Questo sito contribuisce alla audience di

La mia storia - Il racconto di un'ex aderente (parte III)

Quando ho scoperto a.r.s. [alt.religion.scientology] più di tutto mi piaceva leggere le esperienze personali altrui - per me avevano molto senso. Spero che la mia storia aiuterà qualcun altro, esattamente come le esperienze altrui hanno aiutato me. Questo racconto copre un periodo di circa sei anni, partendo dai primi anni '90. ExScnmem

Divento EO [Ufficiale di Etica]

Ad un certo punto della mia istruzione di staff mi fecero leggere un libretto intitolato Divisional Summaries, che riportava un breve sommario su ogni dipartimento dell’org. Lessi quello relativo alla Divisione 1, Dipartimento 3 (Dip. Delle Ispezioni e Rapporti - Div. 1 di HCO) il cui prodotto di valore è qualcosa del tipo “un’organizzazione altamente etica che può perciò consegnare tech standard al 100%“. La premessa perché ciò avvenga è che per avere una tech “in”, l’etica deve essere “in”. La cosa, dal mio punto di vista, aveva molto senso. Inoltre nella nostra org non avevamo una buona Div 1 - il primo HAS (HCO Area Secretary - capo della Div 1) che avevo conosciuto aveva “fatto blow” - completamente scomparso. Il secondo HAS era stato reclutato in SO [Sea Organization]. Il HAS che avevamo in quel periodo era completamente incompetente per quel lavoro, e per gran parte del tempo era bloccato alla reception - non aveva idea di come maneggiare l’etica. In Div. 1 c’era soltanto un’altra persona - il tizio addetto ai telex e non era veramente in Div. 1, poiché anche lui non era qualificato per il posto. Ma era l’unico in tutta l’org che sapesse fare i telex.

La Div. 1 aveva qualificazioni molto alte. Tra i requisiti c’è una HCOPL - un lungo elenco che comprende niente LSD, niente ritorno alle droghe (da quando si è entrati in Scientology), nessun problema di studio, niente R/S (Rock Slam - un movimento della lancetta dell’e-meter che indica Scopi Malvagi), mai avuta una clearance sulla sicurezza ecc. HCO è ancor più severo della SO - ecco perché la SO adora reclutare in HCO - c’è sempre gente qualificata.

Lavoravo per la Div. 6 e volevo trasferirmi in Div. 1 - e volevo farlo subito. Così iniziai a cercare un sostituto per il mio posto e feci un hat write-up. Poiché volevo fare tutto secondo l’etica, mi dissi che avrei dovuto fare il trasferimento nel modo giusto, e seguii tutte le policy di LRH. Naturalmente trovare un sostituto non fu un compito facile - di solito non è che la gente entra in org e dice «ehi, mettetemi sullo staff». Ma alla fine uno dei test della personalità che avevo distribuito diede i suoi frutti, la persona acquistò qualche servizio di base e venne reclutata sullo staff - così mi trasferii in HCO.

C’erano TONNELLATE di lavoro da fare. KR [rapporti per conoscenza] ed altri rapporti non venivano archiviati da mesi, la gente non scriveva le formule delle condizioni o i BP (Piani di Battaglia - ciò che dovrai fare per alzare la produzione della settimana). C’erano litigi tra gli staff e alcuni turbamenti del passato su questioni di etica che avevano allontanato public e staff. Insomma, avevo il mio daffare. Perché volevo farlo? Su a.r.s. [alt.religion.scientology] ho letto un sacco di lamentele a proposito dell’etica di Scientology. Ecco il mio punto di vista di quando ero scientologist:

Scrivere KR ed altri rapporti: se vedi un outpoint [qualcosa che non va] devi metterlo per iscritto in modo che possa venire maneggiato. Se leggi le direttive con gli occhi foderati di prosciutto (come erano i miei all’epoca) ha davvero senso. Voglio dire: se assisti ad una rapina chiami il 113, giusto? Se sai che il tuo medico ha fatto qualcosa di sbagliato, ne informi qualcuno, giusto? Bene, la stessa cosa in Scientology - se qualcuno sta facendo qualcosa off-policy deve essere corretto. Non ho mai veramente considerato l’etica come punizione, ma piuttosto come correzione. Forse sono stata un ufficiale di etica diverso da altri. Di solito i KR erano fatti su qualcuno sul posto che non faceva le cose come andavano fatte, oppure arrivava in ritardo al lavoro o sul corso. E c’erano diversi gradienti di etica da applicare.

