Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista ad Azusa18

Intervista alla cosplayer Azusa18!

cosplay naruto, cosplay sailor moon, cosplay signore degli anelliCiao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Piacere di conoscervi tutti, sono Azusa18, ho 24 anni, sono una cosplayer da sei anni, negli ultimi anni mi sono dedicata principalmente a CosmoPlay, una web-zine dedicata al cosplay.

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
Nacque per caso, io e una mia ex-amica, in occasione di un raduno dedicato a “Il Signore degli Anelli” pensammo di vestirci da elfe, creandoci gli abiti. Dopo quell’esperienza insolita e particolare ci dedicammo a dei veri cosplay (almeno così pensavamo XD) che portammo a Lucca, da li in poi non potei fare a meno di creare cosplay.

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
Come ho detto sopra iniziai per caso, ma avevo collezionato sino a quel momento foto di molti cosplayer tra cui Francesca Dani che per me è sempre stata un esempio. Benché in quegli anni le opinioni su di lei in Italia non fossero molto positive, io stimavo i suoi lavori e la passione che metteva in ogni abito. Nonostante non inserisca latex e scarpe zeppate cerco di mettere lo stesso sentimento che guida Francesca.

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Anche se l’elfa anonima sarebbe la risposta più giusta, in realtà Sakura Haruno di Naruto è il cosplay che è stato creato per essere tale.

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?
Nehelenia da Sailor Moon, perché è certamente il più riuscito e il più faticoso che ho realizzato sino ad ora (pensare che passai dei mesi a intrecciare il filo di rame per ricreare i suoi gioielli).

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?
Il sergente Elias da Gordian!

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?
Ce ne sono un’infinità. Pensa che ho un’intera sezione del mio Hard Disk occupata unicamente da progetti futuri XD, ma tra questi quelli a cui vorrei dedicarmi il prima possibile è Saori Kido da Saint Seiya.

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Seguo una logica nella scelta dei miei cosplay, infatti odio l’idea di scegliere un personaggio solo perché la sua resa sarebbe fighissima, solitamente opto per personaggi che conosco molto bene, che rispecchia la mia personalità e che riesco a vedermi indosso.

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
Dipende dalla difficoltà dell’abito, ultimamente però i tempi si sono molto dilatati a causa della mia vita personale molto incasinata XD. Quindi dai soliti due mesi in media ci impiego tre o quattro.

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da sola o li compri da qualche parte?
No, preferisco dare l’anima nella parte sartoriale, accetto solo qualche aiuto dal mio ragazzo perché è una bomba con le imbastiture XD. Per gli accessori invece dipende, solitamente li progetto con mio padre e insieme lo creiamo, ma ammetto che lo scettro di Saori Kido è stato un “regalo” di un caro amico, e so che per spade e scettri d’ora in poi chiederò a lui.

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Si, ho vinto qualche premietto ma preferisco sedere nelle giurie, anche perché mi vergogno tantissimo ^////^

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Io la vivo in maniera molto seria, forse troppo: mi faccio una marea di problemi se l’abito non rispecchia appieno il personaggio, spesso preferisco non terminare il lavoro o arrivo a non indossarlo mai in fiera, solo perché lo trovo troppo diverso indosso a me (del resto non sono un figurino e prendere i panni di superfighe anoressiche non sarebbe uguale all’originale). Spesso ne soffro, perché tutta questa mia voglia di avere un cosplay perfetto mi priva di vestire i panni delle eroine che amo da quando ero bambina, Sailor Moon per esempio, e nulla mi smuove a cambiare la mia opinione in merito. Quando, però, vesto i panni delle eroine che amo mi diverto, sfilata o giuria che sia, non mi interessa essere inseguita dai fotografi, mi diverto a essere il personaggio e basta. Alla mia filosofia cosplay ad aggiungersi il lavoro costante per CosmoPlay, che spero possa diffondere la filosofia “originale-orientale” del Cosplay che in questi ultimi anni ha semplicemente trasformato il fenomeno in una moda a cui tutti possiamo prendere parte comprando un abito e una parrucca.

Hai un sito web?
Ho un blog, essendo un grafico e vivendo di forti autocritiche è l’unico che è sopravvissuto al mio giudizio XD, potete visitarlo a www.cosmoplay.it/Azusa18 ! Inoltre (vedi se è il caso sennò taglia pure questa parte senza problemi ;) ) se potete seguire i miei lavori anche su www.cosmoplay.it dove trovata la rivista cosplay per cui “lavoro” come art-director.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Se tutto va secondo i miei progetti, potrò riprendere in maniera costante la creazione dei cosplay entro pochi mesi. Il primo che inaugurerà questa nuova vita sarà molto complesso.

I sogni nel cassetto?
Andare in Giappone! E visto che questa estate realizzerò questo sogno, mi rimane solo la creazione delle più grande biblioteca manga X3 … e riuscire a realizzare tutti i miei cosplay nel cassetto ;)

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Grazie, mi onora essere intervistata da te. Ammetto che è la prima che rilascio quindi mi auguro di aver dato tutte le risposte che cercavi e di esser stata esauriente. Ecco i cosplay di Azusa18!

Ecco i cosplay di Azusa18!Ecco i cosplay di Azusa18!Ecco i cosplay di Azusa18!Ecco i cosplay di Azusa18!

Le categorie della guida