Questo sito contribuisce alla audience di

Teatro Guglielmi Massa

I Classici nostri Contemporanei

TEATRI DI TOSCANA
COMUNE DI MASSA FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO

17 gennaio 2006 ore 21,15
Compagnia Elsinor presenta MISURA PER MISURA
di William Shakespeare
regia Fabio Sonzogni
con Gabriele Parrillo, Giovanni Franzoni, Cristina Spina, Stefano Braschi, Mauro Malinverno,
aiuto regia Mauro Babini
costumi Beatrice Laurora

Su una tipica trama da commedia costituita di false identità, dissimulazioni e travestimenti, Shakespeare evidenzia l’eterna propensione del potere a mutarsi in violenza e sopraffazione, e si interroga sui grandi temi della giustizia, della politica e del rapporto stesso fra politica ed etica. Ma va ancora oltre, mettendo a nudo le perversioni dell’animo umano in una società, quella fastosa dell’antica corte e città di Vienna, che non conosce valori e dove qualsiasi visione di moralità religiosa e civile è solo ipocrisia. Tutta la vicenda si svolge al cospetto della presenza-assenza del Duca Vincentio che, da attore consumato e sapiente regista, ordisce la trama e gli sviluppi dell’azione. I personaggi di Angelo, despota puritano, Isabella, vergine virtuosa, il condannato Claudio, di lei fratello, sono colti nella comune incapacità di distinguere tra giustizia e pietà, sullo sfondo una città abitata da mezzani e prostitute, da bisogni elementari e istintività. Ci sarà un lieto fine, anche se sconcertante, a coronare questa tortuosa esplorazione della natura umana.

giovedì 23 febbraio, ore 21,15
A.T.I.R. presenta TROIANE
da Euripide con innesti dall’Iliade di Omero
progetto e regia di Serena Sinigaglia

“L’Iliade è un poema di guerra, è fatto dagli uomini e a parlare sono i vincitori. Le Troiane è un poema sull’orrore della guerra, è fatto da donne e a parlare sono gli sconfitti” nelle parole di Serena Sinigaglia il senso di questo spettacolo che è innanzi tutto uno spettacolo dedicato alle vittime di tutte le guerre. La regista ha affiancato ad attori professionisti dieci giovani attori disposti a lavorare gratis. Agli uomini ha affidato alcuni squarci paralleli, tratti dal poema omerico (e questa è la narrazione passata), alle donne il testo di Euripide, tradotto da Laura Curino (e questa è l’azione presente). Due distinti piani, come due sono i testi proposti, come due sono spesso le modalità che caratterizzano il fare teatro: la narrazione e l’azione.

sabato 11 marzo, ore 21,15
Teatro delle Albe/ Ravenna Teatro presenta I POLACCHI
da “L’irriducibile Ubu”, di Alfred Jarry
regia e adattamento di Marco Martinelli
con Ermanna Montanari, Mandiaye N’Diaye, MaurizioLupinelli con i 12 Palotini
scene e costumi Cosetta Gardini, Ermanna Montanari
progetto luci Vincent Longuemare
assistente luci Francesco Catacchio

“Non è una rappresentazione. Ubu re è un testo irrappresentabile. Non è una “messa in scena”, è una “messa in vita”. Così legge il testo Marco Martinelli, adattatore e regista dello spettacolo. Dal suo debutto nel 1998 I polacchi è una pièce che non invecchia, ma al contrario mantiene la sua forza dirompente, a dispetto del tempo e persino degli attori in scena; in questa versione vedremo un nuovo coro di giovanissimi e debuttanti palotini. Lo spettacolo continua a calcare le scene di teatri e festival in Europa con energia sempre rinnovata: atmosfere che colpiscono nel segno ed incursioni in platea del suo esercito di attori sono una botta di fresca energia.
Alfred Jarry assume il Mito di Ubu e lo sposta dall’oralità al livello della grande letteratura, dell’avanguardia simbolista del nuovo teatro, da qui è partito Martinelli nella sua rilettura afro-romagnola.

Costi Biglietti per singolo spettacolo:

Biglietto intero 10,00

Biglietto ridotto 8,00 (minori di 25 anni e maggiori di 65)

Abbonamento tre spettacoli 20,00 (studenti e associazioni)

Per confermare la adesione chiamare il numero 333 3546020, attivo dal lunedì al sabato dalle 10 alle 12,30. L’abbonamento potra’ essere ritirato il 7, 9, 14 e 16 gennaio presso la biglietteria del teatro Guglielmi aperta dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19.