Questo sito contribuisce alla audience di

Interviste a Creativi: Susanna Viale

Biografia e intervista





Biografia
La formazione artistica scolastica di Susanna Viale è cominciata nelle scuole medie inferiori con il professore Mattana che ha stimolato in modo incisivo la creatività e la sperimentazione di nuove tecniche, per poi continuare al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Torino.

L’esperienza tecnica si è notevolmente evoluta in seguito agli stimoli e agli insegnamenti del maestro Sergio Albano della Scuola di via Perrone che la pittrice ha frequentato per 8 anni.

La vita artistica di Susanna Viale si è mescolata con gli studi infermieristici e quelli universitari di Scienze Politiche e Sociologia, acquisendo delle competenze ed una cultura incentrata sulle dinamiche sociali ed antropologiche, senza tralasciare l’interesse per la medicina con lo studio della cromoterapia e la psicologia.

L’arte è un’insieme di capacità tecniche e creatività pura mescolate con le esperienze di vita, culturali e psicologiche, da ciò si possono analizzare le varie fasi passate dall’artista: inizialmente anni 1970 fino alla fine anni 1980 ha sperimentato l’uso di vari materiali e con l’acrilico ha creato opere del genere pop-art (periodo di formazione liceale), in seguito dalla fine anni 1980 fino al 1993 è attirata il geometrismo e si diletta a dipingere colline e gruppi di casette. Dal 1994 in seguito all’esperienza psicoanalitica e sotto la guida del maestro Sergio Albano la pittura prende la strada dell’espressionismo figurativo e dei colori Fauves, l’energia creativa prima compressa si esprimeva timidamente , ma dopo un grosso cambiamento personale e psicologico è esplosa in colori accesi , contrastanti e pennellate libere da cui viene fuori tutta la vitalità e l’energia dell’artista.

La formazione universitaria e la passione per i viaggi a fatto sì che l’artista fosse attratta dai temi antropologici culturali e sociali, sono nati soggetti ispirati alle religioni orientali, alla vita quotidiana e alle sofferenze del mondo in via di sviluppo.

Non vengono tralasciate la ricerca sul corpo umano e la passione per la danza.

In questi ultimi anni si è sviluppata la ricerca sulla tecnica a spatola che ha portato a brillanti risultati e a lavori di notevole suggestione coloristica e di libertà espressiva.

L’artista ha avuto più successo all’Estero che in Italia:

in Francia un suo quadro “Festa a Trinidad” è stato usato come simbolo del”

Festival Latino Americano “della Costa Azzurra da diversi anni, il Comune di

Nizza e di Eze hanno organizzato mostre personali. A Parigi la famosa Galleria Miromesnil che ha l’esclusiva delle opere di Salvator Dalì e tratta altri artisti come Matisse, Chagall, le ha organizzato una mostra personale e coinvolta in varie mostre collettive.

In Gran Bretagna la galleria “La Mostra Gallery” di Cardiff , ha un contratto di esclusiva ed ha organizzato una personale”The Colours of Life” e collettive in permanenza nella galleria.

Negli Stati Uniti ha partecipato ad esposizioni collettive e personali nelle gallerie:”Perspective on life” Agora Gallery e Fine Art Gallery,di New York, in seguito ha firmato un contratto di esclusiva con “Artitaly”e oltre alla personale e alle collettive nello Show Room di New York ,è stata presentata nelle esposizioni dell’ Expo di New York del 2003 e del 2004 , nell’Expo Philadelphia del 2003 e a Greenville nella “City Art Gallery”.

In Canada a Montreal ha partecipato al Salone Internazionale di Belle Arti

di Montreal negli anni 2000-2001-2002 ,vincendo la medaglia d’argento nel premio artistico del SAIBAM del 2002 .

In Argentina nel 2003 a Buenos Aires è stata invitata ad esporre alla” Conferenza Internazionale delle Donne Artiste” e come rappresentante dell’

Italia a partecipare ad un dibattito sulla Situazione dell’Arte Internazionale.

In Messico è stata invitata a selezionare artisti italiani e a partecipare all’Università di Tula-Tepeji alla formazione di un Gruppo Internazionale di pittori di murales che hanno lo scopo di portare la pittura murales pubblica nel mondo, si è concepito per la prima volta il” murales viaggiante”,cioè un murales che segue la gente ,la quale non deve andare in un luogo fisso per ammirarlo, ma è il murales che si sposta.

Si è svolto a giugno 2004 il Festival “Lucero de Alba” in cui è inserito “La Ruta de Quetzacoatl en los Metros del Mundo”, il gruppo di pittori hanno realizzato un murales su pannello di legno sul tema “Quetzacoatl” che verrano esposti in tutto il mondo, nei metro e nelle Università.

L’iniziativa è stata concepita e coordinata dall’ Università Tecnologica di Tula, Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico e dal Sistema di Trasporto Collettivo Metro di Città del Messico.

Sono stati esposti (2004)nella Galleria Iztapalapa dell’ Università Autonoma Metropolitana di Città del Messico e per tre mesi alla stazione San Lazaro della Metropolitana di Città del Messico .

Cuba- Cidad de la Habana-Municipalità di Marianao, con il patrocinio dell’Università di Torino,Comitato Uni-Cuba, e l’organizzazione dell’associazione culturale TempoReale ,l’esposizione personale “La expressividad Humana y su encuentro con lo social” presso la Casa Comunitaria de Pogolotti, sub-sede Biblioteca Municipal “Enrique j.Varona”.

