Questo sito contribuisce alla audience di

Here and Now Bologna Art First

Here and Now a cura di Julia Draganovic Giunge alla quinta edizione Bologna Art First: un itinerario esclusivo in città che diventa per il primo anno un progetto curatoriale affidato a Julia Draganovic.[...]

Here and Now a cura di Julia Draganovic

Giunge alla quinta edizione Bologna Art First: un itinerario esclusivo in città che diventa per il primo anno un progetto curatoriale affidato a Julia Draganovic. Il progetto nato dalla collaborazione tra la città di Bologna e Arte Fiera Art First, presenta dal 29 Gennaio al 28 Febbraio 2010 una serie di installazioni site specific di artisti che lavorano con le gallerie partecipanti. Alcune delle opere saranno appositamente realizzate in situ, nel rispetto della struttura degli edifici storici
che le ospitano.

Un’unica grande mostra collettiva per creare un dialogo tra l’arte contemporanea e location inusuali del centro storico della città e dei suoi dintorni, in cui Bologna mostra nuovamente il suo eclettismo oscillando fra antico e moderno diventando cosi un palcoscenico dove vedere e sperimentare opere d’arte contemporanea in ambienti ben diversi dai soliti luoghi dell’arte descritti come “white cube”.

Il titolo “Here and Now” richiama in chiave ironica il concetto molto popolare della filosofia buddista, che solo a prima vista sembra presentare una verità facile: la sfida di ogni giorno consiste, infatti, nell’affrontare il presente.

Le installazioni site specific e le opere scelte per essere esposte in alcuni degli spazi più significativi della città di Bologna seguono questo obiettivo: attirare l’attenzione verso luoghi che consideriamo storici ma che, nonostante ciò, fanno parte della vita contemporanea e non perdono mai d’attualità.

Le sedi che ospiteranno le installazioni e gli artisti coinvolti per l’edizione 2010, sono: Palazzo Re Enzo – Stefano Cagol, Fabrizio Passarella; Palazzo del Podestà / Emporio della Cultura – Sophie Whettnall; Sala Borsa – David Lindberg; Cortile di Palazzo d’Accursio – Giuseppe Maraniello, Vedovamazzei; Museo della Sanità e dell’Assistenza/Oratorio della Vita – Luca Pozzi; Archiginnasio – Francesco Simeti; Museo Archeologico – Barry x Ball, Michael Bevilacqua, Lizbeth Marano, Rita McBride, Damir Očko, TooMattos (Roxy in the Box e Carlo Rossi); Galleria Cavour – Angela Glajcar; Piazza de’ Calderini – Kaarina Kaikkonen; Museo della Musica – Giuseppe Stampone; Musei Universitari di Palazzo Poggi - Nicola Bolla, Luca Francesconi; Cortile tra Accademia di Belle Arti e Pinacoteca Nazionale – Daniel Knorr; Museo Civico Medievale – Nicola Evangelisti; Marconi Business Lounge – Andrea Mastrovito.

Per la prima volta Bologna Art First presenterá lavori “site specific” pensati esclusivamente per alcuni palazzi storici bolognesi: gli artisti Michael Bevilacqua (New York, USA), Angela Glajcar (Magonza, Germania) Kaarina Kaikkonen (Helsinki, Finlandia), Daniel Knorr (Berlino), David Lindberg (Amsterdam, Paesi Bassi), Francesco Simeti (New York, USA) e Giuseppe Stampone (Teramo - Milano) arriveranno a Bologna una settimana prima dell’inaugurazione di Arte Fiera e creeranno le loro installazioni appositamente per gli spazi a cui sono destinate.

Nicola Bolla , Nicola Evangelisti , a, Andrea Mastrovito , Fabrizio Passarella , Luca Pozzi e TooMattos
(Roxy in the Box e Carlo Rossi) presenteranno invece opere inedite.

Bologna Art First diventa interattiva grazie al supporto digitale di una mappa presente su
GoogleMaps, nella quale sono indicati come ‘point of interest’ tutte le sedi espositive, con contenuti
sull’artista e le opere. Dal 15 gennaio 2010 il visitatore potrà, attraverso un vero e proprio geo-blog,
commentare le opere e gli artisti.

Centro Storico Bologna