Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Liz "Nemesi" Biella e a Marco Dal Castello

Intervista ai cosplayers Liz "Nemesi" Biella e Marco Dal Castello!

cosplay ergo proxy, cosplay final fantasy, cosplay nemesis francesco falconiCiao, è un piacere farvi quest’intervista , per prima cosa, presentatevi ai lettori del mio sito sul cosplay!
Liz: Salve, gente da casa! Mi chiamo Lisa (ma provate a chiamarmi Lisa e vi ammazzo), Liz per gli amici (o Nemesi in qualsivoglia Forum o social network); provengo dalla magnifica regione umbra, ma sono stata adottata dalla capitale, poiché è lì che studio architettura!
Marco: Ciao Francesco e ciao a tutti i lettori di questa intervista!! Mi chiamo Marco Dal Castello, ho 24 anni e abito in provincia di Verona. Lavoro come impiegato presso una ditta di materiale pubblicitario. Il mio sport è la Kick Boxing, che pratico da più di 5 anni, sono un appassionato del “fai da te” in generale e solo da un anno mi sono avvicinato al mondo del cosplay!!

Com’è nata la vostra passione per il cosplay?
L: Bella domanda! Sono una novellina di questo mondo, diciamo che è nata in contemporanea con mio fratello, dopo esser stati a Lucca Comics&Games del 2009. Devo precisare che prima di essere una cosplayer, sono entrata nel mondo come fotografa (non professionale ovviamente) ed è grazie a questa passione che ho conosciuto tanti dei ragazzi con cui ora condivido una bella amicizia nel mondo del cosplay. Devo dire che sono stata spinta a fare cosplay dalla mia grande passione per “le cose fatte a mano”, infatti è da quando sono piccola che amo decorare oggetti, dipingere e costruire tutto quello che mi insegnava Art Attack! xD
M:Questa passione è nata per gioco giusto un anno fa! quando un paio di miei amici mi parlarono per la prima volta di Cosplayer e di Fiere del fumetto che, personalmente prima di allora non ne avevo mai sentito parlare. L’idea era quella di partecipare alla fiera di Lucca Comics 2009 tutti e tre in cosplay! Solo che al momento di partire i miei due amici ebbero un imprevisto, mi ritrovai così a fare questa mia prima esperienza accompagnato da altri amici che però non avevano preparato nessun Cosplay. Prima di arrivare mi sentivo un po’ imbarazzato solo al pensiero di girare per Lucca in costume, ma appena arrivato capii quanto mi sbagliavo. Ricevetti fin da subito apprezzamento e stima per il mio cosplay, e questo mi incoraggiò molto. Gli amici che conobbi in seguito mi hanno convito a continuare con questo hobby! Rimasi particolarmente colpito da questo “nuovo mondo” di cui non ne sospettavo nemmeno l’esistenza.

C’è stato qualcuno che vi ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
L: Mentore non proprio, ma sicuramente sono circondata da gente che ho avuto la fortuna di conoscere meglio, al quale so di potermi sempre rivolgere in caso di necessità! Parlo in primis di Nanachan che è stata la prima persona che ho avuto l’onore di conoscere e con cui condivido una bella amicizia <3
M:Fin da subito mi parlarono di una ragazza, pure lei veneta, che era un po’ un idolo per i cosplay, ebbi modo di conoscerla meglio e confermo a pieno quanto di Lei si dice. E’ molto brava ad interpretare i personaggi ma soprattutto ho apprezzato la sua gentilezza e disponibilità.

Qual è stato il primo cosplay che avete fatto?
L: Primo cosplay? Re-L Mayer da Ergo Proxy, e sono felicissima della mia scelta poiché non è un personaggio conosciutissimo (e aggiungerei MOLTO MALE!), ma sicuramente è quello che fisicamente e caratterialmente parlando mi “donava” di più.
M: Per me è stato il fantastico “Squall Leonhart” che, come in molti saprete è tratto dal gioco Final Fantasy 8!!! Beh!! Il consiglio che mi sento di dare a chi si vuole avvicinare a questo mondo, è che il primo cosplay deve assolutamente essere del personaggio che ci sentiamo più vicino per simpatia, per stima, per carattere..insomma il personaggio che più amiamo!

Invece qual è stato il cosplay che vi è piaciuto di più fare?
L: Ellen Lynch da Nemesis.
M: Mi ha soddisfatto molto interpretare “Howl Pendragon Jenkins” tratto dal film d’animazione di Miyazaki “Il Castello Errante di Howl”. Non c’è soddisfazione migliore che leggere negli occhi di chi conosce il personaggio di aver realizzato il suo sogno!!! HI HI HI è poi non dimentichiamo Calcifer (il demone legato a Howl) quel faccino… ha riscosso decisamente un enorme successo!!

