Questo sito contribuisce alla audience di

"Eccentrici", Bergamo, Vanjuska Moj di Nando e Maila

ultimo appuntamento della rassegna si terrà martedì 9 agosto

Presentazione e il programma
della Rassegna Internazionale di Arti Comiche “Eccentrici”
La rassegna, che ospiterà le proposte le più
interessanti del teatro “fringe” nazionale e internazionale, si inserisce
all’interno delle iniziative promosse dall’associazione Bunaluna in
collaborazione con gli Assessorati alla Cultura e alle Politiche Giovanili
del Comune di Bergamo nell’ambito di “Estate - Vivi al tua città”. Si
svolgerà al parco di Sant’Agostino in Città Alta (Bergamo) ogni martedì sera
dal 21 giugno al 9 agosto 2005 (salvo due eccezioni il 2 e il 7 luglio) alle
ore 21,30 ad ingresso libero.

L’ottavo e ultimo appuntamento della rassegna si terrà martedì 9 agosto con
lo spettacolo Vanjuska Moj di Nando e Maila (Italia).
Vanjuska Moj

Spettacolo comico-musicale

di e con Nando e Maila
regia Luca Domenicali
__________________________________________________________

“Vanjuska Moj” è uno spettacolo in cui al grande eclettismo musicale si
aggiunge una giocoleria di estrema originalità, e in cui gags,
improvvisazione, comicità spontanea e costruita, danno al lavoro un taglio
estremamente fresco ed efficace.
Nando, presentatore-impresario improbabile e vagamente “cialtrone”, presenta
la sedicente artista dell’Est Maila Zirovna: questa regge la parte finché la
sua “mediterraneità” non erompe impetuosa dando vita ad una ricchissima
galleria di musiche, ciascuna con i suoi strumenti caratteristici, le sue
melodie, le sue gags.
E’ incredibile il numero di strumenti cui si avvicendano Nando e Maila nel
corso dello spettacolo: violini, trombe, fisarmoniche, tamburi e tamburelli,
mandolini, percussioni di ogni tipo, oltre ad un uso prodigioso delle voci;
ma altrettanto incredibile é che il tutto viene eseguito in contemporanea a
numeri di giocoleria in cui clave, palline, tamburelli, sedie e monocicli
roteano incastrandosi alla perfezione tra musiche e canzoni di ogni genere,
di ogni tempo e di ogni dove.
“Vanjuska Moj” è uno spettacolo caldo e coinvolgente, ma anche poetico e
raffinato, in cui il pubblico viene spesso chiamato ad una partecipazione
musicale diretta e divertita.
__________________________________________________________

Il duo nasce alla fine del secolo scorso…nel 1999, dalla passione comune
per la musica popolare ed il teatro di strada.

“.ci piaceva la musica zingara, il circo, la commedia dell’arte, il teatro
comico, la pizza, la tarantella.etc. etc… così abbiamo incontrato Jean
Mening, Carlo Boso, Philip Radice, Marcello Chiarenza, il Cirque Baroque, .
la pizzoteca ‘Da Gennarino’. e lì Luca Domenicali ci disse:
- COMICITÀ MUSICALE! -”
__________________________________________________________

