Questo sito contribuisce alla audience di

Festival Margini

Le periferie di Livorno diventano un cantiere d'arte a cielo aperto

Arte murale, art brut, video arte, arte marginale, installazioni pittoriche e sperimentazioni teatrali trasformeranno i quartieri della periferia di Livorno - Shangay e Corea - in un cantiere d’arte a cielo aperto.

Il 15, 16 e 17 maggio la città dei Quattro Mori dà il via a -Margini-, un festival della creatività e dell’innovazione incentrato sulle -arti marginali-: una kermesse tesa a richiamare l’attenzione su queste zone periferiche, un tempo fortemente degradate, ma da anni, grazie al Programma ministeriale Urban Italia e al Contratto di Quartiere 1 e 2, oggetto di interessanti e radicali interventi di riqualificazione infrastrutturale, urbanistica ed architettonica, ma anche sociale e culturale.

L’iniziativa e’ stata presentata alla stampa dal sindaco di Livorno Alessandro Cosimi, dagli assessori comunali al sociale Alfio Baldi e alle attività educative Carla Roncaglia, dal presidente della Circoscrizione 1 Massimo Guli’.

Come spiega il sindaco Alessandro Cosimi: “Margini- segue il filo conduttore di un percorso culturale dell’Amministrazione livornese, filo che si sta dipanando attraverso tante manifestazioni come Cisternino 2020, Diversamente Liberi, e nel luglio prossimo Italia Wave. Percorso teso a costruire una riflessione su come valorizzare le diversità con spirito costruttivo, come far emergere le tante energie positive della città, creando occasioni di confronto fra realtà diverse. Attraverso le arti e la cultura, anzi, -le culture-, si cerca di offrire anche una risposta alle tensioni e ai conflitti sociali per rendere Livorno pi’u’ accogliente, tollerante, coesa.
Mentre a Villa Mimbelli si celebra il genio di Giovanni Fattori con una grande antologica, in periferia dunque l’arte entrerà nelle strade, penetrerà negli spazi quotidiani, nelle aree commerciali e nelle piazze; animerà vecchi muri e proietterà immagini su quelli di nuova costruzione.

Saranno tantissimi gli artisti di strada, storici dell’arte, collezionisti e videomakers che lavoreranno -open air-, da mattina a sera senza orari fissi a stretto contatto con la gente, con gli studenti della città, impegnati in workshop sull’arte marginale e spontanea.

Per tutti e tre i giorni del festival e’ affidato alla mano e alla genialità dei nuovi esponenti della -street art-internazionale Blu, Ericailcane, Dem e Run l’intervento pittorico su grandi e piccole superfici nel quartiere Shangay. Dj set con aperitivo a cura di The Cage accompagneranno le realizzazioni artistiche a Shangay il venerdi’ e il sabato alle 19.30.

In due container donati da TDT (Terminal Darsena Toscana) , collocati di fronte alla Casa del Popolo di Shangay si svolgerà una mostra personale di Michelangelo Setola, importante esponente dell’arte fumettistica nazionale (aperta da giovedi’15 a sabato 17 maggio, orario: 10.00-13.00/17.00-21.00). Ai visitatori verranno consegnati dei caschi da lavoro con torcia, che rappresenteranno un singolarissimo -impianto luce- per la fruizione della mostra.

Sempre a Shangay , laboratori all’aperto di serigrafia e stampa a caldo, coordinati da Arci Solidarietà con il laboratorio di stampa a caldo -Gatta Buia- della Casa Circondariale di Livorno, svilupperanno azioni interattive con i giovani. Ospiteranno tra l’altro ogni giorno 5 classi (per un totale di 15 scuole cittadine), a chiusura di un percorso didattico sui quartieri nord coordinato dalla Cooperativa Itinera. Le scuole saranno coinvolte anche, presso il nuovo Centro Civico di Corea in workshop di arte marginale a cura dell’atelier Blu Cammello (dal lunedi’ al sabato) e in un workshop teatrale della compagnia Anfass (sabato mattina).

Dentro la casa del popolo di Shangay saranno allestiti i lavori realizzati dagli alunni delle 15 classi che hanno aderito al progetto sui Quartieri nord e che hanno lavorato durante tutto l’anno scolastico (circa 350 alunni hanno aderito alle attività didattiche sui quartieri nord coordinate dalla Coop. itinera). La mostra si potrà visitare giovedi’ 15 dalla ore 21.00 alle 23.00 e venerdi’ 16 e sabato 17 dalle ore 18.00 alle 21.00.

Ancora nel Centro Civico di Corea troverà spazio -Dichiarazioni d’amore-, installazione pittorica realizzata da Riccardo Bargellini, conduttore dell’atelier di pittura Blu Cammello, insieme ai -suoi- artisti dell’outsider art (Veronica Martinelli, Alessandra Michelangelo, Manuela Sagona, Riccardo Severi).
Nello stesso luogo verranno proiettate due rassegne video: una sull’art brut internazionale a cura della storica dell’arte Teresa Maranzano (tutte le mattine dalle 10 alle 13), l’altra sulla videoanimazione italiana a cura di Stefano Fomasi e Virgilio (sabato dalle 18 alle 24).

E ancora a Corea, presso la Galleria Blu Cammello venerdi’ 16 alle 18 si aprirà la mostra -Le ragioni di Franco- con foto di Tommaso Barsali e opere di Franco Bellocci, esponente dell’-outsider art- livornese.

Per quanto riguarda la musica, giovedi’ 15 alle 21.30 a Shangay, si esibirà la Magicaboola BrassBand (in uno spettacolo a cura di Arci Solidarietà) mentre sabato 17 dalle 18 alle 24 nel quartiere Corea si esibiranno i senegalesi Africa Jembee e il gruppo Morning Skifflers.

Altre due iniziative di rilievo: alla Casa del Popolo di Shangay si potrà visitare per tutta la durata del festival una mostra sulla memoria storica delle Coop. di quartiere, promossa da Unicoop Tirreno e curata dalla Coop Itinera. La mostra si potrà visitare giovedi’ 15 dalla ore 21.00 alle 23.00 e venerdi’ 16 e sabato 17 dalle ore 18.00 alle 21.00.

E per chi vuol conoscere tutti i -segreti- e gli aneddoti dei quartieri nord, da piazza del Municipio alle 17, sabato 17 maggio partirà il bus rosso scoperto (coordinato da Itinera, società Livorno Sightseing, Porto Livorno 2000 e ATL) con a bordo una inedita guida: un anziano che ha sempre vissuto fra Corea e Shangay e che costituisce la vera memoria storica dei quartieri nord. Il bus e’ gratuito ma la prenotazione e’ obbligatoria al numero 348-7382094.

Info:Segreteria organizzativa Coop. Itinera, tel.0586-894563
Ufficio stampa del Comune di Livorno ,tel. 0586-820.268/266/504/301,
E-mail: stampa@comune.livorno.it

Diverse sedi, Livorno

Argomenti