Questo sito contribuisce alla audience di

esta' bien?

Progetto di Elena Catalfamo, Giovanni Diffidenti e Laura Morelli

Un progetto artistico e culturale per proporre una riflessione inedita sulla cultura del lavoro minorile in Bolivia, incentrata sull’alternativa della formazione, a sostegno dei progetti del Celim Bergamo nel Paese sudamericano: installazioni, video e testi incrociano con la creatività dell’arte luoghi, voci e volti, per far conoscere al pubblico un nuovo modello educativo, quello proposto dall’organizzazione Nats (Ninos y adolescentes trabajadores), costituita da bambini e ragazzi lavoratori uniti per rivendicare il proprio diritto a un lavoro degno.

Dal 23 febbraio al 24 marzo 2008, la Domus Alexandrina di Bergamo ospita la mostra ¿está bien?, organizzata da Celim Bergamo, Centro Missionario Diocesano di Bergamo e Associazione Culturale DI+, con l’obiettivo di presentare la multiforme ricchezza e vitalità di un popolo di minori occupati si’ a lavorare ma anche a studiare per costruirsi giorno dopo giorno un proprio punto di vista nei confronti del mondo. Minori che vivono il lavoro come indubbia necessità ma anche come possibilità formativa.

Un progetto di coproduzione culturale, dunque, che si propone non solo di valorizzare la proposta educativa dei Nats, ma anche di promuovere e raccogliere fondi per l’attività del Celim Bergamo e del Centro Missionario Diocesano in Bolivia, con particolare riguardo al progetto educativo attivato ad Eterazama per la realizzazione di un Centro di Educazione Tecnica Alternativa (ETA). Questo progetto si inserisce nel contesto problematico della provincia del Chapare, caratterizzato da un lato dalla produzione e lavorazione di Coca, dall’altro dalla carenza di una proposta formativa di qualità; l’obiettivo e’ quello di offrire ai giovani del Municipio di Villa Tunari, di cui Eterazama fa parte, iscritti alla scuola secondaria (2.638 studenti) la possibilità di continuare gli studi ad un livello superiore e di diventare tecnici agro-industriali, tecnici informatici e infermieri.

La mostra intreccia testi, fotografie, video e installazioni artistiche, per raccontare a tutti la vita quotidiana - il lavoro, la scuola, la famiglia, gli amici, il gioco - le difficoltà e le aspirazioni di bambini e adolescenti lavoratori attraverso le storie, le voci e i volti che la giornalista Elena Catalfamo, il fotoreporter Giovanni Diffidenti e l’artista Laura Morelli hanno incontrato in un mese trascorso nella città di Potosí in Bolivia, in compagnia dei Nats.
Nella cappella della Domus Alexandrina la mostra e’ completata dall’installazione Abarcas, un tappeto realizzato da Laura Morelli con i sandaletti neri, fatti con gomma riciclata dai copertoni degli automezzi pesanti, usati dalle famiglie povere e da molti ragazzi Nats di Potosí.

Inaugurazione: 22 febbraio, ore 18.30

Domus Alexandrina
via S. Alessandro n. 35, presso la chiesa di S. Alessandro in Colonna Bergamo
Orari pubblico: lunedi’-sabato 16-20, domenica 10-13 e 16-20
Orari scuole: sabato 10-13
Sono previste visite guidate per le scuole: per info e prenotazioni tel 035.4598500 o info@celimbergamo.it
http://www.celimbergamo.it/

Argomenti