Maila Sparapani, Biografia
Laureata al DAMS nel ‘97 e diplomata al corso di “Nouveau Cirque” della
Scuola di Teatro di Bologna nel 2001, si specializza nelle tecniche aeree
dei tessuti e del trapezio all’Ecole de Cirque du Verden a Montreal in
Canada, all’ Ecole Chien de Cirque a Le Mans in Francia ed alla Scuola di
Circo Charibari di Madrid.
:: Dal ‘88 al ‘90 frequenta la scuola di teatro “Petit ecole” condotta da
Gianfranco Frelli a Jesi e le scuole di danza contemporanea del Cast V’
Piano ad Ancona e del centro Coreografico di Pesaro.
:: Tra il ‘93 ed il ‘95 partecipa al seminario “Lavoro dell’attore” presso
l’Institutet for Scenkonst tenuto da Ingemar Lindh a Pontremoli (MS), al
laboratorio teatrale con i detenuti del penitenziario S.Anna di Modena
curato dai registi Giorgio Degasperi e Vito Minoia, al seminario “Voice,
Body and Soul” con la cantante/musicista Ida Kelarova a Brno (Praga) ed
entra a far parte del Teatro della Voce di Germana Giannini, con cui
sviluppa un lavoro sulle tecniche e la sperimentazione vocale.
:: Fonda a Bologna, con altri tre attori, il gruppo “Teatro Zemrude” con il
quale sviluppa una poetica teatrale di ricerca ispirata al teatro-danza.
Realizza gli spettacoli “Tetracromia”, “Il cortile”, ed “Ombre di clown”,
con i quali partecipa a diversi festival italiani ed internazionali (Bologna
Sogna, “Isole che parlano”-Palau, “Arena”-Erlangen, Erfurt, Praga)
Con il Teatro Zemrude inizia una collaborazione stabile col gruppo teatrale
“NovoG.O. Fronta” di Praga-S.Petersburg.
:: Nel ‘96 collabora come attrice esterna con il Teatro Testoni-Ragazzi di
Bologna.
:: Dal ‘97 al ‘99 è tra i fondatori del gruppo Teatro Poetico Popolare “Ey
de Net” di Bologna con il quale realizza diversi laboratori e spettacoli tra
cui un laboratorio di musica e teatro in un campo nomadi a Modena.
Partecipa alle convention nazionali ed europee dei giocolieri a San Giovanni
in Persiceto (Bo), Edimburgo (GB), etc. e frequenta lo stage di
danza-Juggling con Sean Gandini dello Space Circus di Londra.
:: Lavora come artista di strada (comicità musicale, giocoleria,
raccontastorie, trampoli) nelle piazze italiane e all’estero (Ferrara
Buskers, Pennabilli, Concordia sul Secchia, Ravenna Buskers, S.Giovanni in
Persiceto, Castelsanpietro, Aurillac, Augsburg).
:: Approfondisce il lavoro “Dall’attore al clown” con l’attore francese Jean
Mening ed il regista Philip Radice.
:: Fonda con Elisa Taddei e Ferdinando D’Andria l’associazione culturale
“Teatro degli Stregatti” realizzando laboratori teatrali nelle scuole, e gli
spettacoli di teatro-ragazzi “Giuanna” ispirato ad un’omonima fiaba
marchigiana e “Buon Compleanno Harry!” ispirato al secondo libro della saga
del celebre Harry Potter.
:: Dal 2000 frequenta gli stage di Commedia dell’Arte diretti dal regista
Carlo Boso e partecipa come attrice negli spettacoli “Commedia in Commedia”
e ” Comici e Capocomici” in collaborazione con la compagnia Teatrovivo di
Ravenna per la regia di Carlo Boso.
Partecipa al festival internazionale del Circo a Brescia e alla Biennale di
Venezia come attrice-cantante-acrobata aerea (tessuti) con lo spettacolo di
nouveau cirque “Ombra di luna” diretto dal regista Marcello Chiarenza.
:: Nel 2003 realizza lo spettacolo di comicità musicale “Vanjuska moj” in
duo con Ferdinando D’Andria (duo Nando e Maila) per la regia di Luca
Domenicali (Microband).
__________________________________________________________

Ferdinando D’Andria, Biografia
Inizia l’esperienza artistica con lo studio privato della chitarra e del
violino.
:: Dal ‘90 si stabilisce a Bologna iscrivendosi al DAMS, ed è tra i
fondatori del “Laboratorio di Musica & Immagine” con il quale, oltre a
diversi Festival e tournee in Italia ed all’estero, realizza ” A propos de.”
CD Erosha 1992 e “Giro di basso/Colpi secchi” CD Erosha 1996.
:: Nel ‘91 studia la tromba con Paolo Fresu e dà vita con altri musicisti
alla “Banda Roncati” che registrerà per “Trasmigrazioni” CD Il Manifesto
1996.
:: Nel ‘92 organizza e segue un work-shop con Fred Frith
sull’improvvisazione e la composizione collettiva e collabora con lo stesso
Fred Frith alla realizzazione e alla registrazione dell’opera “Pacifica” CD
Tzadik, New York 1998.
:: Suona con Jon Rose realizzando “Rosemberg revised timetable” CD Erosha
1994 e con Butch Morris per la “Conduction #31″ al Podewil di Berlino.
:: Crea con Tore Panu nel ‘93 il “Duo Tornando” che si distingue per
l’eterodossia musicale e il polistrumentismo, e con il quale registra “Menù”
CD Erosha 1995.
Nello stesso anno e tra i fondatori della Scuola popolare di musica “Ivan
Illich” con la quale, oltre a dedicarsi all’insegnamento del violino, segue
diversi seminari sulle culture musicali di tradizione orale, approfondendo
in particolare il repertorio Salentino e dell’Appennino Tosco-Emiliano.
:: Nel’97 si avvicina al teatro con i gruppi “Cetrangolo” prima e con “Ey de
net” in seguito, affrontando col regista Giorgio Degasperi l’esperienza del
teatro popolare.
:: Nel ‘99 decide di approfondire l’esperienza teatrale verso il teatro
comico e di strada: dalla collaborazione stabile con Maila Sparapani nasce
il duo Nando e Maila e lo spettacolo “Circo-lando”.
Fonda con la stessa e con Elisa Taddei la compagnia “Teatro degli
Stregatti”, orientata principalmente verso il teatro-ragazzi, e realizza lo
spettacolo “Buon Compleanno, Harry!” ispirato alla saga del celebre Harry
Potter.
Parallelamente prosegue l’attività musicale con la Scuola popolare di musica
“Ivan Illich” tenendo il Laboratorio “Bandiga” e seguendo uno stage
sull’improvvisazione musicale tenuto da Tristan Honsinger.
:: Dal 2000 segue diversi stage con Philip Radice sul mimo e sul personaggio
clownesco, con Jean Menigault (Mening) e Urana Marchesini sul clown, con
Eric de Bont sul clown musicale e con Carlo Boso sulla Commedia dell’Arte.
:: Collabora come attore-musicista con la compagnia ravennate di Commedia
dell’Arte “Teatrovivo”,componendo/arrangiando le musiche degli spettacoli
“Commedia in Commedia” nel 2002 e “Comici e Capocomici” nel 2004 entrambi
per la regia di Carlo Boso.
:: Nel 2001 frequenta e si diploma al corso annuale di “Nouveau Cirque”
tenuto dalla Scuola di Teatro di Bologna approfondendo, attraverso lo studio
delle principali discipline circensi, la giocoleria e le relazioni tra
teatro, musica e circo, grazie anche alla collaborazione con il “Cirque
Baroque”.
In seguito, partecipa al festival internazionale del circo contemporaneo di
Brescia e alla Biennale di Venezia come attore-musicista nello spettacolo
“Ombra di luna ” di Marcello Chiarenza.
:: Nel 2003 realizza con Maila Sparapani lo spettacolo di comicità musicale
“Vanjuska moj” per la regia di Luca Domenicali (Microband), che debutta al
Teatro del Navile (Bologna) nel Gennaio 2004.
__________________________________________________________

