Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista Viola

Ecco l'intervista alla cosplayer Viola!

cosplay god child, cosplay harry potter, cosplay magica emiCiao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Mi chiamo Viola, ho 25 anni e vivo in provincia di Genova. Frequento l’ultimo anno di Pedagogia e spero di riuscire a laurearmi in tempo per non dover più pagare tasse e poter così sperperare il mio stipendio nelle mie più grandi passioni. Amo gli animali, ho tre gatti e mi prendo cura dei randagi che vengono a usurpare il mio terrazzo; amo il cinema, la letteratura, la musica, e, ovviamente, il cosplay.

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
La mia passione per il cosplay è nata in modo bizzarro, o comunque in modo un po’ diverso rispetto a molti altri cosplayers. Sono sempre stata appassionata di anime, manga e cultura giapponese, ma mai mi sarei sognata di fare la folle in maschera, essendo anche molto timida. Sta di fatto che quattro anni fa mi ritrovai ad attraversare un periodo non molto felice, e sentivo la necessità di trovare una distrazione che mi tenesse impegnata il più tempo possibile. Fu così che la mia amica Valentina, cosplayer da molto più tempo di me, mi propose di andare con lei al Romics in abiti borghesi. Ne rimasi talmente affascinata che da quel momento in poi decisi di dedicarmi al mondo del cosplay. La mia passione scattò in questo modo, oserei dire quasi per “fini terapeutici”. Ora che il periodo difficile è passato, non riesco a fare a meno di tutto quello che il meraviglioso mondo del cosplay riesce a darmi.

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
Sì, come dicevo prima è grazie alla mia amica se ho potuto avvicinarmi a questo hobby e a questa grande passione; a lei devo davvero molto.

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Il mio primo cosplay è stato Magica Emi, la mia beniamina di quando ero piccola. Guardando adesso quel cosplay mi viene da ridere: è davvero orribile. La gonnellina va per i fatti suoi, una parte è addirittura più lunga dell’altra, e stendiamo un velo pietoso sulle cuciture. Ma prima di allora non avevo mai tenuto in mano ago e filo, quindi all’epoca mi sembrava di aver creato il più bel cosplay del mondo…! Vedere che qualcosa creato con le tue mani prende forma, è davvero una sensazione stupenda.

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?
Micheila di “God Child”, cosplay che ho voluto fare per un amico che non c’è più e che amava alla follia questo manga e che mi avrebbe voluto vedere indossare i panni di questo personaggio.

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?
Gli ultimi cosplay che ho fatto sono quelli che ho portato a Lucca quest’anno: Micheila di God Child, la Dama grigia di Harry Potter e un cosplay inventato tratto dal romanzo “Black Friars”.

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?
Ce ne sono davvero tantissimi, aggiorno in continuazione la mia lista dei “cosplay da fare”. Per ora quello che mi piacerebbe fare maggiormente è Mina dal film “Dracula” di Coppola. Ho anche in programma di fare, fino ad esaurimento, cosplay tratti dalle favole illustrate di Victoria Francès: mi stuzzicano davvero molto.

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Il cosplay lo valuto dal punto di vista della “fattibilità” del costume (In fondo sono nell’ambiente da poco e ho davvero ancora molto da imparare) e soprattutto dal personaggio che vorrei interpretare: lo devo sentire “mio”, deve piacermi.

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
Serve tempo ma soprattutto molto soldi per reperire le stoffe e tutti i materiali che occorrono. Mi piace lavorare di notte perchè sono più tranquilla e rilassata, quindi ci impiego anche mesi. Poi ovviamente dipende dalla difficoltà del costume, anche se, visti i miei livelli, non ho ancora creato niente di impossibile.

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da sola o li compri da qualche parte?
Quello che riesco a fare lo faccio da sola, altrimenti lavoro insieme al mio gruppo cosplay…. anche se si finisce sempre per lavorare poco e scherzare parecchio. Alcuni accessori invece li compro.

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Con il mio gruppo abbiamo partecipato a qualche contest, e abbiamo vinto a Torino come miglior gruppo con “Princess Ai” e un premio giuria sempre a Torino con un cosplay fantasy ideato da noi.

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Cosplay vuol dire prima di tutto divertimento, ed è questa la cosa più importante. Ma il cosplay da anche tante soddisfazioni, quando ti chiedono foto o ti fanno complimenti per il costume; sono belle sensazioni.

Hai un sito web?
No.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
I miei progetti per il futuro sono molti. Nell’ambito del cosplay spero di migliorarmi sempre di più e di portare avanti questa passione al più lungo possibile. Per quanto riguarda gli altri progetti preferisco non parlare per scaramanzia…

I sogni nel cassetto?
Troppi…il cassetto non resta chiuso, da tanto che è pieno. (O forse c’è solo parecchio disordine)

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Grazie a te per l’intervista e per l’iniziativa ^__^

Ecco le foto dei cosplay di Viola!

Le categorie della guida