Questo sito contribuisce alla audience di

Paolo Bertani

Sculture illuminate

Una nuova esposizione allo spazio Godot di Reggio Emilia. Le Sculture illuminate dell’artista reggiano Paolo Bertani arrederanno lo spazio di Vicolo Casalecchi.

Bertani e’ stato ispirato dal millennio ed ha creato oggetti che sono composti da ritagli di metallo abbinati assieme ed armonizzati in una progressiva ascesi verticale dominata dalla testa delle strutture, talora a forma di petalo, di sole, di luna. La lettura in senso verticale, delle sue opere, suggerisce il senso dell’ attesa che permea questi anni del nuovo millennio, un’ attesa fatta forse di inquietudine, come la disposizione degli elementi decorativi che lo stelo suggerisce, inquietudine che si stempera con l’ elemento in cima, simbolo di nuove aspettative, di nuove armonie.

E’ singolare che Bertani riesca a trasformare materiali poveri quali il ferro e il rame di recupero, in qualcosa d’ unico e forse d’ alchemico. I metalli delle sculture illuminate sono come parole semplici ed antiche che, riunite assieme, formano una poesia alta e chiara. Quelle parole sono parole di tutti i giorni, Bertani e’ stato in grado di legarle in un’ armonia superiore, ma riconoscibile. Lo stupore in chi osserva le sue opere e’ proprio in questo: riscoprire il fascino nascosto del quotidiano. Vorremmo tutti plasmare le nostre quotidianita’ in qualcosa di nuovo: Bertani c’e’ riuscito, ha trasformato il metallo senza vita in qualcosa che illumina ed emana senso di calore.

Un percorso fatto di idee, pensieri, attese, turbamenti e materiali poveri quali ferro e rame, ritagliati e piegati al fine di elevarne la natura, la necessita’ primaria, a questo punto, diventa quella di dare vita a tali elementi senza calore, freddi e inermi, di plasmarli e armonizzarli per allontanarli dalla loro essenza iniziale, di ridimensiornarli in nuovi contorni, sotto aspetti ad essi estranei, di farne inedite specie di petali, di soli e di lune, imperituri richiami del mondo circostante.

Paolo Bertani, nato a Reggio Emilia nel 1945, ha frequentato negli anni sessanta l’ Istituto d’ Arte ”Gaetano Chierici”, dedicandosi al settore oreficeria - metalli. Bertani si e’ poi dedicato con successo alla fotografia artistica.

Galleria Godot
vicolo Casalecchi, 3 - Reggio Emilia