Questo sito contribuisce alla audience di

Milena Barberis

Ora di luce

Si inaugura presso il Laboratorio d’arte e progetto, la nuova personale di Milena Barberis “Ora di luce”: in mostra 7 nuove opere su poesie di Ermanno Krumm. All’inaugurazione interverrà Maurizio Cucchi.

“Ermanno mi ha permesso di entrare nel mondo della poesia e grazie a lui ho cominciato a lavorare in questa direzione” scrive l’artista nella breve nota autobiografica che accompagna il catalogo. Dopo le mostre “Metropolitana” (Como, Chiesa di San Pietro in Atrio, novembre-dicembre 2004) e “Quadri di città” (Genova, Palazzo Ducale, giugno 2007), nate dalla collaborazione creativa con Krumm e altri poeti italiani (Cavalli, Conte, Cucchi, De Angelis, Grasso, Lamarque, Magrelli, Rossi, Zeichen), in “Ora di luce” Milena Barberis sceglie 7 testi dall’ultima raccolta pubblicata da Krumm, Respiro (2005), e su di essi costruisce le sue elaborazioni digitali. Crea cosi’ opere che rimettono in questione il valore delle immagini nella poesia come nell’arte contemporanea, e si fanno documento pittorico della metamorfosi continuamente in atto nell’uomo e nel paesaggio, urbano e naturale.

Come scrive Tiziano Rossi, “chi esplora i quadri di Milena Barberis si accorge con emozione che esiste sempre un aldilà delle superfici, un altro imprevedibile sopra, sotto o dentro, perche’ il mondo e’ denso anche quando - nell’immediato - ci appare piatto, uniforme e senza storia. Ecco perche’ bene si accorda con questa pittura - a creare un unico ricco e mobile arazzo - la poesia di Ermanno Krumm, cosi capace di cogliere le intersezioni della natura, dove presenze minerali, vegetali, animali e i nostri sentimenti fanno corpo, un corpo enigmaticamente equilibrato (.) il vento e le città, le onde del mare e le persone amate, gabbiani, pesci e stanze, l’erba e le nostre mani procedono congiunti verso un destino ignoto, ma grandioso.”

Insieme con Maurizio Cucchi, Milo De Angelis, Sebastiano Grasso, Vivian Lamarque, Rossi e’ autore di uno dei brevi testi che commentano, nel catalogo, i nuovi lavori di Milena Barberis.

Scrive Maurizio Cucchi:
“Ho una netta predilezione, tra queste nuove immagini di Milena Barberis, per quei tramonti accesissimi e quei rossi che si impongono come un destino energico e comunque ansioso, ambiguo, su certe meccaniche strutture a loro volta sfumanti in una sorta di indeterminatezza cieca e onirica. (.) Linee e cancelli come orizzonti chiusi e barriere che lasciano ampi spiragli. Chissà, forse in attesa, finalmente, del ristoro sospeso di un’ora di luce.”

Inaugurazione 26 gennaio ore 18.30

Laboratorio d’arte e progetto
Via Verdi 11, Vercelli
Orario: dal martedi al venerdi 16 - 19, sabato e domenica 10 - 12, 16 - 19
Ingresso libero

Argomenti