Questo sito contribuisce alla audience di

Lido Contemori, illustratore

“L’immaginazione al potere” e se non si realizza va bene anche “L’immaginazione al podere”.

Lido Contemori

BIOGRAFIA:

Negli anni ottanta inizia a collaborare con vari giornali e riviste: Linus, Guerin Sportivo, Radiocorriere TV, Gazzetta dello sport. Nel 1980 comincia a pubblicare sul Satyricon, inserto settimanale de La Repubblica. Dopo dieci anni di Satyricon, sempre su Repubblica, è la volta di Mercurio, inserto culturale e poi delle illustrazioni per il Venerdì e per le pagine regionali del giornale. Ha all’attivo una decina di anni di disegni per il quotidiano ligure Il Secolo XIX. Negli anni novanta ha collaborato con la trasmissione TV Galagoal di TMC e con l’edizione italiana di Playboy. I suoi lavori appaiono anche su alcuni quotidiani del gruppo Espresso: Il Tirreno, Il Mattino di Padova, Il Piccolo, sulla rivista letteraria Il Caffè illustrato e sul mensile Andersen che si occupa di editoria per ragazzi. Ha illustrato libri per Feltrinelli, Guaraldi, Ponte alle Grazie, Atlas, Donzelli. Mostre in Europa, USA, Canada e Giappone. Ha vinto il Premio Satira di Forte dei Marmi nel 1998 e Eurohumor nel 2003.

Intervista

La caratteristica del tuo carattere?

La testardaggine e la passione, ma a fin di bene: ottenere ciò che si vuole con piacere e divertimento.

Il principale difetto?

La pignoleria.

Il giorno più felice della tua vita?

Quando è nata la mia bambina. Ho fatto un disegno per un giornale e ci ho messo dentro, mimetizzate, le lettere del suo nome: Laura.

E quello più triste?

Quando il dentista mi ha messo un ponte: per un dente 2.000 euro.

Il lavoro che ti ha più soddisfatto?

Le illustrazioni per “Mercurio”, inserto culturale di “Repubblica” diretto da Nello Ajello negli anni novanta.

Quello che ti ha più deluso?

La stampa sciatta di miei disegni per tazzine da caffè, in bassa definizione e con tutti i colori alterati che ha stravolto completamente il mio lavoro.

Cosa non cambieresti mai della tua carriera?

La decisione di lavorare molto per l’editoria e poco per la pubblicità. Come autore sono stato poco imbrigliato ed ho avuto più libertà espressiva.

La scelta che cambieresti se avessi la possibilità di tornare indietro?

Coltiverei un po’ di più le relazioni sociali al di là del lavoro: un committente può essere anche un amico.

Hai un motto?

“L’immaginazione al potere” e se non si realizza va bene anche “L’immaginazione al podere”.

Come definisci il tuo lavoro?

Un serio divertimento.

Lido Contemori , le pagine web dell’artista
http://www.illustratori.it/Staging/Members/lcontemori/Delivery/Public/ArtistHome
http://www.illustratori.org/home.asp