O/W (Overt e Withhold): in precedenza ho scritto che questa tech mi piaceva moltissimo. Ho sempre considerato O/W e sec checks [verifiche di sicurezza] come informazioni confidenziali - anche se so che altri all’org godevano nello scovare O/W ed usarli contro la persona. O/W erano un modo per scaricare il peso delle azioni cattive che avevi commesso. Poi facevo in modo che la persona analizzasse i suoi O/W e determinasse la propria condizione di etica - spesso su diverse dinamiche. Ho avuto molti successi nel farlo e pensavo che fosse un grande strumento, se usato in modo corretto.

Condizioni e BP (Piani di Battaglia): utilizzare le formule delle condizioni era l’unico modo per migliorare le condizioni della vita. Si determinavano le condizioni dalle statistiche tenute (le stats! Non le ho mai amate. Furono il mio solo disaccordo con Scientology in tutto il periodo della mia appartenenza. Non ho mai pensato che le stats che dovevo tenere riflettessero ciò che facevo ecc. - credo che sulle stats si dovrebbe scrivere un capitolo a parte). Potevi anche usare le condizioni sulle tue altre dinamiche per migliorarle. Occasionalmente venivano assegnate condizioni di impedimento o inferiori, e di solito la persona era d’accordo (anche se non sempre, è vero). In un’org di Classe 5, comunque, una condizione inferiore non significava poi tanto - sì, dovevi fare gli straordinari e fare lavoro manuale, pulire ecc. ma non era poi una cosa così terribile. Ebbi davvero grosse vittorie con chi risaliva le condizioni sulle varie dinamiche. Il solo problema che ho sempre avuto, però, era con chi lasciava lo staff. Bisognava applicare la formula di dubbio e il modo in cui si supponeva che io, in quanto EO, dovessi affrontare la cosa era: «come puoi NON scegliere di stare in questo gruppo etico e upstats?», mentre la persona che se ne voleva andare diceva «io resto nel gruppo, ma contribuirò come public.» Il dubbio doveva sempre essere distorto e analizzato da un solo punto di vista, altrimenti non riuscivi ad ottenere il risultato richiesto. Credo che la condizione di dubbio potrebbe fare argomento a sé. Forse in seguito, se avrò tempo.
Una delle mie prime vittorie come EO fu con la Repair of Past Ethics Conditions [riparazione di condizioni etiche del passato]. Si tratta di una procedura specifica con cui torni ad una condizione del passato che hai applicato male o per nulla, e la applichi correttamente. Viene usata spesso anche per la Conditions By Dynamics. Ho usato questi due pezzi di tech su un tizio, che prese letteralmente il volo. Fu una sensazione molto bella.