Luca Domenicali (fondatore e componente della Microband dal 1984), è stato
autore, collaboratore e regista tra gli altri di Natalino Balasso, Ennio
Marchetto, Bove e Limardi, Rita Pelusio, Freak Antoni

WelfareCremona: punto laico di informazione e di impegno sociale

Festa Unità 2004, Cremona 14 Luglio, 2004

Meditando sulla Babylonia della Festa2004 dell’Unità…

I giovani in questa Festa 2004 hanno un loro spazio: Babylonia.
Spazio alternativo ma non contrapposto; ha la stessa anima pur parlando un
altro linguaggio. Parla altre lingue e diffonde buoni odori di terre
lontane, si muove al ritmo di strani tamburi.
Non sempre. A volte ripropone brandelli strappati all’oblio di
una cultura “nostrana” che fu.
Nando & Maila in una serata a Babylonia. Musicisti dalle mille abilità
strumentali (un vorticare di fisarmonica, violino, tamburelli, mandolini e
quant’altro); versatilità vocalica in una tavolozza di sfumature tra
sonorità sarde, musica sacra, canzoni popolari del Sud e del Nord; ironia
della migliore tradizione da avanspettacolo, acrobazie - mozzafiato e
insieme poetiche - su un velo morbido che si trasforma
in una fune tesa come le corde del violino che vibra la musica da
sottofondo. Signore i signori, ecco a voi Maila Sparapani e Ferdinando
D’Andria, marchigiana lei, pugliese lui, bolognesi d’adozione.
Uno spettacolo che nasce da studi di musica, di danza, di teatro, da
esperienze di osservazione di culture come quella dei rom.
Uno spettacolo che nasce soprattutto dall’anima, da qualcosa a loro non
tramandato dai geni ma dalla forza di una cultura di tradizionale orale che
trova e ritrova i modi per affermarsi. Uno spettacolo leggero leggero. con
migliaia di anni di storia alle spalle. Oggi li chiamiamo artisti di strada.
Ciò che Nando e Maila fanno oggi, ieri era Lo Spettacolo popolare, popolare
perché “del popolo”.

Far diventare “spettacolo” la cultura tradizionale, spesso è pura
mercificazione, strizzata d’occhio populista. Nando e Maila nella Babylonia
cremonese fanno ben sperare, fanno sognare e meditare su cose semplici,
genuine, intelligenti. Auguri a loro e ai giovani della Festa della “Unità
in Babylonia”.

M.T.

======================================

ECCENTRICI
Imprevedibili presenze tra musica, circo e teatro

Rassegna Internazionale di Arti Comiche

Otto serate alla scoperta della comicità contemporanea attraverso i diversi
linguaggi della scena. Spettacoli lontani dai clichè telvisivi in perenne
bilico tra un concerto, un virtuosismo ed un monologo. Performance
all’insegna dell’ironia e del grottesco scelte tra le più interessanti del
teatro “fringe” nazionale e internazionale. Artisti imprevedibili e
multiformi, o più semplicemente… Eccentrici!

