Questo sito contribuisce alla audience di

Terza Giornata Mondiale della lentezza

Una giornata per ascoltare, assoporare, sognare...

L’iniziativa, che si terrà il 9 marzo e coinvolgerà oltre a Milano, anche New York e Tokyo, e’ promossa dall’associazione -L’arte di vivere con lentezza- in collaborazione con l’Assessorato Aree cittadine e Consigli di Zona.

Milano rallenta per un giorno, grazie a una serie di iniziative previste in piazze, negozi e luoghi pubblici della città che permetteranno ai milanesi di riscoprire il piacere di giocare all’aria aperta, di sognare, di sorseggiare un te’, di assaporare la fragranza dei biscotti fatti in casa o di ascoltare letture ad alta voce. Chi cammina troppo in fretta, e’ a rischio multa: i -vigili lenti- armati di fischietti, palette e ComandaLenti fermeranno chi supera il limite velocità/felicità.

-Anche quest’anno il Comune ha deciso di sostenere la Giornata Mondiale della Lentezza - ha detto l’assessore alle Aree cittadine e Consigli di Zona Ombretta Colli -. Si tratta di un’iniziativa originale e interessante che ci impone una riflessione seria sui ritmi della nostra vita. Troppo spesso, infatti, ci lasciamo sopraffare dalla fatica, dal lavoro, dagli impegni quotidiani, trascurando cio’ che per noi e’ piu’ caro e piu’ sano. Un giorno, dunque, per riappropriarsi del nostro tempo, dare valore alle piccole cose e alzare lo sguardo-.

La giornata milanese della Lentezza si aprirà in piazza San Babila verso le 10.30 con l’intervento di Riccardo e Renato -vigili lenti per un giorno-, mentre Giorgio Reali e l’Accademia del Gioco Dimenticato proporranno giochi di biglie, birilli e shangai. Con lo psicologo Luciano Di Gregorio, invece, -Sogni Cercasi-: alla ricerca dei propri sogni perduti o dimenticati in fondo al cassetto. Alla stessa ora, in piazza San Babila, Pasqualino leggerà i suoi Gialli Giallastri per ragazzi dai 5 ai 90 anni.

Dalle 19.00 l’Accademia del Gioco Dimenticato e l’associazione NonniSenzaFrontiere inviteranno artisti e cittadini ad una Marendatarda, tipico spuntino di fine giornata in Alto Adige, per gustare prodotti tipici, scambiarsi consigli e fare conoscenza.

Alcuni negozi propongono ai clienti di rallentare e fermarsi per una chiacchierata e una pausa golosa, come il negozio -Mio Bio- che offrirà biscotti e dolcetti fatti in casa e il Concept Store -kitchen- di Myriam Koppel esporrà teiere e infusiere slow design.
Nel pomeriggio si svolgerà la Maratona lenta (tre ore come minimo) da piazza San Babila a piazza Duomo, con partenza alle ore 17. L’inziativa e’ promossa da Florilegio.

Non lontano da Milano cresce, piano piano, il Movimento Lento: a Pavia risottata e passeggiata dall’agriturismo degli Orti Borromaici, lungo la Via Francigena, con la squadra di serie A Riso Scotti Volley e Renata Crotti. A Legnano, Lucia e Franco intratterranno gli amanti del ballo e della musica con una selezione di Danze Etniche - Popolari dal Mondo; il Comune di Inzago e la Banca del Tempo hanno reinterpretato i Comandalenti per adattarli alla vita degli Inzaghesi, propornendo un percorso in 5 tappe, per guidare i cittadini nel corso di un’intera giornata di riflessione lenta.

A Tokyo una tre giorni ruoterà attorno a lunedi’ 9 marzo giorno in cui con palette, fischietti e le -classiche- multe dei Passovelox per chi cammina troppo di fretta a Shinjuku, la stazione della metropolitana piu’ frequentata al mondo con i suoi 2 milioni di passeggeri, si inviteranno i passanti a riflettere sul tempo, magari scherzando sui Comandalenti.

All’Istituto Italiano di Cultura verrà presentata in prima mondiale la mostra fotografica: -Vedere con Lentezza - Fotografia e Contemplazione- del GRIN, ideata da Giovanna Calvenzi, che presenta immagini di Daniele Dainelli, Luigi Gariglio, Claudio Gobbi, Sirio Magnabosco, Claudio Sabatino.

Sempre all’Istituto Italiano di Cultura Paolo Sottocorona, metereologo de La7, guiderà i Cercatori di Nuvole: Cloudspotting tra arte e meteorologia, prima a teatro e poi per strada, accompagnato dal maestro Maurizio Schiavo al violoncello.
Il Professor Baccarani dell’Università di Verona dialogherà con manager giapponesi sulla gestione del tempo in azienda alla Camera di Commercio Italo Giapponese.

A New York, performance organizzata da Slow Lab e passeggiata lungo l’Hudson guidata dalle giornaliste Maria Teresa Cometto e Micky Zambella. Nelle Città Slow d’Italia, da Abbiategrasso a Zibello, tutti i Colori della Lentezza. Roma, la Casa Internazionale della Donna presenta -Ai tempi delle donne- ma anche l’Ambasciata Giapponese sarà della partita. Guidonia A un Anno Luce da Roma - A un Click dal Mondo. Follonica letture di Fiabe in piazza a cura dell’Auser. Pavia una tappa sulla via Francigena guidata da Davide Zanellato e commentata da Renata Crotti, docente di Storia Medioevale all’Università di Pavia; Accettare la Lentezza con Pinuccia Balzamo, assessore del Comune di Pavia. Bishkek, Kyrgyzstan, degustazione di vodka al Ristorante Pizzeria la Dolce Vita. Lione, bed-in day da Les Amis et le Parents de Ve’ronique. Londra, Carl Honore’ legge brani sulla lentezza: l’esperanto del mondo; Carla Heloise, Te’ Verde in Foglie. A Correggio, il paese di Luciano Ligabue, Al Simposio organizza -La Piazza al Centro-. Parigi passeggiata sul Lungo Senna e Cafe’ au lait con Severine. Inzago Letture al Pianoforte a cura di Enrica Borsari. Jaipur, India, spettacolo teatrale itinerante di bambini e bambine di strada di Ladli Lab. Cuneo, camminare in allegria con Ermanno Bressy.

Per informazioni: tel. +39 0382 200 43
http://www.vivereconlentezza.it

Diverse sedi, Milano