Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Valentino "Tiddy" Notari

Intervista a Valentino, uno dei membri dei Cosplayers Within!

cosplay final fantasy, cosplay soul calibur, cosplay street fighterCiao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Ciao! Beh, il piacere è tutto mio!! Sono Valentino, meglio conosciuto come Tiddy, e faccio parte dei Cosplayers Within!

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
E’ nata quasi naturalmente: facevo parte di un fan club di Guerre Stellari sin da quando ero in terza media… frequentando le fiere e praticando quello che viene solitamente definito “costuming”, ho conosciuto l’esistenza del cosplay. E da appassionato di manga, anime e videogame del Sol Levante quale sono, il passo successivo è stato semplicemente ovvio.

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
Ce ne sono stati e ce ne sono tutt’ora tanti! Diciamo che i cosplayer che preferisco, sia come abilità che come modo di vivere questa passione, sono Nadiask e Luca Buzzi.

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Se parliamo di cosplay in senso stretto, Tidus di Final Fantasy X al Romics 2003. A livello starwarsiano però ho cominciato con la versione di Episodio I di Obi-Wan Kenobi, al Romics 2002

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?

Questa è una domanda mooooolto difficile! Però credo di poter dire che è stato Kilik di Soul Calibur IV. Ci ho lavorato insieme alla mia migliore amica per partecipare in coppia all’Italian Cosplay Contest lo scorso maggio ed è stato un lungo ed entusiasmante lavoro che ci ha dato immense soddisfazioni ed emozioni.

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?
Fei Long, uno dei lottatori di Street Fighter 4, all’ultima Fumettopoli tenutasi in novembre a Milano.

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?
Ce ne sono moltissimi! Devo dire che uno dei miei sogni assoluti è riuscire a costruire un giorno un robottone dalla mitica serie anni ‘80 di Gundam 0079. E’ un progetto iniziato e ancora mai terminato, di cui i primi pezzi sono stipati nella soffitta dove sono solito lavorare, in attesa di essere completati! Per i cultori dell’anime, si tratta del MS 14s Gelgoog della Cometa Rossa di Zeon.

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Dipende. Facendo parte di un gruppo, nelle scelte intervengono fattori molteplici. Spesso e volentieri funziona così: qualcuno propone un gruppo e ci si dividono i personaggi secondo preferenze, somiglianza e, ovviamente, impegni nella vita di tutti i giorni. A volte capita di fare gruppetti più piccoli, o coppie. Più di rado singoli, ma comunque in questi casi è molto più semplice mettere d’accordo tutti! Personalmente prediligo personaggi “cattivi” =P E sono un amante di armi ed armature imponenti, perché è la parte della costruzione costumi che preferisco ed in cui sono sicuramente più abile rispetto alle altre.

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
Anche qui, beh, dipende dal costume. Ci sono cosplay molto semplici che possono richiedere appena poche ore di lavoro, o addirittura una semplice capatina al mercato dell’usato sotto casa (ad esempio un L di Death Note o alcune divise scolastiche maschili). Per contro, possono volerci mesi per rendere al meglio personaggi che molto definiscono “proibitivi”. Fra i cosplay che ho realizzato, quello che mi ha preso più tempo è stato Alphonse Elric di Full Metal Alchemist, il fratello-armatura del protagonista.

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da solo o li compri da qualche parte?
Dunque, di solito all’interno del gruppo ci si aiuta tutti a vicenda, laddove alcuni sono più esperti in alcuni aspetti che in altri. Ad esempio io mi trovo spesso in difficoltà quando si tratta di tagliare le maniche! :P Per quando riguarda gli accessori, beh quelli sono la parte che preferisco come detto sopra! Adoro costruirli, per me e per i miei amici quando serve!

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Partecipare ai contest è per me sempre una fortissima emozione, soprattutto perché lo faccio sempre in gruppo con i miei amici. Salire sul palco rappresenta un po’ il coronamento del lavoro di mesi (specie se si parla di Lucca o altre fiere grandi) e se il pubblico di applaude, per quei pochi minuti ti senti in cima al mondo. Per quanto riguarda i premi beh, in sette anni ne ho vinti! Però il più bello è stato uno degli ultimissimi: il Miglior Gruppo all’ultima Romics, con Soul Calibur. Ci siamo commossi tutti!

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Essere cosplayer è quasi uno stile di vita, uno stile di vita che non abbandonerei per nulla al mondo. Si fa parte di un mondo “sconosciuto”, un mondo colorato e pieno di persone meravigliose. E, ultimo ma non meno importante fattore, poche cose sono per me più divertenti che indossare i panni di eroi e malvagi della fantasia per un giorno, “giocando coi costumi” e vivendo per poche ore in una dimensione diametralmente opposta a quella di tutti i giorni.

Hai un sito web?

Con i Cosplayers Within stiamo lavorando a un blog di prossima pubblicazione. Per ora posso darti la mia pagina personale su cosplay.com (http://www.cosplay.com/member/183389) e il canale di YouTube dove pubblichiamo le nostre interpretazioni e cortometraggi! (http://www.youtube.com/user/JapoCW)

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Prossimamente sto lavorando su due costumi molto impegnativi, entrambi da portare in coppia. A marzo, per la Cartoomics, sarò nei panni di padre Abel Nightroad di Trinity Blood. E il prossimo ottobre parteciperò alle selezioni per il World Cosplay Summit insieme con la Sba, con i due cattivi del videogame Eternal Sonata. Invece per il Lucca Comics c’è in programma un enorme gruppo di Harry Potter in attesa dell’ultimo capitolo cinematografico del mughetto occhialuto, in collaborazione con moltissimi altri cosplayer e in cui io dovrò cancellarmi di fatto naso e capelli per interpretare Voldemort!

I sogni nel cassetto?
Ce n’è uno in particolare, cui come cosplayer tengo davvero moltissimo: riuscire a portare un gruppo completo di Final Fantasy X e rifare da capo il costume di Tidus, per montare una scenetta seria che riesca a rendere in pochi minuti la trama di quello che reputo il miglior videogame di tutti i tempi. Ci stiamo lavorando!

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Grazie a te! E’ stato un piacere partecipare a quest’intervista! Ciao a tutti i lettori del sito!! Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio

Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio Ecco alcune foto dei cosplay di Valerio

Le categorie della guida