PTS/SP: non ho mai dovuto dichiarare SP nessuno. Non ho mai dovuto dire a qualcuno di disconnettere da un familiare o amico. Ho invece dichiarato qualcuno PTS (di tipo D, mi pare). Ho emesso Non-Enturbulation Orders (è un ordine che dice che se il soggetto inturbola - causa turbamento a - qualcun altro, verrà dichiarato SP). Ho steso una dichiarazione di SP su un tizio - era alcolizzato ed aveva fatto blow dal posto diverse volte, l’ultima in modo davvero orribile. Così scrissi la dichiarazione e gli dissi che l’avrei spedita per approvazione, ed affissa, a meno che non avesse rimediato i soldi per pagarsi il Narconon e non si fosse dato una ripulita. Ho richiesto un Comm-Ev su alcuni che erano entrati in un gruppo squirrel (ne riparlerò in seguito). C’è una tech per maneggiare la PTSness - e usavamo sempre la parte relativa al “maneggiamento”. Credo che non avessimo intorno molti veri SP. Così, non essendo mai stata la mia esperienza, non ho mai prestato molta attenzione a ciò che LRH diceva a proposito del trattamento degli SP. Voglio dire, conoscevo le sue disposizioni (può essere imbrogliato, querelato, gli si può mentire), ma non ho mai prestato molta attenzione alla cosa.
E quest’ultima frase riassume tutto. Ad un’analisi superficiale gran parte della tech di etica sembra ragionevole - fare rapporto se qualcuno si comporta male, risalire le condizioni, maneggiare la PTSness; si presumeva che tutto questo conducesse ad uno stato in cui la tech poteva essere applicata in modo standard, e la gente si sarebbe mossa velocemente sul Ponte. Adesso rileggo alcune di queste cose, e mi rendo conto che possono essere viste in modo diverso. Così come alcuni nella mia org usavano O/W altrui per “molestarli”, tutta la tech di etica può essere usata per molestare. Le persone ingenue come me non ci penserebbero mai, fino a che non succede. Voglio dire, LRH ha scritto tutto questo per migliorarci la vita, giusto? Solo chi non è etico (come gli SP che circolano su a.r.s…. ;-) ) lo interpreterebbe in modo diverso. Chi è in Scientology non lo farebbe mai. Ecco perché vuoi essere in Scientology - non faresti mai causa ad uno scientologist - sei fatto di una pasta diversa. Che dire di OSA, mi chiedete? Ho conosciuto diversi DSA - persone molto carine e disponibili, sempre impegnate in qualcosa di “segreto”. Fanno picchetti davanti casa della gente?! Beh, stanno usando la tech di etica nello stesso modo in cui la usano “quei dannati SP” - in modo sbagliato.

Ho aperto veramente gli occhi soltanto diversi anni dopo aver lasciato Scientology.

La mia vita di EO [Ufficiale di Etica] e ciò che iniziò a far franare il castello

Più o meno nel periodo del mio trasferimento in HCO, uno dei membri dello staff era in “routing out” [la procedura standard per uscire dallo staff]. Aveva già fatto il suo Sec Check [verifica di sicurezza, anche chiamato “confessione”] che veniva gestito dall’ED [Direttore Esecutivo dell’org], poiché in HCO non c’era personale sufficiente. Dal sec check di questo tizio erano emerse cose davvero spaventose - roba di sesso che sarebbero dovute probabilmente essere di pertinenza della polizia. Bene, l’ED decise di mostrare questi O/W alla moglie incinta del tizio. Ovviamente con effetti devastanti. La ragazza stava già pensando di divorziare - l’azione dell’ED decise per lei. All’epoca non riuscivo bene a capire che cosa stesse succedendo, ma credo che l’ED non volesse che i due restassero sposati - forse perché lui stava uscendo dallo staff e l’ED non voleva che la moglie lo seguisse. Non poteva assolutamente permetterlo, era una vera fanatica.

Non so perché la ragazza stesse pensando al divorzio - forse perché lui voleva lasciare lo staff. Ma avevo avuto la sensazione che lui lo stesse facendo per riuscire a mantenere il bambino in arrivo. Sia io che l’ED e l’auditor rimanemmo veramente scioccati dagli O/W del tizio. Ma l’ED non aveva motivo di mostrarli a sua moglie, in particolare perché era incinta. A volte mi chiedo se il tizio avesse davvero fatto quelle cose. Durante i sec checks devi per forza tirar fuori overt e withhold - devi averne, altrimenti non avresti motivo di voler lasciare questo gruppo meraviglioso. Forse il tizio voleva presentare overts talmente brutti che ci avrebbero impressionato al punto da non volerlo più intorno. E infatti andò così.

