Questo sito contribuisce alla audience di

Emanuele Giannetti

Personale di scultura


Nel Castello di San Giovanni d’Asso, in occasione della manifestazione Crete d’autunno e della XXIII edizione della Mostra del tartufo bianco, il Comune realizza anche attività espositive importanti, mostre personali e collettive di artisti italiani, europei e americani. Fra queste la mostra di Sheppard Craige, che negli ultimi anni ha dedicato la sua creatività alla realizzazione di spazi magici nel -Bosco della ragnaia-. Un’altra dedicata all’ar- tista ungherese Emu Sjmony; una collettiva di scultura -Dalla creta all’arte-.

Il programma di quest’anno si completa con la presenza di Emanuele Giannetti, artista legato alle radici della terra di Siena, che dopo diciassette anni di assenza (l’ultima personale nel castello risa- le al 1991) torna a San Giovanni d’Asso. L’evento si presenta come un nuovo approdo alla sua terra d’origine, con un esposizione di opere che in parte provengono dalla recente personale di -Forme nel verde- a San Quirico d’Orcia, inaugurata il 26 luglio di quest’anno. Le opere in mostra sono sculture di grandi di- mensioni in pietra, travertino e marmo, bronzo e alluminio.

Emanuele Giannetti, inizia giovanissimo la sua attività professionale, ottenendo importanti incarichi, in Italia e all’estero. Ha realizzato opere all’aperto come nel 1980 quando - ancora studente - e’ invitato in Germania, a Lhar Swarzvald, nella Foresta Nera, dove progetta e realizza un’installazione in marmo e alberi. L ‘artista verifica periodicamente le sue ricerche formali con importanti mostre, privilegiando nell’ultimo periodo progetti e installazioni dove la scultura diventa architettura, ambiente, spazio da vivere. Sue opere si trovano in musei, collezioni private e pubbliche, istituti bancari in Italia, Svizzera, America, Emirati Arabi, Russia, Germania, Francia, Corea, Giappone. Attualmente e’ Docente del Corso di Scultura in marmo nelle Arti Contemporanee all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Nella mostra Radici vengono presentate opere nelle quali si avverte un profondo legame con il territorio, humus arcaico che impregna fortemente forme e materiali, il tutto filtrato da una rigorosa e raffinata sensibilità contemporanea.

Castello Medievale
Piazza Gramsci 1 , San Giovanni d’Asso (SI)