Questo sito contribuisce alla audience di

Partecipazione gratuita

Mille artisti per l’unità. Omaggio a Giuseppe Garibaldi

A quasi 150 anni dall’avvenuta unità d’Italia, quella aspirazione all’unificazione di territori e popoli divisi da montagne e percorsi diversi, ci appare, seppur non ancora compiutamente realizzata, una storia lontana.
In un vivere globalizzato, dove il pensiero attraversa quotidianamente gli oceani e tutto interagisce con una istantaneità che ignora le distanze fisiche e mentali, ogni piccola aggregazione prelude a nuove, sempre più grandi confluenze di popoli e culture accomunate dal bisogno imprescindibile di comunicare alla ricerca di condivisioni che garantiscano la continuità della specie e la qualità della vita.
Concetti che, per quanto diversamente intesi, sempre più abbisognano per la loro affermazione di flussi continui di comunicazione in ambiti istituzionali che mirino al progressivo superamento di ogni antica frontiera.
Quando però la continuità della specie e la qualità della vita si collocano lontano dalla naturalità delle cose e si confondono con l’affermazione e la massima diffusione di meccanismi che sottostanno a logiche astrattamente economiche, allora l’umanità resta imbrigliata in un divenire che, in nome di una errata concezione della società, rischia di appiattire le differenze e segnare la morte dell’individualità.
Con la coscienza profonda di quanto l’unità sia fondamentale ma con altrettanta coscienza dei pericoli che essa comporta, l’arte rende omaggio, nel duecentennale della nascita, ad un uomo che per l’unità si è strenuamente battuto.
Uno evento straordinario, quello di oggi, attraverso il quale mille artisti, di per sé portatori e sbandieratori di specificità individuali, insieme confermano, e a gran voce, il valore dell’unità quale momento essenziale per la difesa ed il pieno sostegno della diversità. (Giuseppe Salerno)

Partecipa con un’opera a parete della dimensione di cm. 50×50 (l’opera dovrà essere munita di una sola attaccaglia centrale)
oppure con un lavoro tridimensionale le cui misure non superino cm. 50×50x50 (l’opera verrà posizionata a terra).
Il tema è libero.
Scrivi sul retro dell’opera in modo chiaro e a stampatello il tuo nome e cognome.
Consegna personalmente l’opera a Roma in Via Mazzacurati 61 nei giorni 30 e 31 maggio tra le ore 11.00 e le 20.00.
Il ritiro dell’opera avverrà a conclusione della manifestazione il 6 giugno (ore 20.00/23.00) oppure il 7 giugno (ore 11.00/16.00)

Nell’aderire sollevi l’organizzazione da ogni responsabilità derivante dalla custodia dell’opera.
Nel giorno di inaugurazione (sabato 2 giugno alle ore 18.00) indosseremo tutti una camicia rossa.

Una pubblicazione che conterrà la documentazione fotografica dell’evento verrà edita a manifestazione conclusa.

Conferma subito la tua partecipazione a: salernogiu@tiscali.it
indicando: nome, cognome e recapiti telefonici

città: Roma
luogo: IL MITREO, in Via Mazzacurati 61-63
tempi: 2/6 giugno 2007
inaugurazione: 2 giugno ore 18.00