Gran parte delle volte uscire dallo staff richiede un tempo infinito - devi trovare un sostituto, fare la stesura del tuo hat ecc. - e nessuno dei tuoi colleghi ti aiuta. C’è sempre molto risentimento. Ma non quella volta - il tipo venne lasciato andare molto in fretta. I due divorziarono e la ragazza mi ritenne a lungo responsabile del comportamento dell’ED - disse che avrei dovuto fermarla. In effetti avrei dovuto - la mia unica difesa è che ero nuova e pensavo che l’ED, molto avanti sul Ponte e anche molto addestrata, sapesse cosa stava facendo. Comunque tutto questo per dire in che modo alcune persone usano O/W contro chi li ha scritti, e quella fu la prima volta in cui ne fui testimone.

Un’altra volta, la nostra auditor principale fece “blow” [scomparve]. Un bel giorno non si presentò in org. Anche questo accadde nei primi tempi in HCO (essere nuova non è una giustificazione. Se prendi l’hat ne sei completamente responsabile e hai le tue stats dal giorno uno - niente caso sul posto!). Mi telefonarono al lavoro wog aspettandosi che fossi io a maneggiare la situazione. Grande! Il Senior C/S aveva rintracciato l’auditor e la incontrammo insieme all’ora di pranzo. Le facemmo ogni tipo di promessa - che sarebbe stata pagata meglio, che avrebbe avuto più tempo libero ecc., tutte cose che non avremmo potuto mantenere, ma gliele promettemmo per farla tornare in org e rimettersi immediatamente a produrre. Diverse altre volte dovetti andare personalmente a casa di membri dello staff per maneggiarli e fargli riportare il posteriore in org - se necessario portandoveli con la mia macchina. Il problema è che eravamo talmente sottodimensionati che anche una sola persona che non si presentava al lavoro diventava un enorme problema. Significava che qualcun altro doveva aggiungere al proprio lavoro quello di chi era assente - ed ogni staff era già molto sovraccarico di suo. Ecco perché credo ci siano tanti sensi di colpa quando si lascia lo staff. Lavori con questa gente, sono i tuoi amici - quindi SAI che cosa succederà se te ne vai, e non vuoi fargli una cosa del genere.

Naturalmente, andarsene per entrare in SO [Sea Org] è una cosa molto diversa. Si suppone che dovresti cercarti un sostituto e cose del genere, ma accade raramente. La gente semplicemente se ne va, perché la SO è un’attività di quarta dinamica - stanno chiarendo il pianeta. Essere staff in un’org è veramente un modo diverso di vedere le cose. Hai un gruppo di amici, ma sono davvero tuoi amici? Quando ci sei, pensi di sì. Ma poi quando qualcuno se ne va iniziano le chiacchiere - «Oh, è tornato a drogarsi», «Oh, era troppo delicata, non reggeva il disagio», «Oh, è rimasta incinta e ha dovuto lasciare la SO». Come Ufficiale di Etica cercavo di tenere al minimo le chiacchiere - pensavo fossero azioni SP [soppressive]. Mi piace pensare di aver fatto un buon lavoro, e a volte c’era molto meno “rumore”. Quando sentivo rumoreggiare iniziavo a investigare… ma forse, alla fine, evitarono semplicemente di farmi giungere le chiacchiere :-)