Inoltre: ha partecipato all’Expo di Salisburgo, all’Expo di Montecarlo, ad una collettiva “Luces y Colores Mediterraneos”in Spagna a El Puerto de Santa Maria (2001)

In Italia è stata invitata dal “Centro Arti Figurative” di Riccione per una personale(2000), altre personali si sono svolte in sale comunali:Traves (1997), Pino Torinese(2000-2004), Settimo Torinese (2000-2004), Chieri (2000); personale nella Banca Sella di Torino (2004), Banca Carife di Ferrara (2002), personale al Centro Cultura e Società di Torino;personali alla Galleria Immagine di Cremona (2001), Gran Hotel Spiaggia di Alassio (2001-2002).

Numerose sono state le collettive: a Torino mostre dal 1985 al 1994 con l’ associazione Artemisia ,Piemonte Artistico e Culturale (1999-2000-2001-2002-2003-2004) Promotrice di Belle Arti( 1999-2000-2001) Gruppo di via Perrone( 1996-1997-1998-1999-2000) molte collettive in Piemonte con “I Venerdì d’Arte” e altri gruppi,”Arte svelata” Palazzo Cisterna- Provincia di Torino(2002), “Mostra collettiva di artisti contemporanei” alla Galleria Arteincontro di Torino (2002) e altre.

“Carismatiche Atmosfere” Galleria La Pigna Roma (2002) “Strana Gente” Galleria Logos di Roma (2004),Accademia di Romania di Roma (2000),”Free Tie”, Napoli –Orto botanico “Stracci al vento”

Centro d’arte San Vidal Venezia (2001),Mostre con D’Ars di Milano a Monza

,Bergamo, Parma, collettiva al Centro Arte Puccini di Firenze (2000) e altre

Ha partecipato agli expo di Padova,Torino,Jesolo,Parma……

Partecipato alla campagna per il compostaggio del Comune di Ciriè, varie foto di opere sono state usate in riviste ,libri ed altre pubblicazioni.

Curatrice dello stand dell’Associazione Tempo Reale all’”Expo Arte di Padova”(2004).

Curatrice della esposizione internazionale “Città Nascosta” organizzata dal Comune di Ivrea e “Associazione Tempo Reale”, patrocinio Provincia di torino,Regione Piemonte ,Università di Torino.

Hanno scritto:

Simone Fappanni, Gorgio Reverdini, Elisa Bergamino, Katia Girini, Giovanni

Corsero, Ilena Balbo,Antonio Oberti, Ilaria Maddiai, Marilina Di Cataldo,

Laura Carrara, Veronica Brovedani, Silvio Biosa, Riccardo Marchina,

Antonella Bellan, Chiara Armando, Gianfranco D’Angelo,Cinzia Sfoncini ,

Mauro Cappio Barazzone, Angelo Mistrangelo, Daniela Gilardoni, F.

Rossetti,Katia Zedde, Elisabetta Peota, Rita Clemente, Rosanna Cauda,

Stefania Parmeggiani, Lia Ciatto,Sara Barbacovi, Chiara Carfi, Tiziana

Cordari, F.Mariotti, Matilde Salvatore, Costanza Reviglio, Fernanda De

Bernardi, Segio Albano, Marta Concina, Ugo Perugini, Paolo Levi, Paolo

Rizzi, Antonio Musiari, Alfonso Gonfalone, Patrizia Raineri, Cristina

Trivellin, Ezio Maglia, Elisabetta Peota , Daniela Giardini,Emilia Araiza

Articoli su:

La Stampa,Corriere di Rimini,San Mauro,Gazzetta di Parma,La città del Secondo Rinascimento,La Cronaca di Cremona, La Provincia, Arte Oggi,Corrieredi Chieri, Corriere dell’Arte, Vignettopoli, Arte e Dintorni,L’Agorà, La Nuova, Il Resto del Carlino,Le Petite Nicoise, Nice Matin,Metropoli-Firenze, L’Attenzione,Il Venerdì d’Arte, Iride, Corriere Italiano di Montreal, Terzo Millennio, Paese,La Voce, In Collina, Cento Torri,El Financiero,Unidad Hidalguense, El Sol de Hidalgo, Arte in ,Flash Art, Il Giornale,Repubblica,La Sentinella del Canavese.

La pittrice è presente nelle pagine web di numerosi siti.

Lo studio è in

Via Martini 7

10025 Pino Torinese

tel. 3392784844

e-mail info@vialesusanna.com

web www.vialesusanna.com

Susanna Viale, risponde alla nostra intervista:

La caratteristica del tuo carattere?

Amo la gente e sono curiosa

Il principale difetto?

Impulsiva

Il giorno più felice della tua vita?

Quando è nato mio figlio

E quello più triste?

Quando ho capito che il mio ex-marito mi cornificava

Il lavoro che ti ha più soddisfatto?

I “Mietitori”

Quello che ti ha più deluso?

Una incisione con la tecnica del bitume

Cosa non cambieresti mai della tua carriera?

I lavori e le mostre all’estero

La scelta che cambieresti se avessi la possibilità di tornare indietro?

Iniziare prima a fare la pittrice professionista

Hai un motto?

Carpe Diem

Come definisci il tuo lavoro?

E’ una passione, mi fa stare bene , dopo che ho lavorato mi sento più leggera ,è come avessi fatto meditazione. Mi soddisfano molto i rapporti con gli altri artisti, è una grossa crescita interiore ed intellettuale

Link correlati