Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Giulia "Dragonfly's Queen"

Intervista alla cosplayer Giulia "Dragonfly's Queen"!

cosplay dc comics, cosplay dragonball, cosplay peter panCiao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Ciao e grazie a te per avermi concesso questa opportunità!!! Comunque mi chiamo Giulia e sono di Pisa, durante l’inverno però abito a Firenze perché frequento l’università di Graphic Design :D

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
Beh diciamo che in un modo o nell’altro sono stata sempre appassionata di manga, fin da quando ero molto piccola ho sempre sognato di visitare il Giappone, e prima o poi ci riuscirò >.< La prima volta che mi sono vestita è stato alle medie, mi vestii da C-18, mi divertii talmente tanto che decisi di continuare fino a oggi!

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
Ma in realtà no, sono sempre stata io che ho trascinato e a volte costretto le altro persone a vestirsi. Sono un autodidatta del cosplay X°D

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Come ho detto prima è stato C-18 un po’ per la facile realizzazione e un po’ perché in quel periodo ero fissatissima con Dragonball e poter interpretare uno dei personaggi di questo anime mi gasava tantissimo.

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?
Senza dubbio Poison Ivy, attaccare tutte quelle foglie con la colla a caldo e impiastricciare qualsiasi cosa in camera mia è stato divertentissimo.. per mia mamma un po’ meno però :P

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?
L’ultimo è stato lo Stregatto della Disney, in realtà doveva essere Campanellino ma a causa del mal tempo del Lucca Comics di quest’anno non ho potuto neanche pensare di andarlo a fare con l’ombrello, mi si sarebbero sicuramente spezzate le ali T_T

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?

Si assolutamente Rayearth, però nessuno lo vuole mai fare perché o le ragazze sono troppo nude o le armi son veramente complicate da realizzare e quindi purtroppo continuo a rimandare fino a che non troverò un anima pia che lo voglia fare con me

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Beh non c’è un procedimento vero e proprio, solitamente prima di sfoggiare quelli nuovi a qualcuno del nostro gruppo o anche a me viene un lampo di genio su un possibile nuovo personaggio e cerca di coinvolgere tutti gli altri, cosa che è successa inesorabilmente anche quest’anno!

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
Beh dipende molto dal costume che vuoi realizzare. C’è la ricerca delle stoffe, a volte della sarta perché magari quella dell’anno precedente di abbandona e ti trovi del tutto smarrita. La ricerca degli oggetti che se a volte non li trovi te li devi costruire da solo, delle parrucche. Io mediamente impiego sempre un mesetto per prenderla tranquillamente, ma ogni anno mi ritrovo sempre con l’acqua alla gola XD

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da sola o li compri da qualche parte?
Ho una sarta perché non so cucire. Mi piacerebbe imparare e credo che a quel punto non mi fermerebbe più nessuno. Per gli oggetti dipende o ti arrangi comprandoli e magari tingendoli per renderle più personalizzati o parti proprio da zero cercando di costruirli un po’ come gli stivali di Poison. Ho preso gli stivali al mercato poi li ho tinti e vi ho applicato le foglie con la colla a caldo.

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Sinceramente non ho mai partecipato al contest. Non mi è mai interessato più di tanto, mi bastava vestirmi e farmi riempire di foto per gonfiare ben bene il mio ego, però ammetto che come esperienza mi piacerebbe farla.

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Divertimento e autoironia. Essere un cos player non comporta solo fare foto, quello è solo l aspetto finale. Cè tanto divertimento durante la realizzazione, soprattutto se si stratta di un gruppo, un continuo consigliarsi, chiamarsi a le ore più impensate della notte, fare incubi che il vestito sparisca, e tanta tanta autoironia e consapevolezza di cosa si possa fare o no.

Hai un sito web?
Eh no! Ho solo faccia libro, avevo anche il myspace ma ormai è andato perso nel dimenticatoio.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Finire l’università, prima di tutto e poi si spera anche di trovare un lavoro. Ma tra queste due cose vorrei visitare il Giappone come viaggio di laurea.

I sogni nel cassetto?
A parte vincere il superenalotto? Ahah no dai a parte gli scherzi vorrei trovare un lavoro, visto che il mondo dell’arte non è molto sicuro. Vorrei guadagnarmi da vivere con quello che amo ovvero l’arte e spero davvero di riuscirci.

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Grazie a te :D è stato un piacere.



Ecco le foto dei cosplay Giulia

Le categorie della guida