L’ultimo cosplay che avete fatto qual è stato?
L: Leggi sopra XD Ellen Lynch da Nemesis.
M: L’ultimo Cosplay che mi ha tenuto impegnato da agosto fino al giorno prima della fiera di Lucca è stato “Kevin Shaw”, un personaggio tratto dal nuovo libro di Francesco Falconi intitolato “Nemesis”: L’Ordine dell’Apocalisse. Questo personaggio è un Angelo che, come peculiarità mi è stato richiesto di fare delle ali abbastanza appariscenti….e così ho fatto!! ho elaborato delle ali che si aprono e si chiudono tramite dei cavi. Con l’apertura alare raggiungevo quasi i tre metri d’altezza…. Il risultato?? Beh di certo non solo non passavano inosservate ma neppure passavano…. Già!! nel senso che, proprio non riuscivo a muovermi in mezzo alla gente e all’interno dei padiglioni della fiera di Lucca, spesso non potevo aprirle per non rischiare di toccare il soffitto in alcune zone xD

C’è un personaggio di cui vorreste fare il cosplay ma che ancora non avete fatto?
L:Ovviamente, ho una lista lunghissima! Per ora posso dirvi che il prossimo dovrebbe essere Maria da Castlevania.
M: Si, mi piacerebbe il cosplay di Devilman!! Ma per ora dovrò rimandare…

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
L: E’ banale dire che avviene grazie ad un primo innamoramento caratteriale, ma sicuramente una prima affinità di questo tipo è ciò che mi lega ai personaggi da me realizzati. E’ quasi sicuro che non mi vedrete mai nei panni di un personaggio dolce e spupazzabile; non sarei credibile (ovviamente ci potrebbero essere delle eccezioni nel momento in cui mi innamoro di un particolare outfit!). Da non dimenticare la somiglianza fisica che è quasi d’obbligo nel mio Credo xD Infatti essendo pure abbastanza alta non mi metto ad interpretare bambini (farò una sola eccezione XD)
M:Beh, Il mio primo cosplay, “Squall”, l’ho scelto per la stima assoluta che ho del personaggio! Il secondo “Howl” l’ho scelto per la somiglianza fisica e anche perché mi piace assai il film da cui è tratto! Il Terzo “Dorian Gray” lo ho fatto per unire al cosplay un’altra mia passione: la pittura. L’ultimo, “Kevin”, perché mi è stato chiesto se mi andava di presenziare assieme a Liz allo Stand della Castelvecchi per interpretare i personaggi del libro. Se “Squall” lo avevo tratto da un VideoGame, “Howl” da un film d’animazione e “Dorian Gray” da un film, un cosplay che mi mancava era proprio quello tratto da un libro… Io ho iniziato da circa un anno e ritengo che le mie scelte siano state per ora molto mirate!

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
L: I costumi che ho realizzato fino ad oggi non sono stati molto impegnativi, infatti si componevano di molti capi di abbigliamento facilmente rintracciabili al mercato o su ebay e gli accessori non erano estremamente difficili e ricchi di particolari, ma ovviamente credo che nel futuro prossimo inizierò ad aumentare il livello dei miei cosplay!
M: Bella domanda…io sono molto lento nella realizzazione dei miei cosplay. Purtroppo lavorando a tempo pieno e non volendo trascurare la mia vita sociale esterna al mondo del cos play, (anche se ultimamente capita spesso e volentieri) riesco a dedicarmi alla loro realizzazione solo poche ore la settimana… Ricordo che per realizzare il quadro di Dorian Gray impiegai circa quattro mesi (per aspettare l’ossidazioni dei colori ad olio che avevo utilizzato..).

C’è qualcuno che vi aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori ve li crei da soli o li comprate da qualche parte?
L: I miei costumi li ho realizzati sempre da sola, ho chiesto aiuto una volta alla sarta per un pezzo del mio cosplay di Re-L perché sono incapace (ancora) di cucire bene, so fare solo piccole cose. Gli accessori è la parte che amo di più fare, quindi me li creo da sola o, comunque, l’aiuto proviene da mio fratello poiché i cosplay che realizziamo solitamente sono in coppia… quindi ci diamo una mano a vicenda!
M:Gli accessori li creo tutti da solo, mentre per i costumi lascio tutto nelle mani del mio super braccio destro!!! Mia Mamma, che non lascia mai nulla al caso… lei è ben più minuziosa di me nella realizzazione dei suoi capolavori! Ogni abito viene costruito da lei minuziosamente e fedelmente nei minimi dettagli! A volte penso che certi abiti li potrei mettere pure per uscire con gli amici da quanto sono fatti bene!!

