Questo sito contribuisce alla audience di

Davide Benati

Opere recenti

La mostra personale di Davide Benati alla Saletta Galaverni di Reggio Emilia chiude un anno particolarmente importante nel percorso espositivo dell’artista reggiano: nel febbraio scorso, Benati ha tenuto, alla Galleria Marlborough di Monaco, una vasta mostra personale, “Aria”, presentata in catalogo da un racconto inedito di Antonio Tabucchi. Il successo dell’esposizione ha indotto la Marlborough - una delle piu’ importanti gallerie internazionali, con sedi in grandi citta’ quali New York, Londra, Madrid, Zurigo, e con rapporti con alcuni degli artisti protagonisti del mercato mondiale dell’arte - ad includere Benati negli artisti che il gruppo rappresenta in tutto il mondo.

L’esposizione alla Saletta Galaverni - realizzata in collaborazione con la Galleria Marlborough di Monaco - presenta alcuni grandi dipinti su tela, ed opere su carta, che proseguono e sviluppano l’ultima ricerca dell’artista: uno degli elementi formale del tradizionale linguaggio di Benati, quelli che lo resero famoso negli anni Ottanta e Novanta, vine reiterato e sovrapposto, quasi ossessivamente, dando vita a immagini che si vestono di colori cangianti e che ruotano in ogni direzione dello spazio, creando visioni, ora sature e cupe, ora lievi e luminose, di un altrove indefinibile, evocatore di sentimenti e di slanci, di nostalgie, di desideri, di misteri.

Davide Benati (Reggio Emilia, 1949) tiene la mostra d’esordio alla galleria “Il Giorno” di Milano nel 1972, ed espone successivamente in mostre personali e di gruppo, in spazi pubblici e in gallerie private, in Italia e all’estero, tra le quali vanno ricordate le due partecipazioni alla Biennale di Venezia (1982, in “Aperto”, e 1990 con una sala personale) e le mostre antologiche a Modena (Galleria Civica, 1989) e a Reggio Emilia (Civici Musei, 1992). Nel settembre 2003, nell’esposizione personale a Palazzo Magnani, intitolata “L’inafferrabile consistenza delle cose”, l’artista presenta dieci grandi trittici di cm. 200 x 300, che possono essere definiti gli incunaboli delle opere recenti: Benati rivisita alcuni dei cicli cui aveva lavorato negli anni Ottanta e Novanta, con sorprendenti innovazioni nella costruzione dell’immagine e nei colori, che esaltano ancora di piu’ la forza espressiva e l’impatto visivo delle sue opere.

Inaugurazione: sabato 2 dicembre alle ore 18.30

Saletta Galaverni
Via dell’Aquila, 6/c ­ Reggio Emilia
Orari: Dal lunedi’ al sabato 9.30-12.30 e 16-19.30, giovedi’ e festivi solo su appuntamento