Divenni HAS [Segretario dell’Area di HCO] dell’org - non volevo parlarne adesso ma basti sapere che non fu completamente per mia volontà. Ma, come ho detto prima, una volta che ti sei preso il posto te lo tieni, e ci si aspetta che inizi a produrre dal primo giorno. Perciò, ero ancora staff part time ma si supponeva che: gestissi la reception, gestissi le assunzioni, gestissi il “full hatting” dello staff (le due statistiche principali di HCO sono Numero di staff qualificati assunti e fully hatted staff), gestissi tutte le comunicazioni interne dell’org, facessi uscire lettere (al pubblico), gestissi i telex, gestissi la distribuzione delle nuove policy (leggi ciclostile - avevamo una vecchia macchina ciclostile, ma non funzionava. Non potevamo copiare la roba, in particolare HCOPL e HCOB - così come pensavano che potessimo distribuirli? Ancora non ne ho idea - di solito si impilavano), gestire le lettere in entrata… - faccio una digressione. Grazie a tutti quelli che hanno rispedito roba entheta nelle buste prepagate! Per me è stato importante. Non ricordo di aver visto roba su Xenu - se sembravano cose troppo bizzarre le cestinavo subito. Ma non avete idea di quanto sia scocciante sapere che all’ufficio postale c’è corrispondenza da ritirare, andarla a pagare e rendersi conto che sono critiche! Ci rimanevo molto male e mi arrabbiavo. Ma sappiate che spesso non è sufficiente per farsi rimuovere dagli indirizzari. Il motivo? Mancanza di staff. Ogni volta che qualcuno telefonava per chiedere di essere cancellato, oppure ricevevamo roba entheta con l’indirizzo del mittente, inviavo una nota a CF [Archivio Centrale]. Ma di solito il posto non era coperto, così l’indirizzo non veniva rimosso.

Bene, torniamo all’incarico di HAS: quanto sopra elencato, più tutto ciò che già facevo come Ufficiale di Etica. Il mio carattere peggiorò. Avevamo numerosi programmi 339R che ci arrivavano dal management, e tutto doveva essere fatto SUBITO. Ogni settimana c’erano tonnellate di rapporti da compilare. Come HAS dovevo anche presenziare ai consigli amministrativo, esecutivo e della pianificazione finanziaria. I consigli amministrativo ed esecutivo sono composti da tutti i capi dipartimento/divisione e si incontrano il giovedì dopo le ore 14,00 per discutere le statistiche della settimana precedente, e stendere il “Piano di Battaglia” per quella successiva. La pianificazione finanziaria analizza il GI [gross income: entrate lorde], poi si riempie il formulario predisposto dal management che elenca le esatte percentuali da accantonare per certe cose tipo promozione, soldi da inviare uplines, soldi da inviare alle riserve Sea Org, paga dello staff - così si riempie questo formulario e si vede quanto è restato per pagare lussi come l’affitto, la bolletta della luce, del telefono e cose del genere. Non sto scherzando.

Ah, c’è anche quella divertente HCOPL che dice che, nel caso il posto non sia coperto, l’HAS deve anche fungere da HCO Comm - quindi assunsi anche quell’incarico. Imparai come fare un IA, Issue Authority, con cui approvavo la pubblicità distribuita a livello locale. Dovevo anche esaminare il pacco informativo proveniente dal gruppo WISE (nota 6 ) locale, approvarlo o disapprovarlo. Probabilmente riuscirei ancora a ricordare a memoria tutti i vari marchi di impresa, servizio e registrati che la chiesa possiede. Queste informazioni naturalmente mi sono molto utili nella vita quotidiana. Un altro modo in cui Scientology mi ha aiutata a diventare più abile (sto scherzando, ovviamente).

So che vi state tutti chiedendo «diamine, avevi una vita così bella in questo gruppo altruista, generoso e affettuoso, perché mai hai pensato di andartene?» Beh, avevo un sacco di belle vittorie in auditing. Ero assolutamente sicura, SAPEVO che la tech era buona. Me ne andai per lo stesso motivo per cui tanti altri se ne vanno. Essere membro dello staff è impossibile.

