Questo sito contribuisce alla audience di

Proposte per una collezione

Dalla figurazione all'astrazione. Dagli artisti affermati ai giovani emergenti

Prima sezione
8 opere figurative dialogano con 8 opere astratte
Con una sezione dedicata ai giovani emergenti e alle sculture.

Artisti: Abbamondi, Arciprete, Barretta, Borrelli, Bricalli, Burtch, Ciannella, Dao, Fiorentino, Gorgone, Griffa, Kostabi, Luengo, Mafonso, Morante, Moses, Nakagomi, Nishida, Petrus, Policastro, Puppo, Salt, Soule’, Spinola, Tadini, Veronesi, Weisbuch, Williamson, Zanmarchi.

a cura di Cynthia Penna

Cosa significa oggi impostare una collezione d’arte e come orientarsi nel panorama generale dell’arte contemporanea? Il filo conduttore di una collezione non deve essere necessariamente univoco, ne’ monotematico. Una collezione deve essere -libera- e -aperta-, puo’ spaziare dal figurativo al monocromo assoluto, dall’informale al geometrico. Deve essere poliedrica, al passo con le evoluzioni individuali; una esperienza in itinere che rispecchi i mutamenti del proprio sentire. L’importante e’ che le opere siano riunite secondo una propria vocazione, in maniera personale ed anticonformista, secondo un senso di -antigraziosità-. Opere assemblate non secondo il gusto e la tendenza comune del periodo, perche’ -fare arte- e’ l’esatto opposto del -fare tendenza-, del -fare moda-.

La mostra si articola in due momenti: il primo dedicato al confronto tra figurazione ed astrazione: ogni singolo artista -figurativo-,viene posto a confronto e dialoga con un artista -astratto-.

La sfida e’ quella di sperimentare le enormi possibilità di dialogo esistenziale e pittorico tra generi solo apparentemente opposti.
Vi e’ poi una collaterale dedicata ad artisti giovani emergenti che si cimentano con lo spazio dell’involucro settecentesco che li ospita.
Il secondo momento e’ dedicato tutto al confronto tra artisti già affermati e giovani emergenti. 7 artisti affermati vengono -abbinati- ad altrettanti giovani in un dialogo a distanza.

Le diverse aree di provenienza, estese a tutto il mondo, fa si’ che vengano a confrontarsi e a dialogare realtà, culture e vissuti profondamente diversi. L’arte li unirà nell’unico suo fine che e’ quello della comunicazione del linguaggio universale della conoscenza.

Vernissage: 5 Marzo 2009 ore 18,30 - aperitivo

Villa di Donato
Piazza Eframo Vecchio - Napoli
L’esposizione sarà visitabile su appuntamento telefonando ai numeri:
+39 081 660216 - +39 335 6924214

Nel web http://www.art1307.com/