Questo sito contribuisce alla audience di

Hypo Re taglia la metà dei posti di lavoro in tre anni

I dipendenti passeranno da 1.800 a circa 1.000. Oltre i due terzi dei licenziamenti avverranno fuori la Germania. L'istituto è tuttora uno dei leader del mercato tedesco dei covered bonds.

La banca tedesca Hypo Real Estate, specializzata in mutui immobiliari, ha annunciato sabato 20 dicembre un piano di ristrutturazione necessario ad affrontare la crisi finanziaria, venutasi a determinare dopo il salvataggio in extremis del governo tedesco nell’ottobre scorso. È prevista una drastica riduzione dei costi e un taglio di quasi la metà dei posti di lavoro. “Il numero di impiegati sarà ridotto nei prossimi tre anni - si legge in una nota del gruppo - dall’attuale livello vicino a 1.800 addetti a circa mille”. L’istituto tedesco ha precisato che circa i due terzi dei dipendenti che lasceranno il gruppo sono fuori la Germania. ”Non ci sono altre alternative al piano di ristrutturazione” afferma la Hypo Re nello stesso comunicato.

Ricordiamo che, all’inizio di ottobre, il Governo tedesco è dovuto intervenire due volte in pochi giorni per trovare un accordo per il salvataggio dell’istituto. Dopo la gravissima crisi di liquidità che ne aveva fatto temere il fallimento, un gruppo di istituti di credito ha offerto una linea di credito pari a 50 miliardi di euro, rispetto ai 35 miliardi garantiti solo una settimana prima. L’intesa prevedeva garanzie pubbliche per 25,6 miliardi di euro ed era giunto dopo che due giorni prima le banche creditrici avevano deciso di ritirarsi dall’operazione, preoccupate dai crescenti bisogni di liquidità di un istituto che ha attività per circa 400 miliardi di euro.

Il cancelliere federale Angela Merkel aveva promesso di non far degenerare la situazione di HRE, trasformando il fallimento della banca in una crisi dell’intero sistema finanziario tedesco. Nato nel 2003, l’istituto è relativamente piccolo rispetto ad altre banche tedesche, ma è un protagonista europeo nel finanziamento degli enti pubblici e controlla un quinto del mercato tedesco dei covered bonds. Georg Funke, ex-ceo Hypo Re, in accordo con il consiglio di sorveglianza aveva dato le dimissioni con effetto immediato da tutte le cariche nel gruppo.

Link correlati