Alla fine di settembre o inizio ottobre del 1993 ci stavamo preparando per l’event annuale della IAS. Avevamo prenotato la sala e stavamo iniziando le telefonate di convocazione. Improvvisamente ricevemmo un ordine dal management - TUTTE le org WUS [Stati Uniti Occidentali] il venerdì sera dovevano essere chiuse - non ci sarebbero stati event IAS locali, tutti gli staff e tutti i public dovevano andare a Los Angeles. Sarebbe stato qualcosa di più grande della marcia di Portland (strano, ne avevo sentito parlare, ma nessuno fiatò mai sul caso Wollersheim. E questo dimostra il grado di censura all’interno delle org). Il management doveva fare un annuncio così importante che dovevamo presentarci tutti di persona. Come pensavano che saremmo arrivati a LA? Non è che gli staff si possono permettere biglietti aerei. Le org furono autorizzate a chiudere al giovedì pomeriggio dopo le ore 14,00 e per tutto il venerdì, in modo da poter andare con la macchina. Io non potevo assentarmi così tanto dal mio lavoro wog, così di nuovo pagai l’aereo di tasca mia. Naturalmente molti dei nostri public non andarono, ma qualcuno lo fece.

Non ricordo dove si tenne l’event, ma la sala era piena a metà. Arrivai un po’ tardi e il parterre era pieno, ma le gradinate erano mezze vuote. Ricordo molto bene la storia che Miscavige ci raccontò: stava passando “per caso” davanti all’ufficio del Commissario dell’IRS, si era fermato ed in Tono 40 aveva chiesto di vederlo, senza appuntamento. Rammento che annunciò, con gran fanfara, che la guerra era finita. Ricordo che pensai: e allora? Voglio dire, era una bella cosa, ma non riuscivo a capire perché ci avessero convocati lì. Credo che fosse per questioni propagandistiche - per avere la sala piena. Quella notte, sull’aereo che mi riportava a casa, riflettei sul fatto che la cosa era stata un totale spreco di tempo e denaro, ero molto sconvolta - anche se le org erano state chiuse ci si aspettava comunque che avessimo stats in salita - soprattutto in quel momento.

Da quel momento tutto divenne fiscalmente deducibile, così i GI avrebbero dovuto prendere il volo. Ricordo che in quel periodo uscirono diverse SPD sul pagamento delle tasse, la paga degli staff e cose del genere. In precedenza Scientology aveva costituito gruppi chiamati CATS - Citizens for an Alternative Tax System. Non erano composti unicamente da scientologist, ma anche da chi si opponeva all’IRS e alle tasse - continuavano a pagarle, ma lavoravano per cambiare il sistema fiscale. Improvvisamente si fermò tutto, e non se ne parlò più. E da quel momento in poi se osavi parlar male dell’IRS venivi redarguito.

In occasione di quell’event venne anche emessa un’amnistia - se avessi scritto e inviato al Dir I & R Int tutte le tue contro-intenzioni su Scientology, saresti stato perdonato. Ci fu un gran fermento per far sì che tutti gli staff e i public, oltre a tutti i public insoddisfatti, chiedessero questa amnistia e continuassero sui servizi. In quell’occasione scoprii che in Scientology non esiste una cosa chiamata amnistia.

Qualche tempo prima, quando avevo avuto i miei problemi di 2D, ero tornata dai miei genitori ed avevo partecipato a feste di vecchi amici. Quando dico feste intendo che si beveva molto, e girava erba. Bene, visto che le canne sono droga illegale, nel gergo di Scientology ero “tornata alla droga” (non importa se avevo fatto solo due tiri, i primi della mia vita - ero tornata alla droga). Ciò mi rendeva “out qual” [senza qualifiche] per HCO. Ma ero riuscita a tenere nascosto questo “overt” per un certo tempo. Uscì l’amnistia e pensai che sarei stata perdonata. Scrissi a Dir I & R Int e mi risposero che ero perdonata, così pensai che fosse tutto a posto. Circa in quel periodo il mio contratto [di staff] era in scadenza, e l’org stava cercando di farmene firmare uno nuovo. Dissi che ero stata perdonata per la storia delle canne, e volevo sapere se potevo restare in HCO. L’ED dell’org e il Snr HAS WUS, che in quel periodo si trovava nella nostra org, mi assicurarono che potevo restare in HCO e mi avrebbero aiutata a trovare un nuovo staff che potesse assumere l’incarico di HAS, in modo che io potessi tornare a fare l’Ufficiale di Etica. Così firmai il nuovo contratto. Credo che in quel momento mi fosse sfuggito di mente il mantra «dì qualsiasi cosa purché le stats siano alte». Bene, rimasi in HCO ma nessuno mi aiutò a trovare un sostituto, e continuai la mia vita frenetica. E cominciarono ad arrivare KR [rapporti per conoscenza] su di me - molti dei quali menzionavano il “ritorno alla droga” e il mio out qual per HCO. Non ho mai saputo in che modo tante persone ne fossero venute a conoscenza - un altro caso in cui O/W sono stati usati contro qualcuno.

