Questo sito contribuisce alla audience di

Intervista a Neko

Intervista alla cosplayer Neko!

cosplay death note, cosplay gurren lagann, cosplay kuroshitsujiCiao, è un piacere farti quest’intervista , per prima cosa, presentati ai lettori del mio sito sul cosplay!
Salve a tutti, il mio vero nome è Gabriella ma da tutti sono conosciuta come Neko, che significa “gatto” in giapponese, mi sono chiamata così perchè amo i gatti e tutti vedono i miei lineamenti molto simili ai loro. Sono entrata nel mondo del cosplay nel Febbraio del 2008!

Com’è nata la tua passione per il cosplay?
E’ piuttosto imbarazzante, ricordo che all’età di 8 anni quando guardavo una serie animata, cercavo di “ricreare” armi e quant’altro e poi, digitando su google - anni dopo - mi imbattevo spesso in foto di persone vestite proprio dai miei personaggi preferiti! A quei tempi mi sembrava tutto così utopico!

C’è stato qualcuno che ti ha fatto da “mentore” nel mondo dei cosplay? O che comunque è stato il tuo punto di riferimento?
No, nessuno. Semmai solo amici che mi sostenevano! Dopotutto chi fa per sè fa per tre, no?

Qual è stato il primo cosplay che hai fatto?
Il mio primo cosplay è stato quello che TUTTI/E nella vita hanno fatto, per sfizio o per voglia, ossia L di Death Note.

Invece qual è stato il cosplay che ti è piaciuto di più fare?
Il personaggio che mi piace interpretare molto è Ciel, mi ritrovo in lui e nel suo modo di pensare, mi dispiace solo di essere così alta.

L’ultimo cosplay che hai fatto qual è stato?
Yoko Littner versione natalizia, dato il periodo volevamo fare un simpatico gruppetto!

C’è un personaggio di cui vorresti fare il cosplay ma che ancora non hai fatto?
Ce ne sono molti, per ora tengo le mie priorità in testa a tutto, e per gli altri vedrò. Dopotutto devo fare chi piace a me, trovo sbagliato che una persona faccia un personaggio solo per fare gruppo.

Di solito come avviene la scelta di un cosplay da realizzare?
Può essere amore a prima vista o fissazione unica, può essere un personaggio che ho visto una volta o quello al/alla quale sono affezionata tanto.

Quando tempo ci vuole per creare un costume?
Dipende dalla difficoltà del vestito, io ho un comportamento assai ansioso nei confronti del cosplay e cerco sempre di preparare tutto il prima possibile. Per i cosplay non utopici ci posso mettere 1/2 settimane al massimo, mentre per quelli più decorati ed elaborati anche mesi.

C’è qualcuno che ti aiuta nella preparazione dei costumi? Gli accessori te li crei da sola o li compri da qualche parte?
Ho avuto al mio fianco per un periodo un mio amico, che mi ha aiutata molto, ora mi ha dato lo “start” e cercherò di fare tutto da sola. Gli accessori li ho sempre fatti da me, con vari materiali e tecniche.

Hai partecipato a dei contest durante le fiere, ecc… , hai mai vinto qualche premio?
Sì, a coppie e con gruppo! Coi gruppi ho sempre vinto, ma ora vorrei poter puntare a un “miglior femminile” e sto dando davvero l’anima per un costume.

Che vuol dire per te essere cosplayer?
Per me essere un cosplayer non è una cosa da tutti, il cosplay è l’arte dell’interpretare un personaggio, sentirti davvero lui e se sei davvero in sintonia con esso riuscire a comportarti come lui. Perchè dietro a un sorriso c’è sempre una persona che lo crea.

Hai un sito web?
Siti web riguardanti i miei cosplay no, non sono una persona egocentrica da crearsi un sito -non che le persone che lo abbiano lo siano- però mi sentirei troppo in soggezione. Come sito web sto crescendo un blog dove scrivo, ma non so se possa interessarvi.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Progetti cosplay, tanti, troppi. Tra questi Augusta Vradica Seth Nightroad di Trinity Blood, costume utopico.

I sogni nel cassetto?
Non sogno cose così fantasiose, io vorrei solo stare bene con me stessa e accettarmi come sono ed essere felice, niente di più e niente di meno.

Spero che quest’intervista ti sia piaciuta, grazie di tutto, sei stata veramente gentile!
Di niente, è stato un piacere poter condividere la mia passione con altre persone! :3



Ecco le foto dei cosplay di Neko!

Le categorie della guida