Questo sito contribuisce alla audience di

Urs Luthi

Art is the better life

Le storie vere che diventano racconto sono false, ma quelle false hanno almeno una possibilità di diventare vere. Elias Canetti

Nel 1969, con I’ll be your mirror, Lüthi arrichisce la sua esperienza di pittore e di creatore di oggetti d’arte misurandosi con la fotografia: realizza una serie di istantanee scattate proprio a Milano, in Piazza Duomo, che ritraggono se’ stesso ed i passanti. La sua fotografia si presenta da subito biografica. Gli autoritratti in bianco e nero degli anni ‘70 sfiorano spesso il banale, tanto sono facili a leggersi: l’artista ritrae se’ stesso, solo, sempre in pose statiche e seriali.

Oggi, questi autoritratti sono delle vere e proprie icone dell’arte contemporanea: ironici, immediati, talmente attuali che l’artista li ha riproposti di recente, rinnovandoli in digitale, ingrandendoli o presentandoli a colori.
L’elemento ludico permette da sempre a Urs Lüthi di esplorare il campo d’indagine che gli interessa di piu’, quello tra il burlesco ed il tragico: - Il limite sottile che corre tra la risata e la lacrima-, come dirà lui stesso.

In questa prospettiva, l’ambivalenza e’ spesso l’elemento costitutivo della comunicazione artistica di Lüthi: la caratterizza e la rende riconoscibile, pertanto la transessualità e’ utilizzata non come una zona d’indecisione, ma come un liberarsi da facili categorie, al fine di perseguire una normalità profana che non concede nulla al sentimentalismo e che e’ stata ben definita da Tiziano Santi come una sorta di - unidimensionalità dell’io -.

Attraverso le sue opere piu’ recenti, l’artista esprime in modo convinto e risoluto che l’arte e’ e deve essere un arricchimento per l’essere umano: cosi’, sotto lo slogan -Art for a better life-, gli oggetti comuni diventano cimeli delle emozioni piu’ intense, con il loro aspetto ready-made allegramente quotidiano: affermazioni artistiche succinte, semplici ed immediate. Ironia, comicità, euforia e grottesco rendono la comunicazione di Urs Lüthi una sorta di -propaganda del benessere-, nella convinzione ideale che l’arte sia un evento vitale.

Inaugurazione 3 novembre 2007

Galleria Carla Sozzani
corso Como, 10 - Milano
Orari: mart - ven - sab - dom 10.30-19.30; merc - giov 10.30-21; lunedi’ 15.30-19.30
Ingresso libero