Questo sito contribuisce alla audience di

Progetto Arti Visive

Collettiva

Ardau+Cali’ - Leonardo Boscani - Grazia Cadeddu - Zaza Calzia - Giovanni Campus - Mario Carboni - Erik Chevalier - Codex Multimedia - Aldo Contini - Paola Dessy - Gavino Ganau - Salvatore Garau - Pilar Gomez Cossio - Ermanno Leinardi - Adelaide Lussu - Marina Madeddu - Umberto Mariani - Alessandro Meloni - Gisela Moll - Efisio Niolu - Wanda Nazzari - Nico Orunesu - Pastorello - Roberto Piazza - Pietrolio - Marco Puttolu - Fabio Saiu - Josephine Sassu - Giovanna Secchi - Monica Solinas - Pinuccio Sciola - Danilo Sini - Federico Soro - Maria Antonietta Tilloca - Giorgio Urgeghe -Sisinnio Usai - Giuseppe Uzzanu - Y Liver

Il Festival musicale Time in Jazz di Berchidda ha da sempre orientato la sua politica culturale in un’ottica di contaminazione dei linguaggi, col jazz a fare da forza motrice e offrire spunti tematici a tutte le altre iniziative legate ai diversi media. In tale contesto le arti visive, si sono ritagliate uno spazio sempre piu’ rilevante nella programmazione, in un serrato rapporto dialogico con gli eventi musicali. Un impulso determinante si e’ avuto con la nascita del Progetto Arti Visive, avviato nel 1997 a cura di Giannella Demuro e Antonello Fresu. Nelle diverse edizione il PAV ha curato tutte le iniziative dell’Associazione con l’obbiettivo di studiare, promuovere e documentare i fenomeni artistici piu’ rilevanti e aggiornati del panorama artistico sardo, con un occhio di riguardo ai piu’ giovani protagonisti di tale scenario, offrendo loro un momento di notevole visibilità grazie alla risonanza oramai internazionale acquisita dalla manifestazione.

Per la prima volta una ricca selezione della collezione varca i confini di Berchidda e approda nel Centro sociale di via San Nicolo’ a San Vero Milis offrendo uno spaccato significativo di quanto prodotto nell’Isola negli ultimi decenni e affiancando, in gioco intrigante e talvolta spericolato, artisti già ampiamente storicizzati quali Aldo Contini o Pinuccio Sciola con altri, piu’ giovani come Boscani e Pietrolio o, addirittura, giovanissimi, per un osservatorio permanente finalizzato a seguire le sperimentazioni piu’ innovative in corso. L’esposizione del PAV, ospitata nei nuovi spazi del Centro sociale di via San Nicolo’ di San Vero Milis, curata da Giannella Demuro per il Comune di San Vero Milis all’interno di Dromosfestival quest’anno dedicato alle -Donne d’altrimari-, propone una delle piu’ significative raccolte private di arte contemporanea in Sardegna con una selezione di artisti giovani assieme ad altri già da tempo affermatisi nell’ambito del Contemporaneo.

inaugurazione martedi’ 8 luglio, ore 20
col critico Giannella Demuro e una selezione musicale di Luca Tanchis

Centro Sociale di via San Nicolo’
dal lunedi’ al venerdi’ dalle 16.00 alle 19.30
ingresso libero