, o meglio, di letteratura futurista.
Roba d’altri tempi per una materia, il futuro, mai come adesso attuale.
Spesso capita, in rete, di imbattersi in siti o blog che parlano dell’arte futurista, rivendicando dirette discendenze marinettiane. Purtroppo, alcuni di questi, dimenticano che il futurismo è stato anche, se non soprattutto, letteratura.
Per fortuna che, per ricordarcelo, Nomade Psichico ha deciso di pubblicare questa raccolta poetica, emblema di un Futurismo letterario ancora vivo ed omaggio ad uno dei pochi, forse unico e vero poeta futurista, ora in circolazione.
Roberto Guerra, il poeta che con circa vent’anni di anticipo aveva predetto internet, i robot, la poesia cybernetica e l’arte del calcolatore.
Non ci credete?
Beh, basta “clikkare” per verificare, visto che il libro, libero dalla trappola dell’umana economia, è anche scaricabile gratuitamente….”

*FLORILEGIO ELETTRONICO -SVELANO I ROBOT POETI/IL CORPO DELLA NATURA/NELLA LUCE E IL MISTERO/DEL FLOREALE ORGASMO
E L’ARTIFICIALE FLORILEGIO/IN SOGNO E BOCCIUOLO ETERNI/DALLA GALASSIA/DELLA SONNAMBULA MERAVIGLIOSA/E DI LOTO DI SETA DI SILICIO/NEONATO ROBOT INNAMORATO DI PRAGA/DAL MURO DI BERLINO NOSTOP/LACRIME FELICI VAGITI DI EUROPA !

Max Adler x Nomade Psichico

Le categorie della guida