Questo sito contribuisce alla audience di

Elastique

Festarte '05-06

Provincia di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali,
AssoArtisti, Federculture
In collaborazione con:
NEXT EXIT creatività e lavoro, LOSINGTODAYthe indie music magazine, CTS
Media partner:
GO- CARD
FESTARTE ‘05-06
UNA NUOVA GEOGRAFIA DI IDEE
da un’idea di LORENA BENATTI

ELASTIQUE
una mente elastica in un corpo rigido, un’idea versatile per un legame forzato…equilibrio tra opposti? Elastique, gioco di tensione tra corpi e suoni.
AL TERMINE DELLA SERATA UN CONCERTO DEI MONOLAKE

BRANCALEONE - Via Levanna, 11 - ore 22
sabato 18 Marzo (biglietto: 5 euro fino alle 24, dopo le 24 8 euro)

Sabato 18 marzo al Brancaleone( via Levanna,11 ) alle ore 22 FESTARTE, l’appuntamento mensile nato da un’idea di Lorena Benatti e progettato da curatori d’arte che mettono in scena il dialogo fra le varie espressioni e forme d’arte dei nostri giorni nell’interpretazione di giovani artisti, presenta con” un’idea versatile” ELASTIQUE. Curatore dell’evento Paolo Cingolani per la sezione Performance di danza, sperimentazioni musicali e le immagini video
. Protagonisti della serata saranno: Paolo Cingolani e Aida Laterza per la danza; Fioralba Lombardo per la danza-video; Marcello Liberatoper le improvvisazioni musicali interattive. Il dj set a cura di Losingtoday è in via di definizione.

Tre performer danzando, si insinuano legati con grandi elastici, tra il pubblico giocando, interagendo, creando una relazione empatica e fisica. Componendo una possibile metafora delle difficili ma possibili relazioni interumane.
Un Tappeto sonoro, con musica elettro-acustica improvvisata che il musicista svilupperà tra il pubblico con gli oggetti che troverà loro addosso e intorno a loro, e proiezione video in simultanea faranno sfondo alla danza
In questo caso il suono è nel mezzo elastico (aria) e nel mezzo rigido (terra), fatto di corde e membrane, “spaghettini” e ciotole, la relazione tra le piccole parti manciate di secondi ed il tempo di arrivare e quello per andarsene. Suoni grezzi molto musicali elaborati per caso e per caso scorrazzanti tra le casse e tra le persone.
I tre performer entrano nello spazio lentamente, come se si presentassero all’osservatore collegati, lasceranno poi emergere gradualmente una danza basata sull’idea di estensione-restringimento, sul tendere/verso - opporre/resistenza.
Ricerca per una metafora della dinamica delle relazioni tra singoli, dove la presenza di elementi opposti crea equilibrio. Quando un corpo tende fisicamente verso la gente che osserva, desiderando di lasciarsi avvolgere, viene ostacolato dal movimento degli altri due che si spostano in direzioni differenti.
La danza evolve trasformando l’ostacolo degli elastici in veicolo di unione.

La serata prosegue con la programmazione del Brancaleone che propone il cencerto dei MONOLAKE. Direttamente da Berlino, i Monolake sono un gruppo fondamentale per il nuovo corso della musica elettronica. La loro musica, infatti, è una continua esplorazione del suono e della ritmica, supportata da una competenza tecnica fuori dal comune per artisti che si prodigano in territori sostanzialmente “techno”. Nati da un’idea di Robert Henke, Monolake conta ormai un’attivita decennale, che giunge ai festeggiamenti con il nuovo album “Polygon cities”, che presenteranno in anteprima ed esclusiva.

Curatore: Paolo Cingolani
Formazione: in danza contemporanea, release tecnique, contact-improvisation, improvvisazione
Ha studiato nelle scuole di: Howard Sonenklar (CEM Lisbona) - L’Officina CAD di Paola Rampone - Stages e workshops: N. Stark Smith, K. Simson, F. Faust, A. Hardwood, P. Kuypers, J. Curtis, D. Lepkoff, J. C. Molina, V. Mantero - Ha partecipato nel 04 a FestArte nel progetto “Fireheart”, e al progetto di G. Maiorino “Anarchistas” prodotto dal Dansateliers di Rotterdam e dal Danswerkplaats di Amsterdam,messo in scena a Fabbrica