Questo sito contribuisce alla audience di

La guida risponde

0 Vota

Ho una polizza vita a premio unico che scade nel 2012 ma il contraente e' deceduto tre anni fa e non e' stato ancora richiesto dai beneficiari il rimborso. cosa succede?

Domanda

Risposta

La risposta parte con un dubbio: come fai Lei ad "avere" una polizza vita a premio unico, con un contraente deceduto tre anni fa? Lei è uno dei beneficiari?
Comunque sia, in questo caso valgono tre diverse potenziali interpretazioni:
1) Estensiva. Vale la scadenza naturale del contratto, il termine di prescrizione diventa di due anni, quindi i beneficiari hanno tempo sino al 2014 per richiedere il capitale;
2) Restrittiva. Considerato che la prescrizione consiste nell'estinzione di un diritto per inerzia del titolare che non lo esercita entro il tempo specificato dalla legge (nel caso dei contratti di assicurazione, due anni), la Compagnia può ritenere che, in caso di decesso, il titolare del diritto non sia più il contraente, ma il beneficiario, il quale non ha esercitato il suo diritto entro il tempo previsto (sono passati tre anni). Conclusione: il diritto è prescritto, e il capitale andrebbe ad alimentare il Fondo.
3) Conciliativa. Ripartendo dall'interpretazione precedente, a quale Compagnia gioverebbe imputare il capitale al Fondo? Cui prodest? E' difficile che una Compagnia si irrigidisca sulla prescrizione: avrebbe un maggiore incentivo a trattare privatamente con i beneficiari, per riconoscere loro almeno in parte quei soldi che originariamente erano loro destinati. O perderli tutti, attribuendoli al Fondo.

Tra le tre interpretazioni, comunque, la prima sembra assolutamente prevalente.

- 11 anni e 3 mesi fa
Registrati per commentare