Questo sito contribuisce alla audience di

David Lindberg

This is it...

Indefinito come il titolo della mostra che lo presenta per la prima volta al pubblico romano: cosi’ appare a prima vista il lavoro senza confini di David Lindberg, artista statunitense da anni stabilitosi ad Amsterdam, dove conduce una ricerca strettamente legata alla tradizione del Minimalismo Americano, in cui e’ il materiale a definire la forma.

Le sue opere appaiono come lucide superfici policromatiche, visioni zoomate di dipinti paesaggistici tradizionali, dai contorni sfumati e i colori dilatati, che mantengono nelle gradazioni di colore le trasparenze del cielo o dell’acqua, mentre le forme si confondono una sull’altra perdendosi ognuna nell’ombra di se stessa.

Per realizzare i suoi lavori l’artista si serve di un liquido plastico trasparente, una resina epossidica, che si indurisce qualche ora dopo essere stata mescolata. Non usando stampi, l’artista definisce l’opera gradualmente durante la lavorazione: lavora senza l’ausilio di attrezzi o strumenti di misurazione, procedendo per accumulazione, dando forma ai materiali che usa, correggendo in continuazione quantità e colori, facendo errori e scoperte e utilizzando le continue modifiche come riparazioni, aggiustamenti o registrazioni di un cambiamento di pensiero.

David Lindberg (Iowa (USA), 1964), vive e lavora ad Amsterdam. Espone con regolarità in gallerie di fama internazionale quali Tanya Rumpff Gallery (Haarlem, Olanda), Studio La Città (Verona), Baukunst Gallery (Colonia) ed e’ presente nelle principali fiere internazionali di arte contemporanea come Art Basel, Art Brussels, Art Chicago, Art Cologne e FIAC Parigi.

La mostra e’ organizzata in collaborazione con Studio La Città, nella cui sede di Verona sabato 28 marzo si inaugura una mostra personale di David Lindberg con una serie di nuovi lavori (fino al 9 maggio).

Catalogo unico per le due mostre con testo di Angela Madesani.

Galleria Traghetto
Via Reggio Emilia, 25 - Roma

Nel web http://www.galleriatraghetto.it/