Questo sito contribuisce alla audience di

Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana

Seconda parte del progetto 'Peggy Guggenheim e l'immaginario surreale'.

A cura di Luca Massimo Barbero
Il 20 novembre a Vercelli (apertura al pubblico dal 21 novembre) la Regione Piemonte e la Città di Vercelli, in collaborazione con la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia, inaugurano nello spazio espositivo Arca la mostra -Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana-.

La mostra, a cura di Luca Massimo Barbero, e’ la seconda parte di un ideale unico grande progetto espositivo, iniziato lo scorso anno con lo straordinario successo di -Peggy Guggenheim e l’immaginario surreale-.
Le sale di Arca nel corso di tre anni ospiteranno cosi’ la piu’ vasta e completa rassegna mai realizzata in Italia sulle avanguardie della prima metà del secolo scorso: attraverso le scelte e le passioni di Peggy Guggenheim, si potranno ammirare molte delle opere capolavoro che hanno fatto la storia dell’arte del novecento.

-Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana- presenta gli anni americani di Peggy, attraverso un viaggio fra le opere degli artisti che la mecenate conosce durante il suo soggiorno a New York e che riunisce intorno a se’, stimolando un nuovo e vivace dibattito sull’identità dell’arte statunitense.
In questo milieu la collezionista scopre e promuove con una intuizione ed un coraggio straordinario giovani artisti sconosciuti, che di li’ a poco saranno riconosciuti come i maestri dell’arte americana.

La mostra si articola intorno alle figure di Jackson Pollock e Mark Rothko, insieme a Franz Kline, Robert Motherwell, Arshile Gorky,Willem de Kooning, Sam Francis, Hans Hofmann - protagonisti assoluti dell’Espressionismo Astratto - presentati attraverso oltre cinquanta opere concesse in prestito straordinario dalle collezioni veneziane e newyorchesi dei musei Guggenheim e da prestigiose collezioni private, assai difficilmente accessibili per altre pur prestigiose istituzioni in Italia.

Filo conduttore del percorso espositivo e’ la figura di Jackson Pollock il cui mito nasce proprio grazie a Peggy Guggenheim, che con il suo appoggio e la sua stima porta il giovane artista a divenire un protagonista dell’arte contemporanea internazionale. A Vercelli vengono esposte quattordici sue opere, un numero assolutamente straordinario per un grande maestro raramente esposto anche per l’estrema fragilità dei suoi lavori, per questo rari e quindi poco noti al pubblico italiano.

Di assoluto interesse anche Mark Rothko, all’Arca con alcune opere rarissime degli anni ‘40, non presenti nella mostra monografica di Roma dello scorso anno, e Franz Kline, vicino alla pittura gestuale con i suoi caratteristici segni neri su fondo bianco.

La mostra realizzata con la collaborazione produttiva di Giunti Arte mostre musei, che ne pubblica anche il catalogo, prevede un intenso programma di iniziative di promozione e di supporto informativo e didattico.

-Peggy Guggenheim e la nuova pittura americana- rientra nel calendario delle manifestazioni di -Contemporary Arts Torino Piemonte-, promosso da Regione Piemonte, Provincia di Torino e Città di Torino.

Infoline e prenotazioni
P.B.S. tel. +39 02 542754 http://www.ticket.it/arcavercelli

Gruppi, Scuole e visite guidate
(prenotazione obbligatoria)
AD ARTEM tel. +39 02 6597728
info@adartem.it
http://www.adartem.it

Ufficio stampa Stilema srl
Alessandra Valsecchi 011.5624259 int. 215 guggenheim-vercelli@stilema-to.it

Inaugurazione: 20 novembre 2008 ore 18

Chiesa di San Marco
Piazza San Marco 1, Vercelli, Arca
Orari: da lunedi’ al venerdi’: 14 - 19
(Scuole e gruppi prenotati 9 - 12)
sabato e domenica: 10 - 20
(la biglietteria chiude mezz’ora prima)
Biglietteria
Intero euro 8,00
Gruppi feriali (dal lun. al ven.) euro 6,00
Gruppi festivi (sab. e dom.) euro 8,00
Ridotto euro 6,00
Scuole euro 4,00
http://www.guggenheimvercelli.it/