Questo sito contribuisce alla audience di

Patrizia Grieco

Mediterraneo - Ceramiche e Terracotte

La Musicalbox e’ lieta di presentarvi Mediterraneo : Mostra di Scultura di Patrizia Grieco ospitata dal Comune di Treviso , che gentilmente ha messo a disposizione la sala p.t del celebre Palazzo Scotti . Dal 23 giugno al 5 luglio questa mostra potra’ riempire le vostre anime di… Mediterraneita’ : ceramiche dai colori luminosi vibranti sintesi di antiche tradizioni e ricerca continua del non conosciuto

Mediterraneo : Espressione di un sentimento che proviene dal ventre della terra e passa attraverso l’acqua salata del mare.

Mediterraneo, questo titolo non nasce da cio’ che realmente e’ il Mediterraneo , ma da cio’ che ormai rappresenta nell’immaginario collettivo: basta pronunciare questa parola per immaginare terre rigogliose , bagnate da mari pescosi, attraversati da barche di uomini attesi da donne con pelli abbronzate e capelli riflessati dal sole.

I popoli che anche in passato hanno avuto l’odore del mare “speziato” da quel caldo odore d’Africa nelle narici , da quando son nati hanno visto di fronte una linea cangiante , un limite tra due elementi che abbiamo nel sangue : l’aria , l’acqua, ed e’ stato impossibile resistere a questo richiamo , i legami erano forti ma il bisogno di conoscere di puntare dritto verso quella linea da cui spesso uscivano navi mercanti, lo era di piu’.

Da questa realta’ nasce lo spunto per questa mostra , e non solo per essa , ma per cio’ che in questo momento amo maggiormente rappresentare , l’irrequietezza , la ricerca forse di noi stessi nei popoli che abbiamo ancora nel nostro sangue, la capacita’ di guardarci dentro e la speranza di non trovare le nostre paure.

Il percorso nasce simbolicamente dal richiamo dell’ignoto , dell’avventura , di una donna fatta di terra , dai capelli ribelli , non bellissima ma con il fascino della terra e la spontaneita’ , la freschezza della brezza del mare, dal richiamo del mare che e’ rappresentato da due sirene che si danno la voce .

E andiamo verso le strade non conosciute , verso la rappresentazione della tentazione , fatta di fuoco ma dal volto accattivante quasi ironico , un diavolo .

Il percorso continua, perche’ dopo ogni stadio volenti o nolenti si tiran le somme e rimanendo soli con se stessi si ci guarda allo specchio e si ci vede diversi da quello che crediamo , nella rappresentazione un uomo che si specchia e si sgomenta alla visione di se stesso diverso , tratta dall’immagine dell’odissea di Circe che parla ai compagni di Ulisse:

“Uomini, non avrete piu’ valori che vi assillano, non sarete piu’ gli eroi che tutti vogliono , non dovrete piu’ subire le avventure che il coraggio vi impedisce di evitare”, e ancora una sirena sporca di fango che innalza un calice nell’atto di mostrare limpidezza .

Una volta liberati dalle catene che ci legavano ci si accorge che esse erano lente , e bastava alzare le braccia , per liberarsene. Ma nulla va via per sempre , anzi l’eta’ costituisce una sacra saggezza ma e’ formata dalle stelle e dai riflessi del nostro vissuto che dal petto simbolicamente entrano nella ragione.

Patrizia Grieco

Inaugurazione: 23 Giugno alle 18.00. Sara’ presente l’artista.

Palazzo Scotti (Comune di Treviso)
via Toniolo - Treviso