Questo sito contribuisce alla audience di

Antonio Trimani / Kathleen Graves

Slips of Happiness


Il titolo della mostra ha origine dalla serie di lavori di Kathleen Graves che verranno presentati insieme a due video installazioni di Antonio Trimani. Il lavoro della fotografa americana, per poetica e temi affrontati, e’ molto vicino ai paesaggi digitali dei video di Antonio Trimani. Il titolo della mostra e’ volutamente rimasto nella lingua d’origine - che proprio per la sua doppia accezione non e’ facilmente riassumibile in un titolo italiano: -la felicità che scivola- (sfugge), o lo scacco della felicità, ma allo stesso tempo la felicità che arriva (scivola) all’improvviso nella nostra anima.

Le immagine composite di Kathleen Graves cercano di catturare proprio quel momento, unendo spesso in una immagine/quadro due immagini composite: donna e ambiente, quotidiano e intima gestualità. Intime e misteriose, le immagini realizzate dall’artista americana, esprimono molteplici significati, mettendo in luce la complessità dell’universo femminile.

Le due installazione video di Antonio Trimani pietra, 2005 e fonte, 2008 (rispettivamente con musiche dei compositori di Stephen Vitiello e Stephan Froleyks) rimandano ad uno spazio mentale senza tempo, ad un tempo sospeso, dove l’apparente immobilità del paesaggio dà vita ad un cambiamento di stato d’animo dello spettatore. I video di Antonio Trimani devono essere contemplati, bisogna essere disponibili alla visione liberandosi dall’immanenza del quotidiano per essere catturati dalla loro forza ipnotica.

Kathleen Graves
La fotografa Kathleen Graves, lavora con fotografie stampate in grande formato, proviene dalla pittura e dalla danza. Ha ricevuto L’MA (Master of Arts) presso la New York Univeristy nel 1997, come parte di un’unica specializzazione presso l’International Center of Fotography della New York University. Insegna Digital Art Pactice and Print presso la New York University.

Antonio Trimani
Video-maker indipendente, ha realizzato video installazioni e documentari. Nel 2001 ha fondato lo studio di produzione video Ethical Imaging. Come direttore tecnico ha curato la realizzazione di opere di Bill Viola, Vito Acconci, Alvin Curran, Stephen Vitiello, Studio Azzurro, Gary Hill, ed altri. Ha curato rassegne di video d’autore tra le quali Avvistamenti Video di Bisceglie; ha pubblicato lavori fotografici e saggi sul cinema e sulle arti elettroniche. Dal 2003 e’ assistente di Peter Campus per il quale ha realizzato numerose mostre personali.

Opening domenica 28 dicembre ore 18,30

Frida Arte
piazza Giuseppe Massari, 16 Bari