Questo sito contribuisce alla audience di

Banca Mps: approvati con soddisfazione i conti dei primi 3 mesi

Sostanziale tenuta, al ribasso, del margine. Forte aumento delle rettifiche nette di valore per deterioramento di crediti. Risultato operativo netto in leggera flessione, ma ampiamente nelle aspettative del mercato.

Il Cda della Banca Monte dei Paschi di Siena Spa ha approvato i risultati della prima trimestrale del Gruppo. Il margine di intermediazione primario ha accusato una battuta d’arresto, attestandosi a 1.408 milioni (circa 1.477 milioni al 31 marzo 2008 omogeneo), dai 1.544 precedenti. Il margine di interesse risulta stabile rispetto al primo trimestre 2008 (-0,2%), mentre le commissioni hanno subito una caduta del 14,7% su base annua. Il risultato netto da negoziazione/valutazione attività finanziarie evidenzia un saldo positivo di circa 48 milioni di euro, contro un risultato negativo di circa 25 milioni al 31 marzo 2008.

Nel complesso, il margine consolidato della gestione finanziaria ed assicurativa si attesta a 1.483,3 milioni di euro (+1,7% sul 31 Marzo 2008 a perimetro omogeneo), rispetto ai 1.524,2 di un anno prima. Si evidenziano inoltre “rettifiche nette di valore per deterioramento di crediti” pari a circa 287,0 milioni di euro in crescita del 32,6%, e “rettifiche nette di valore per deterioramento di attività finanziarie” in negativo per circa 18 milioni di euro. Buona performance del Gruppo sugli oneri operativi, in calo del 5,4% rispetto all’anno precedente, dovuta ai benefici strutturali delle manovre di contenimento e ricomposizione degli organici realizzate nella seconda metà del precedente esercizio e proseguite nel 2009.

Il risultato operativo netto si attesta a circa 289 milioni di euro, in riduzione (-2,7%) rispetto al primo trimestre 2008 omogeneo (357 milioni per il dato al 31 marzo 2008). L’utile dell’operatività corrente al lordo delle imposte si attesta a circa 276 milioni di euro, con un incremento del 21% circa sui dati omogenei di marzo 2008. L’utile netto consolidato del Gruppo Montepaschi ante effetti della Purchase Price Allocation (PPA) è di circa 334 milioni e a 300,6 milioni di euro post PPA (171,7 milioni).

Buona performance sulla raccolta diretta, superiore ai 139 miliardi di euro, con un incremento del 3,5% rispetto all’anno precedente. La raccolta indiretta si attesta sui 125 miliardi. I crediti verso la clientela hanno raggiunto i 145 miliardi di euro, con una crescita del 4,7% sul marzo 2008 ricostruito.

La nota in sintesi:

“Le principali evidenze del primo trimestre 2009

Margine di interesse: -0,2% a/a
Ricavi: +1,7% a/a
Utile netto: 300,6 milioni di euro
Raccolta Diretta: +3,5% a/a (di cui Raccolta rete commerciale: +9,7% a/a).
In tre mesi flussi di risparmio per complessivi 6,4 miliardi di euro
Impieghi: +4,7% a/a
Polizze tradizionali: collocati 830 milioni di euro (+144% rispetto al primo trimestre 2008)
Mutui: erogazioni per circa 1,9 miliardi di euro (pressoché in linea alla media trimestrale 2008)
Forte e sostenibile riduzione dei costi (-5,4% a/a), in deciso calo il cost/income (60% dal 66% di fine anno. 51% per Antonveneta).

1) Spese per il personale (-4,1% a/a): uscite per esodo incentivato 270 risorse (circa 1% del totale di Gruppo) nei primi tre mesi dell’anno
2) Altre spese amministrative (-8,3% a/a) grazie anche a sinergie per 63 milioni di euro rispetto a un target annuale di 115 milioni di euro

Costo del credito a circa 80 bps. Cresce il patrimonio netto

1) Il costo del credito si posiziona su circa 80bps (annualizzati), flusso di contenzioso in aumento a/a del 12.3%
2) Al 31/3/09 il Patrimonio netto (sopra i 15 miliardi di euro) cresce dell’1,3% rispetto a Dicembre 2008 e del 6,1% rispetto a Giugno 2008.
3) Il Patrimonio Netto, esclusi gli avviamenti, sale a 8.349 milioni di euro (ossia circa 1,3€ ad azione) in crescita del 3% circa rispetto a fine anno e del 28% circa rispetto a Giugno 2008.

Prime importanti evidenze commerciali e reddituali di Antonveneta (403 filiali)
1) Raccolta Diretta: forte crescita (superiore al 10% anno su anno)
2) Ricavi del primo trimestre 2009 a circa 163 milioni di euro completamente composti da ricavi primari. Cost/income al 51%.
3) Stock sofferenze +6,3% rispetto al quarto trimestre 2008
4) Utile netto del primo trimestre 2009 (pre PPA) a circa 28 milioni di euro”.

Link correlati