Questo sito contribuisce alla audience di

Doppia personale

Paolo Icaro e Claudio Olivieri

La seconda mostra della stagione espositiva della Galleria White Project di Pescara prevede la doppia personale di Paolo Icaro e Caludio Olivieri. Questa mostra nasce con l’intento di portare il valore della storia all’interno di una giovane spazio espositivo. Un nuovo progetto che mette in contatto due grandi Maestri dell’arte visiva degli anni Sessanta e Settanta con una dimensione diversa: non il museo, ma l’ambiente dinamico di una galleria rivolta all’ esperienze piu’ nuove.

Lo spazio e’ una sorta di percorso attraverso il tempo, avanti ed indietro senza una direzione precisa. Il tempo stesso si ferma, le opere piu’ vecchie si fondono alle nuove, si vede il linguaggio, si vede il percorso che Paolo Icaro e Claudio Olivieri hanno affrontat, ma cio’ che alla fine predomina e’ il valore assoluto della ricerca. Una ricerca straordinariamente intima per entrambi.

La luce modula gli oggetti, riempie gli spazi, accende i colori e ci permette la percezione del mondo esterno. Claudio Olivieri, in questo senso rappresentando la luce racchiude nello spazio definito di una tela, il mondo conosciuto. Le sue sono modulazioni, sono veli che si sovrappongono gli uni sugli altri con una continua tensione verso la perfezione dell ’assoluto. Gli elementi geometrici che circoscrivono il colore nelle prime opere si sfumano fino a diventare impercettibili ed inesistenti. La ricerca si rivolge alla purezza, non di una forma unica, ma delle infinite possibilita’ che l’inconsistenza eterea offre. Assolute ed immateriali le opere di Olivieri si ritrovano a confronto, perse in un dialogo muto con il lavoro di Paolo Icaro.

Questi crea un percorso di trasformazione e di purificazione del materiale che porta all’opera d’arte. Matematica e filosofia sono il motore del mondo che Icaro ci propone. Il pensiero e’ denso e costante, ogni gesto ha un significato, ogni forma si ancora ad un concetto preciso. L’ispirazione viene dalla natura, dal mondo che ci circonda, ma tutto questo viene scomposto e ricomposto in un modo proprio, in una misura propria.

Immagine: Claudio Olivieri, “ in gaudio “ 2000, olio su tela cm 120 x 80

Inaugurazione: sabato 16 dicembre alle ore 19.00

White Project arte contemporanea
V.le Vittoria Colonna 63 - Pescara