Questo sito contribuisce alla audience di

Stagione vendemmiale 2005

Il mercato del Soave

TENUTA NEI PREZZI E ATTENZIONE ALLA QUALITA’ IN
VIGNA: IL SOAVE E’ PRONTO PER LA VENDEMMIA 2005

Un’attenta gestione delle produzioni, un ulteriore recupero sui prezzi ed
una nuova e forte attenzione del mercato verso il Soave sono gli elementi
più significativi di questa fase congiunturale per il Soave. La
denominazione è riuscita infatti a concertare tra i produttori
progettualità, tutela e valorizzazione rilanciando con forza il più
importante vino bianco italiano da vitigno autoctono puntando, con costanza
e determinazione, su un ottimale rapporto qualità/prezzo. Una filosofia
produttiva che ha sempre caratterizzato le aziende del Soave ma che si sta
rivelando ancor più strategica negli ultimi anni. Dagli ultimi dati
elaborati dal Consorzio risulta evidente come il mercato stia premiando il
Soave; le giacenze sono oggi ridotte al minimo storico soprattutto per
quanto riguarda il Soave Classico.
Il Soave è quindi ritornato leader nel mercato dei vini veronesi recuperando
negli ultimi tre anni il 21% del proprio valore mentre il Soave Classico è
arrivato quasi al 30% (+16% del valore nel solo 2004). Questo proprio grazie
al forte ritorno del consumatore a prediligere vini bianchi prodotti da
vitigni autoctoni italici che presentino un buon rapporto qualità/prezzo,
come è per l’appunto il caso del Soave.
Pur delimitata infatti in un’area relativamente ristretta, poco più di
12.000 ettari, i vigneti iscritti alla DOC Soave e Soave Classico sono più
di 6.500 ettari, rappresentando quasi un 30% della potenzialità produttiva
regionale dei vini DOC e circa il 40% della provincia di Verona.
Il Soave, quindi, sia dal punto di vista dell’importanza economica che per
la specificità delle produzioni (fin dal secolo scorso è stato indicato come
l’unica area veronese vocata per la produzione di grandi vini bianchi),
assume, nell’articolato panorama dell’enologia italiana, un ruolo di
riferimento.
http://www.ilsoave.com/it/home/
http://www.arcoledoc.com/
www.ilsoave.com