21/6 Full House - Leo on tour (USA-Svizzera / <http://www.fullhouse.ch/>
http://www.fullhouse.ch)
Henry e Gaby ci regaleranno un frullato di humor newyorkese, acrobazia,
precisione svizzera, giocoleria e musica bizzarra. Uno scontro tra
personalità molto diverse ma pieno di sorprese premiato in tutta Europa. Ad
aprire la serata l’antipasto gustoso e nostrano offerto da Karmen.
2/7 Ambaradan & Erbamil - Synphonia (Italia /
<http://www.erbamil.it/synphonia/index.html>
http://www.erbamil.it/synphonia/index.html)
Uno spettacolo che vorrebbe essere un concerto, senza mai riuscirci. Un
concerto che diventa teatro comico per la maldestra inadeguatezza dei
musicisti. In linea con la tradizione comica della clownerie e in rigorosa
applicazione della famosa legge di Murphy: se una cosa può andare storta,
ci va…
12/7 The incredible Jashgavronsky Brothers - Broom, Brush, Crash
(Italia-Armenia / <http://www.jashgawronsky.com/>
http://www.jashgawronsky.com)
Il lato surreale della musica. Direttamente dall’Armenia Pavel, Nicolas e
Suren presenteranno un sorprendente spettacolo-concerto realizzato con
strumenti musicali letteralmente fatti in casa. Ammirerete e ascolterete lo
scopofònio, l’arpometto, la secchitarra, l’imbutromba, l’innaffiasax,
l’erotic pipe, la tubarimba ed una imperdibile batteria da camera o meglio
da bagno… Giocheranno con naturalezza con i più svariati generi musicali
in uno show che miscela comicità e virtuosismo, teatro e musica, ironia ed
invenzione.
19/7 Teatro Glimt - …2 minuti, e apriamo! (Danimarca-Chile /
<http://teatroglimt.jones.dk/> http://teatroglimt.jones.dk)
Un bar. Una strana coppia. Una storia d’amore, odio, passioni e gelosie. Un
improbabile anniversario di matrimonio raccontato mescolando teatro, circo,
flamenco, contorsionismi, musica dal vivo e acrobazie aeree. Il tutto
condito con un po’ di humor, un po’ chileno, un po’ danese.
26/7 Peter Weyel - Herr Hundertpfund (Germania /
<http://www.peterweyel.de/> http://www.peterweyel.de)
Probabilmente di malumore ma abilissimo nelle arti circensi (sostiene di
allenarsi 12 ore al giorno da 16 anni…), il “Signor 50 chili” vi
sorprenderà con uno show grottesco dove non distinguerete la realtà dalla
finzione. Dotato di un umorismo inclassificabile, proporrà una serie di
numeri originali e imprevedibili.
2/8 Tony Clifton Circus - Hula Doll (Italia /
<http://www.tonycliftoncircus.com/> http://www.tonycliftoncircus.com)
Uno spettacolo di comicità estrema o meglio di estremismo comico, in bilico
tra il nosénse e la perfòrmance provocatoria. In scena due clowns acidi, un
musicista e 15 pesci rossi ammaestrati si abbandonano alle loro fantasie
ludiche non meno che al loro istinto nero.
5/8 Rita Pelusio - Suonata (Italia / <http://www.ritapelusio.com/>
http://www.ritapelusio.com)
Teresa. Una ragazzina, un grillo con la gonna, una buona coscienza con una
fantasia fervida, a volte spietata. La protagonista è così, come un cartone
animato suona, ride, canta seduce e sussurra con la leggerezza di chi è lì
casualmente, di passaggio. Uno spettacolo comico-musicale condotto ad un
ritmo altissimo, disseminato di gags surreali e irresistibili.
9/8 Nando e Maila - Vanjuska Moj (Italia / <http://www.nandoemaila.it/>
http://www.nandoemaila.it)

Un presentatore-impresario improbabile e vagamente “cialtrone”, una
sedicente artista dell’Est. Una coppia di artisti poliedrici che al grande
eclettismo musicale aggiungono una giocoleria di estrema originalità. Uno
spettacolo caldo e coinvolgente, ma anche poetico e raffinato, in cui il
pubblico viene spesso chiamato ad una
partecipazione musicale diretta e divertita.

Direzione artistica Lorenzo Baronchelli

Bergamo - parco di Sant’Agostino

12 giugno - 9 agosto 2005

Inizio spettacoli ore 21,30

Ingresso libero
email: info@ambaradan.org
url: www.ambaradan.org