Questo sito contribuisce alla audience di

Fannie Mae: forte perdita e nuovi aiuti statali

Rosso di quasi diciannove miliardi di dollari nel terzo trimestre e una richiesta di aiuti statali per altri quindici miliardi. Fannie Mae mette ancora paura a governo e mercati.

Fannie Mae perde 18,9 miliardi di dollari nel terzo trimestre e chiede altri aiuti pubblici per 15 miliardi, arrivando a 60,9 dei 100 miliardi di dollari della linea di credito messa a sua disposizione dal Tesoro. Il gigante statunitense, in coppia con Freddie Mac, fa ancora paura ai mercati ed al governo Obama. Un articolo pubblicato nella sezione Finanza e Mercati de Il Sole-24 Ore, “Fannie Mae perde 18,9 miliardi nel trimestre e chiede aiuto al Tesoro“, uscito il 6 novembre 2009.

“L’agenzia di rifinanziamento dei mutui Fannie Mae ha perso nel terzo trimestre dell’anno 18,9 miliardi di dollari e ha chiesto nuovi aiuti pubblici al Tesoro per 15 miliardi. La perdita del trimestre è inferiore del 35% rispetto a un anno fa, ma è in netto aumento rispetto ai 14,8 miliardi di dollari del trimestre precedente. Fannie Mae ha attribuito le nuove perdite alle spese per 22 miliardi iscritte a bilancio in gran parte sotto forma di accantonamenti per ulteriori perdite sugli asset sofferenti a bilancio. Con la nuova richiesta di aiuti, Fannie Mae ha già utilizzato 60,9 dei 100 miliardi di dollari della linea di credito messa a sua disposizione dal Tesoro. Un’analoga linea di credito da 100 miliardi è stata messa a disposizione di Freddie Mac”.