Questo sito contribuisce alla audience di

Incontro con l’artista Enzo Facilla

“Con sentimento” Viaggio poetico musicale attraverso le canzoni.

Presenza Lucana presenta: incontro con l’artista Enzo Facilla. “Con sentimento” Viaggio poetico musicale attraverso le canzoni.

Venerdì, 10 marzo 2006, all’Associazione Presenza Lucana è intervenuto, per la cartella “Incontro con l’artista”, il cantautore tarantino Enzo Facilla, interprete del bel canto napoletano, tarantino e nazionale, che in una piacevolissima serata ha intrattenuto un folto pubblico coinvolgendolo in un viaggio poetico musicale attraverso le canzoni.
Il presidente dell’Associazione Michele Santoro, nella presentazione ha affermato che il cantastorie “trae spunto, per le sue composizioni, dall’osservazione attenta della realtà per poi trasferire, con le ballate, le tradizioni e la lingua appartenuta ai nostri padri”.
Il titolo dell’appuntamento, trattato è “Con sentimento” che, in questo caso, è quell’amoroso, formato da liriche e canzoni che Enzo, con cura e passione, è riuscito a mettere insieme per creare un percorso lirico musicale nuovo.
Sono appunto i sentimenti, nella molteplicità delle forme espressive, che hanno dato lo spunto per la costruzione di questo nuovo percorso lirico canoro, nel tempo, dell’artista Facilla.
Nella sua esposizione l’artista ha evidenziato come ogni argomento da lui interpretato, in chiave musicale, è frutto anche di ricerche storiche che gli permettono di comprendere meglio i sentimenti ed apprezzarli. La filosofia greca con Epicuro afferma che i sentimenti sono negativi per l’animo umano e che pertanto vanno eliminati, perché fonte di sofferenza; certamente questo non può avvenire poiché i sentimenti fanno parte della vita dell’uomo e privarsene equivarrebbe a “morire da vivi”.
L’amore è certamente il sentimento più trattato nella poesia, tanto che anche il sommo poeta Dante Alighieri compose per Beatrice, già nel ‘300, il sonetto “tanto gentile e tanto onesta pare…..”
Nell’itinerario formato dalle canzoni, Facilla ha dato largo spazio alla canzone napoletana, interpretandola con gusto e padronanza della lingua.
Le canzoni sono state intercalate dalla lettura di liriche e dal racconto d’aneddoti legati alle stesse o ad i suoi autori.. In questo campo, il presidente Santoro, studioso della materia, è intervenuto per raccontare altri aneddoti legati alle canzoni o agli autori delle stesse.
L’amore della mamma verso il figlio, è stato raccontato con una memorabile pagina di Manzoni , de “I Promessi sposi”. Una madre Cecilia, tutta vestita di bianco che incede verso i monatti, tenendo tra le braccia, il corpicino della sua bambina morta per la peste.
Anche la nostalgia fa capolino nelle canzoni, un sentimento subdolo, a volte dolce, spesso amaro verso la propria terra. Lo stesso Dante fu esule tanto da dire “…come sa di sale lo pane altrui….”. La nostalgia per i propri cari è un sentimento comune perché, spesso, molti si sono allontanati per fame dalla terra natìa; Leonida da Taranto diceva, a questo proposito, che la lontananza dalla sua terra era come la morte..
Il cantautore Facilla ha chiuso la serata con l’esecuzione di sue canzoni molto divertenti. Nel contesto generale il pubblico ha apprezzato ed applaudito il percorso “Con sentimento” proposto.
Amore e sentimento si sono mescolati, in continuazione, creando sussurri e brividi nel profondo dell’animo umano.
Quali emozioni riesce un poeta a dare con le sue liriche?
Quanto trasmette, un artista, con l’interpretazione e con il suo canto-dialogo?
Facilla con la sua brillante e chiara rappresentazione di circa un’ora, ha fornito le risposte, ai presenti, trasferendo, con un percorso lineare, brio, nostalgie, ricordi ammalianti.
Alla fine è stata consegnata all’artista Enzo Facilla la pergamena di Presenza Lucana in ricordo di un’intensa serata vissuta per il piacere di stare insieme.
La città deve essere riconoscente al lavoro svolto da chi, osservando attentamente la realtà, ha raccolto, nel tempo, dati e notizie che, trasformati in ballate, hanno permesso il recupero delle tradizioni e della lingua appartenuta ai nostri padri.
(di Michele Santoro)
Associazione Culturale e Sociale, Presenza Lucana
Via Veneto 106/a Tel. 099/7384301
Cell 338.4945141
E-mail: presenzalucana@libero.it