Questo sito contribuisce alla audience di

La compagnia teatrale La Mansarda

Vince il XXIV Festival della città di Padova

Grande successo al XXIV Festival Nazionale del Teatro per Ragazzi della città di Padova per la compagnia teatrale casertana La Mansarda, che da anni si dedica al teatro per l’infanzia e la gioventù.

Domenica, 4 dicembre, infatti la giuria del festival ha proclamato vincitore lo spettacolo “ANDERSEN´S DREAM”, di Roberta Sandias per la regia di Michele Monetta presentato dalla Compagnia La Mansarda di Caserta, per la capacità del copione di mettere in scena il simbolismo di Andersen, sapientemente in bilico tra sogno, malinconia, desiderio e sua realizzazione, con la capacità di mostrare l´essenziale e di lasciare nell´indefinito, affidandolo alla fantasia dello spettatore, quello che andava solo evocato.
Per la bravura degli attori nella recitazione, nelle voci e nell´uso del corpo come strumento per creare poesia. Per la scenografia, che in linea con il resto dello spettacolo ha fatto della sobrietà una risorsa e della ingegnosità “coreografica” un racconto nel racconto, di forte emozione spettacolare. Per la raffinatezza della regia, che ha saputo creare un perfetto connubio tra attori, scene, rimandi culturali (da Goldoni a Jonesco a Charlot), e puntuali realizzazioni musicali, tra marcette, operette e carillon, pronte a diventare una serenata di sentimenti.

In scena, oltre all’autrice Roberta Sandias, Maurizio Azzurro, Gennaro Di Colandrea, Paola Maddalena, Pietro Marullo.
Lo spettacolo, consigliato ai bambini e ragazzi dai 7 ai 13 anni, è liberamente ispirato a “Le calosce fatate”, una delle fiabe meno note del grande scrittore danese Hans Christian Andersen, di cui quest’anno ricorre il bicentenario della sua nascita.
Uno spettacolo, dal forte impianto surreale, che si basa sul desiderio. Cos´è il desiderio se non una mancanza, un vuoto da colmare? Con la complicità di due energie differenti- la fata del dolore e la fata della felicità che ricordano il dualismo cosmico presente nella cultura occidentale e orientale - la vicenda si muove in maniera leggera, attraverso una disputa di opposte opinioni tra le due fate che si confrontano sulla possibilità di cambiare i destini degli uomini realizzando i loro sogni, o opponendosi ai loro desideri anche più elementari.
E così, grazie ad un paio di calosce fatate, una guardia notturna, un poeta ed uno studente, si vedono catapultati in situazioni oniriche che dimostrano che non sempre la soddisfazione dei propri desideri porta alla felicità. In fondo cosa sarebbe una vita senza desideri…senza vuoti da colmare?
Lo spettacolo “Andersen’s dream” sarà in scena al Teatro Ricciardi di Capua, nell’ambito della V Rassegna Teatro Ingarbugliato organizzata da La Mansarda in collaborazione con la libreria Guida Capua e l’ass.Architempo, il 15 e il 16 dicembre alle ore 10,00.