Avete partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , avete mai vinto qualche premio?
L: Non ho mai partecipato a qualche contest, sia per mancanza di tempo, sia perché non trovo rilevante interpretare una scenetta per qualcuno. Se interpreto un personaggio a me simile sotto ogni punto di vista, la mia scenetta si evolve per tutto il corso della fiera! Credo che in futuro parteciperò solo se riuscirò a preparare delle scene in grado di lasciare davvero a bocca aperta… essendo spesso la persona che “guarda dal basso” le scene cosplay, sono abbastanza esigente e voglio riuscire a trasmettere a chiunque stia guardando, quello che io mi aspetterei da una scenetta fatta ad hoc.
M: Fino ad ora ho partecipato a due contest e in entrambi sono stato premiato per il miglior “cosplayer maschile”! La prima volta è stata indimenticabile, ero alla Fiera del Mantova comics!! Non mi sono mai divertito così tanto!! La seconda vittoria l’ho desiderata molto! Nel senso che era la prima fiera fatta nella mia città a Verona e vincere il premio per il miglior “cosplayer maschile” è stata per me un’immensa soddisfazione!!!

Che vuol dire per voi essere cosplayer?
L: Divertirsi e stupire. Ho sempre trovato la “meraviglia” una delle cose più affascinanti nel mondo del cosplay. Ovviamente ci sono vari modi di stupire o meravigliare, ma il risultato è sempre quello. Essere Cosplayer per me è un modo per esprimere vari lati del mio carattere che non riuscirei a far venir fuori senza nasconderlo dietro un personaggio da interpretare. Ieri ero un demone, domani un vampiro e dopodomani? Potrei essere una fata, una guerriera, un drago; qualsiasi cosa la mia testa decida di mostrare al pubblico. L’uomo è coperto da mille maschere, e il fare cosplay è un modo per urlarlo al mondo, dire “si, queste sono tutte le mie maschere e non ho intenzione di farle cadere”. Quand’è che le maschere cadono? Quando finisce la fiera e ti ritrovi con gli amici a festeggiare in birreria, dove magari hai ancora i segni del trucco della giornata passata ad esser un demone, ma che un buon cuba libre cancella definitivamente (ogni riferimento a eventi accaduti è puramente casuale XD)
M:Per me essere cosplayer vuol dire innanzitutto “avere la volontà di mettersi in gioco”! Essere cosplayer vuol dire cercare di, portare un personaggio di un VideoGame, di un film d’animazione o comunque un personaggio fantastico nella vita reale. Per poter fare questo bisogna prestare attenzione a tutto ciò che ti circonda, perché tutto può servire per aiutarti a realizzare un idea quando sarà il momento. E qui mi riferisco sia alla costruzione degli accessori, delle armi, ma anche all’ingegno per creare un meccanismo che possa far muovere delle ali :D

Avete un sito web?
L:Dipende da quale delle mie passioni vuoi conoscere! XD Sono l’amministratrice di una community sul cosplay, vi linko il sito web ma vi consiglio di iscrivervi anche al forum, dove potete trovare tantissima gente simpatica con cui condividere la vostra passione http://cosplayaddiction.altervista.org/blog Potete seguirmi su myspace, dove sono presente come modella, web designer e fotografa http://www.myspace.com/nemesiproject Facebook, l’unico modo per potermi parlare, dato che sono sempre collegata, e dove potete trovare i cosplay da me realizzati ;) Liz Nemesi Biella
M:No per ora ho solo un profilo su facebook dove pubblico le foto http://www.facebook.com/Marcodalca

Quali sono i vostri progetti per il futuro?
L: Raggiungere ogni singolo obiettivo che mi sono prefissata, che sia nel mondo del cosplay, nella carriera universitaria, in quella lavorativa o nella vita in generale ;)
M: In ambito cosplay i miei progetti sono: la creazione di una nuova versione di Howl, per ora ho fatto la versione bionda e la versione in camicia con i capelli neri; ora pensavo all’ultima scena del film ;). Ho già in elaborazione il cosplay del “Principe Diamond” tratto dalla serie Sailor Moon…speriamo bene perché è la prima volta che prevedo l’utilizzo di una parrucca e non so quanto resisterò :P Un altro progetto è un cosplay di gruppo al Cartoomics 2011 dove porterò “Il Palazzo” tratto dalla serie “Excel Saga…” ci sarà da divertirsi !!

I sogni nel cassetto?
L: Conquistare il mondo*COFF forse non dovevo dirlo!
M:Beh di sogni ne ho molti ma quello più attinente a questa intervista potrebbe essere quello di fare un viaggio in Giappone!! Il mio sogno è quello di poter andare a vedere di persona lo Studio Ghibli Museum!!!

Spero che quest’intervista vi sia piaciuta, grazie di tutto, siete stati veramente gentili!
L: Grazie a te Fra! E salutami Maddog! xD Ah, ciao Marco! XDDD
M:Grazie a te Francesco e a tutti i lettori!!



Ecco le foto dei cosplay di Liz

Le categorie della guida