Questo sito contribuisce alla audience di

Il monasteroerrante è creato come una costruzione medioevale

Siamo tutti dame e cavalieri, giullari o menestrelli.

Aprendo le sue porte entriamo in varie stanze
C’è la biblioteca
http://www.ilmonasteroerrante.com/biblio/biblio.htm
che si suddivide in:
Storia della carta
ed un blog in cui gli utenti possono inviare le proprie poesie (attualmente è in atto la costruzione di un’antologia che pubblica gratuitamente i poeti in “Erba”)

L’antica Officina: dove ci danno consigli sul restauro di moto antiche

L’erbario: suddiviso tra la serra e l’hortus
nella serra si descrivono le fragranze dei profumi attuali
nell’orto si riportano i “consigli della nonna”.

L’armeria è fatta (suddivisa in regioni) per raccogliere tutti gli eventi di riecovazione storica-medioevale, con un’ampia raccolta di gruppi che si esibiscono in costume.

Il confessionale contiene un’ampia raccolta di petizioni da firmare online

Nell’antro, c’è il reparto dell’ingiustizia che attualmente tratta le vittime militari

nel refettorio si può inviare un evento particolare, esclusivamente privato (no prodi, no berlusca, no star del cinema) (battesimo, luogo, evento, mostra, festa ecc..ecc..)

Le celle del poeta, sono gli spazi privati di chi ha voluto diventare “prigioniero della poesia”

Il mercatorum diventerà un luogo in cui poter creare annunci gratuiti

ed infine
udite udite: angolo dedicato allo smarrimento, ritrovamento di pappagalli.

http://ilmonastero.altervista.org/wordpress/?p=76