Questo sito contribuisce alla audience di

Mountain Photo Festival Prima edizione

-Open your mountains- ...immagini e protagonisti della nuova kermesse di Fotografia

Venerdi’ 22 Agosto 2008 inaugura ad Aosta il Mountain Photo Festival curato da Alessandro Ottenga con la direzione artistica di Lorenzo Merlo in collaborazione con l’Agenzia Contrasto (Milano) e realizzato grazie all’Assessorato al Turismo e all’Assessorato all’Istruzione e Cultura della Regione Autonoma Valle d’Aosta e al Comune di Aosta.

Il festival ha come obbiettivo generale l’inserimento di Aosta in una rete internazionale di eventi culturali legati dal filo-conduttore della Montagna.
-Lo spirito del Mountain Photo Festival puo’ essere riassunto nello slogan -Open your mountains’ - spiega Alessandro Ottenga- una sorta di invito al confronto, al dialogo e allo scambio culturale, con l’obiettivo di avviare un percorso di riflessione artistica sulle tematiche di attualità che coinvolgono i territori di montagna di tutto il mondo-.

Tra il 22 di Agosto e il 21 di Settembre Aosta vivrà dunque un mese di grandi esposizioni accompagnate da momenti di incontro con gli autori, presentazioni, workshop, animazione artistica e culturale e serate a tema.

Il programma espositivo prevede mostre antologiche di autori tra cui: Chris Steele Perkins, Marc Riboud, John Vink, Prabuddha Das Gupta- in un percorso socio-culturale dedicato alle montagne del mondo, alle loro genti e alle loro culture.

Sull’esempio di festival consacrati quali Arles e Perpignan, la città di Aosta verrà interpretata come museo -aperto-, in cui la cultura dell’immagine viene offerta al cittadino e al visitatore in abbinamento al patrimonio archeologico e monumentale della città.
Il percorso espositivo coinvolgerà cosi’ alcuni dei principali siti storico-archeologici di Aosta, dalle Porte Praetoriane alla Basilica Paleocristiana di San Lorenzo; dalla Cattedrale alla Villa romana della Consolata.. rivelando la consistenza, il valore e lo straordinario stato di conservazione del patrimonio culturale del capoluogo valdostano

Un mese -contenitore-, permeabile ed il piu’ possibile aperto ad ogni contaminazione (teatrale, letteraria, cinematografica, enogastronomia, ecc) che sia in grado di -raccontare- quel complesso fil rouge che si dipana tra storia e futuro della montagna.

Fra gli appuntamenti che faranno da corollario alle esposizioni fotografiche, da segnalare il weekend di inaugurazione (22-24 agosto) in cui sarà proposto agli appassionati e al grande pubblico un fitto programma di incontri con i fotografi coinvolti nel Festival, nonche’ i weekend del 13 e del 20 settembre, in cui alcune mostre faranno da spunto per una serie di eventi dedicati al Giappone e alla Bolivia.

A completare il programma del Festival, dal 29 al 31 agosto si svolgerà un workshop dedicato ai giovani sul tema -Montagna e desertificazione-.

PROGRAMMA ESPOSITIVO
21 Agosto - 22 Settembre 2008

Marc Riboud (Francia)
-Huang Shan-
Saletta espositiva dell’ex Albergo Alpino
Chris Steele Perkins (Inghilterra)
“Fuji”
Porte Praetoriane
John Vink (Belgio)
“Georgia”
Basilica San Lorenzo
Sabrine e Roland Michaud (Francia)
“Afghanistan”
Chiostro della Cattedrale
Takeshi Mizukoshi (Giappone)
“Himalaya”
Villa romana della Consolata
Prabuddha Das Gupta (India)
“Ladakh”
Area funeraria presso Porta Decumana
Kevin Bubriski (USA)
-Portrait of Nepal-
Saletta espositiva del Comune di Aosta
Sandor Dobos (Ungheria)
-Mountain tales-
Piazza Severino Caveri

Sedi:
Castello di Verre’s
Saletta espositiva dell’ex Albergo Alpino
Porte Pretoriane
Basilica San Lorenzo
Chiostro della Cattedrale
Villa romana della Consolata
Piazza Severino Caveri
Saletta espositiva del Comune di Aosta
Area funeraria presso Porta Decumana

Segreteria organizzativa:
ago consulting s.a.s.
c.so Lancieri, 15/C 11100 AOSTA
tel +39.0165.263988
fax +39.0165.6531100
http://www.agoconsulting.eu

Catalogo: Edito da Contrasto

Ufficio Stampa:
Threesixty info@360info.it
Gabriella Braidotti 348.3152102
Sara Grangetto 011.547471

Collaborazione per mostre:
BREL (progetto Interreg)
Contrasto Milano
Goro International Press
Museo Ken Damy
Esposizioni Contrasto:

Marc Riboud (Francia)
Chris Steele Perkins (Inghilterra)
John Vink (Belgio)
Sabrine e Roland Michaud (Francia)