Intervista a Mogu Cosplay

Intervista alla cosplayer Mogu!

mogu cosplayer intervista, trinity blood cosplay, Ciao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Ciao a tutti, mi chiamo Gabriella, sul web Mogu, sono una cosplayer partenopea ma nella vita studio architettura e mi interesso della cultura nipponica. E’ un piacere partecipare a questa intervista!

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
E’ nato tutto un po’ per gioco quando il mio migliore amico mi propose di interpretare un personaggio di cui eravamo innamorati entrambi: il moguri di Final Fantasy. Non sapevo ancora bene cosa stavo facendo, ma era divertente pensare al costume alla scenetta da fare.. Il pubblico impazzi’ e io con loro =) ed eccomi ancora oggi non ancora stanca di questo hobby fantasioso, creativo e soddisfacente ^^.

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
Appena ho cominciato a conoscere il cosplay i siti di riferimento sono stati subito quello di Giorgia Vecchini e Francesca Dani. Due personalità molto diverse ma che apprezzavo in egual modo. Poi man mano tramite altri siti italiani ho cominciato a visitare anche le grandi cosplayer straniere vedendo a quali magnifici livelli si potesse arrivare.

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Come ho accennato prima è stato il Moguri di FF la scenetta però era tratta da FF9 in cui il moguri aiuta nei punti di salvataggio facendo riposare i personaggi in una tenda e salvando il gioco su un enorme librone (la home del mio sito riprende proprio questi particolari ).

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?
Questa è una domanda a cui non riesco a dare una risposta. Ogni costume ha la sua storia, alcuni mi piacciono perché mi impersonifico di più, o perché riesco a fare tutto con le mie mani, o perché a livello affettivo mi ricorda qualcuno, qualcosa o un momento particolare… si lo so sono troppo sentimentale =)

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?

L’ultimo è stato Esther Blanchett di Trinity Blood, la versione in nero da regina. Un lavoraccio con tutti quei filari di perline che corrono per tutta la lunghezza della gonna!

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?
Bhe avrei una cartella con milioni di immagini di tutti i cosplay che mi piacerebbe fare, sicuramente vorrei tentare di fare alcuni personaggi che hanno segnato i miei pomeriggi di infanzia come Memole, Emi, Creamy, Georgie… facendo Lamù ho aperto questo filone sperando di farne almeno uno all’anno insieme agli altri costumoni che ho in programma come l’Elfo Oscuro di Lineage bendato o Siren di FF8.

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Di solito la scelta è dettata dal carattere e dal temperamento di un personaggio, potrebbe essere che mi impersonifico o perchè è come io vorrei essere. Altre volte invece sono i costumi che mi attraggono.

Quando tempo ci vuole per creare un costume?

Ma dipende dal costume, potrebbero essere 2 giorni come 2 mesi, dipende dalla difficoltà. Sicuramente però c’è da dire che anche alle spalle del costume di 2 giorni c’è tutta la fase di ideazione in cui si pensa ai materiali, si cercano le immagini e si pensa al progetto per realizzarlo.

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da sola o li compri da qualche parte?
C’è sempre chi aiuta sopratutto tramite i forum in cui ci diamo consigli. Un costume può nascere da zero oppure si possono usare cose già fatte e poi modificarle. Gli accessori spesso li faccio io o con mio padre altre volte li ho commissionati.

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Partecipo ormai ai contest più importanti, tutti i costumi presentati hanno almeno vinto un premio. Ma la soddisfazione rimane sempre quella del vedere la faccia della gente quando riconosce il personaggio ma non riconosce chi sei. Vuol dire che sei riuscito nell’intento di trasformazione!

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Eh, bella domanda… Vuol dire mettere alla prova il proprio ingegno e le proprie capacità per qualcosa che ti piace fare. Vuol dire ritornare un po’ bambini e non perdere mai il contatto con la fantasia. La realtà è spesso noiosa, lo trovo un buon modo per evadere.

Hai un sito web?
Si, lo trovate su www.mogucsoplay.com e il primo settembre copie un anno!

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Per quanto riguarda il cosplay non mi dispiacerebbe avere contatti importanti con il resto del mondo, quando ascolto le storie delle cosplayer già affermate a livello mondiale rimango sempre affascinata. Mentre per la vita.. vorrei riprendere a suonare la batteria dato che l’ho lasciata da parte per essere più concentrata su altri obbiettivi ma per ora direi che c’è da chiudere il ciclo di studi con la laurea ad ottobre con l’imminente specialistica.

I sogni nel cassetto?
Il sogno nel cassetto è sempre stato quello di andare in Giappone e questo dicembre finalmente ci riuscirò. Non sarà un viaggio di un mese come volevo, ma forse accadrò quando avrò terminato l’università. Con il Giappone e legato anche il mio sogno lavorativo. Non mi dispiacerebbe diventare designer e lavorare nel campo direttamente dal paese che per me ne inventa davvero tante.

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Grazie a voi! A presto ^^

Ecco alcune foto dei cosplay di Mogu!Ecco alcune foto dei cosplay di Mogu!Ecco alcune foto dei cosplay di Mogu!Ecco alcune foto dei cosplay di Mogu!Ecco alcune foto dei cosplay di Mogu!

Peeplo Engine

Un motore di ricerca nuovo, ricco e approfondito.

Inizia ora le tue ricerche su Peeplo.

Le categorie della guida