Questo sito contribuisce alla audience di

Mario Schifano Galleria Sangallo Firenze

In diretta a cura di Martina Corgnati Venerdi’ 30 aprile alle ore 18.30 si inaugura presso la galleria d’arte Sangallo ART Station di Firenze la mostra retrospettiva “Mario Schifano. In[...]


In diretta a cura di Martina Corgnati

Venerdi’ 30 aprile alle ore 18.30 si inaugura presso la galleria d’arte Sangallo ART Station di Firenze la mostra retrospettiva “Mario Schifano. In diretta“, che resterà aperta fino al 30 giugno. Oltre a una trentina di opere storiche dell’artista, fra i piu’ geniali, originali, trasgressivi e individualisti del secondo dopoguerra, verranno proposti alcuni lavori di Tano Festa e Franco Angeli, amici, complici e compagni di una strada di rivisitazione e ripensamento della pittura che trova nella Roma degli anni ‘60 e ‘70 uno dei suoi centri piu’ imprevisti ma anche piu’ interessanti.

Mario Schifano non e’ una novità per la galleria: nel 1974 Marcello Secci aveva infatti organizzato una prima mostra dell’artista nella sede storica della Galleria Sangallo, in Viale Don Minzoni, replicata l’anno successivo attraverso una nuova personale. In queste circostanze l’artista presento’ ben cento paesaggi anemici e altrettanti -televisori-, molti dei quali realizzati appositamente per l’occasione. Le opere vennero esposte incorniciate in preziose ma asettiche teche di plexiglas, una soluzione che a Schifano piacque moltissimo, tanto che la riprese spesso in momenti successivi.

In mostra troviamo alcune delle opere realizzate in quel tempo, (alcuni Inventari, i Futurismi rivisitati, le insegne della Esso, ma anche alcune grandi Coca-Cole, Oasi e Paesaggi anemici ma non troppo), che completano l’itinerario nella ricerca artistica di Schifano in quel periodo di crisi personale (in quella fase sono numerosi gli arresti per uso di stupefacenti e possesso di oppiacei) ma anche di importante e solitaria riflessione sulla nuova cultura dell’immagine nata dalla televisione e destinata a stravolgere definitivamente la sensibilità complessiva di un’epoca.

Mario Schifano era nato a Homs, in Libia, il 20 settembre del 1934 ed e’ morto per una crisi cardiaca a Roma il 26 gennaio del 1998. E’ unanimemente considerato uno dei piu’ importanti, trasgressivi ed originali artisti italiani, nume tutelare della Pop italiana e uno dei pochissimi interpreti del moderno, capace di trasformare la pittura in interprete d’eccezione della civiltà dell’immagine mediatica e tecnologica e non il contrario. Gli sono state dedicate centinaia di mostre personali e collettive in musei, gallerie e spazi espositivi fra i piu’ importanti del mondo: fra queste, per citarne soltanto alcune recenti, Tutto (Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, 2001), la serie di retrospettive -per decenni- allestite alla Fondazione Marconi di Milano dal 2005 in poi e America Anemica al Palazzo Pigorini di Parma nel 2008

Catalogo Skira con testo di Martina Corgnati.

Inaugurazione Venerdi’ 30 aprile alle ore 18.30

Galleria Sangallo ART Station
Via Fra’ Giovanni Angelico 5r - Firenze
orario: mar-sab 10:13 15:20
ingresso libero