Questo sito contribuisce alla audience di

Lisa Wade

Tar&Honey


A cura di Federico Sardella

Lo Studio Fontaine e’ lieto di presentare questa mostra di Lisa Wade dove saranno proposte, nella prima stanza, una serie di opere realizzate con tessuti colorati applicati su pannelli di legno su cui si dispiegano segni spinosi e maestosi lasciati da bitume diluito come fosse inchiostro. Tracce di bandiere e di antichi alfabeti ricchi di significati e di simboli, in grado di attingere ora dall’Europa, ora dagli Stati Uniti, ora dall’Oriente- I colori sono vivaci e simultaneamente volutamente smorzati, dalla luce ci si sposta via via verso lo scuro, movendosi dal presente al futuro, meno accessibile e immerso nel buio.

Accanto a questi lavori una grande opera parte della serie Tar and Feather, sulla cui superficie piume e bitume convivono ordinati. Questi due elementi negli Stati Uniti sono abitualmente associati all’idea di tradimento - i traditori erano, in passato, ricoperti, appunto, da bitume e da piume - e cosi’ adoperati mantengono in parte il loro significato originario, mascherato e stravolto da forme che rimandano ad altro e da materiali che vedo come ascoltati dall’artista.

Nella seconda sala dello Studio e’ proposta la complessa installazione Honey: A Self-portrait. Gli elementi che la costituiscono frammentano lo spazio e disegnano un percorso fatto di lacrime di gioia e di dolore qui intrappolate in un attimo di spazio. Come pedine su una scacchiera, se ne stanno impettiti e nascondono al loro interno la sostanza di cose perdute, appena sbirciabili da una fessura, immerse nel miele. Discreto custode, fluido e avvolgente, abbaglia cio’ che riveste, lo ravviva, ma col tempo tende naturalmente a cristallizzarsi, a sedare turbamenti, a provocare leggeri spaesamenti.

Lisa Wade e’ nata a Washington, D.C. nel 1972. Si e’ laureata in Studio Art (BFA) al Wheaton College in Illinois nel 1994. Nel 2001 ha conseguito il Masters of Fine Art in Painting all’American University tra Roma, Corciano e Washington D.C. Dal 2000 vive e lavora in Italia dove alle proprie ricerche artistiche affianca l’insegnamento di varie tecniche in università
americane tra cui pittura mixed media, incisione, disegno e storia dell’arte italiana. Tra le recenti esposizioni personali da ricordare quella nella Z2O Galleria Sara Zanin, Roma (2007) e a Le Opere, Roma (2006).

Inaugurazione sabato 25 ottobre 2008, dalle ore 18,30

STUDIO FONTAINE
via Cardinal La fontaine, 98/a Viterbo
dal mercoledi’ alla domenica, dalle 17 alle 20
ingresso libero