Questo sito contribuisce alla audience di

Fernando Zaccaria

Lo sguardo obliquo. Mostra fotografica.

Spazi visivi istantanei. Riflessi e Riflessioni di un’esperienza contemporanea
-Lo sguardo obliquo-, mostra fotografica di Fernando Zaccaria, due incontri a tema e l’intervento del World Trade Center New York aprono alle riflessioni sull’11 settembre 2001, una delle date simbolo della storia recente.

Promosso dall’Assessorato alla Cultura di Mirandola e con il Patrocinio dell’Università di Milano, dipartimento di Filosofia, -Spazi visivi istantanei- racchiude una serie di appuntamenti che ruotano attorno alla mostra -Lo sguardo obliquo-del fotografo Fernando Zaccaria, i cui scatti colgono riflessi di luce nella vita quotidiana, innescando riflessioni filosofiche sulla presenza - assenza della spiritualità nella nostra società. Tra le immagini proposte dall’artista alcuni scatti di New York poco prima che la data dell’11 settembre ne cambiasse il profilo, segnando il corso della storia contemporanea.
A questo tema si collegano alcuni approfondimenti su questo nuovo scenario spazio-temporale e l’intervento di Amy Weinstein del -National september 11 Memorial & Museum at World Trade Center New York- previsto giovedi 11 settembre 2008.

La fotografia di Fernando Zaccaria spazia nella sua indagine dalle architetture urbanistiche della città di New York, ai suoi abitanti, ritratti nello stile convulso e frenetico della metropoli, agli elementi naturali dell’ambiente.
In mostra 41 opere fotografiche: oltre alle immagini atemporali della realtà quotidiana di New York, 15 fotografie sono centrate sul World Trade Center, insieme luogo geografico e simbolico, un mese prima dell’11 settembre 2001.
Lo sguardo penetrante di Fernando Zaccaria, che concepisce la fotografia come pratica filosofica, coglie impronte di luce e tracce di vita quotidiana, animando lo spazio urbano di visioni atemporali tra il concreto e l’astratto.

In occasione di -Spazi visivi istantanei-, giovedi 4 settembre alle 21.00 verrà presentato il libro -New York City LIGHTPRINTS- - Silvana Editoriale, con intervento di Markus Ophälders, Università di Milano.
-Spazi visivi istantanei- si colloca quale primo appuntamento della stagione di eventi invernali programmati al Castello dei Pico ufficialmente restituito alla città nel 2006 completamente restaurato. Il Castello dei Pico, splendido edificio storico simbolo del passato della città, oggi rappresenta il luogo privilegiato per le attuali attività culturali della città di Mirandola. Il calendario dei prossimi appuntamenti culturali prevede, fra le altre cose, due importanti esposizioni:

dal 27 settembre al 30 novembre 2008 la mostra antologica dedicata a Jean Mascii (1926-2003), nato a Mirandola, vissuto in Francia e ultimo grande disegnatore di manifesti cinematografici del secolo scorso.
Dal 13 dicembre 2008 al 22 febbraio 2009 la mostra antologica dedicata a Gianni Berengo Gardin.

Castello dei Pico
piazza Marconi 23, Mirandola
Orari: venerdi’ dalle 16 alle 19. Sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19
Ingresso: libero
http://www.castellopico.it/

Argomenti