Dopo aver sentito della vittoria sull’IRS e dell’amnistia, altre due persone tornarono in org. Erano fuori dalle linee da un sacco di tempo. Erano appena entrate in Scientology quando, nel 1982, ci fu il grande raduno dei gestori di mission e la conseguente raffica di dichiarazioni [di “Persona Soppressiva”]. La mission a cui i due appartenevano si era staccata dal management, ed era stata dichiarata come gruppo squirrel [scissionista, non ortodosso]. Loro non sapevano che cosa stesse succedendo, erano nuovi, così erano rimasti nel loro gruppo e avevano continuato a fare corsi e auditing. Alla fine smisero di andare e il gruppo si sciolse, anche se penso che alcuni auditor avessero continuato a lavorare sul campo. Bene, queste due persone volevano fare ulteriori corsi e auditing - non gli era mai stato molto chiaro il fatto che appartenevano ad un gruppo squirrel. Così richiesero l’amnistia e Dir I & R Int mandò la lettera “sei perdonato”. Tuttavia l’amnistia non copre SP e gruppi SP.

I loro nomi non erano nell’elenco dei dichiarati, e non lo era nemmeno il loro auditor. Era elencato il gruppo, ma a sentire loro si era sciolto. Inviai numerosi telex a Dir I & R WUS e Int per sapere che cosa dovevo fare, e mi dissero di istituire un Comm Ev [processo interno]. Un Comm Ev richiede moltissimo tempo - bisogna raccogliere tutte le prove, pubblicare un documento e molto altro, debitamente elencato nelle HCOPL e nel routing form. Poi devi inviare il tutto uplines per l’approvazione. È davvero difficile ottenere l’approvazione per questo tipo di cose - ogni piccolo dettaglio deve essere corretto e giustificato. Mi tornò indietro almeno due volte. Alla fine fu approvato e tenemmo il Comm Ev. Conclusioni e raccomandazioni devono poi tornare uplines - e anche quelle mi furono rispedite due volte per correzioni. L’intera procedura richiese circa quattro mesi. Alla fine mandai tutto su di nuovo - e tornò indietro con un rimprovero - da Int ci mandarono a dire che non avremmo MAI dovuto fare il Comm Ev. Quella gente era squirrel ed aveva fatto parte di un gruppo dichiarato SP, per cui la loro unica forma di ricorso era A-E [serie di gradini con cui un SP dichiarato può chiedere la riammissione].

Inutile che vi racconti come la cosa mi spiazzò. Avevamo perso un sacco di tempo, e quelle persone avevano pagato soldi, stavano facendo corsi e uno aveva addirittura firmato un contratto di staff, e tutto questo perché ci avevano detto di fare un Comm Ev.

Non erano MAI stati dichiarati, e l’intera faccenda non aveva senso. Avrebbero potuto fare un A-E fin dall’inizio, ma ci avevano detto che non era necessario poiché non erano SP. Adesso dovevamo interrompere i contatti, e non eravamo autorizzati ad aiutarli salvo che per fornire loro l’indirizzo del Dir I&R Int in modo che potessero inviare la richiesta di A-E.

Questa fu una delle cose che mi aprirono gli occhi sulla vera Scientology. C’è gente che vuole davvero dare aiuto e improvvisamente, a causa di qualche sconosciuto del “management”, tutto va a rotoli. Nel passato avevo scritto KR o altri rapporti, e quando mi dicevano che avrebbero esaminato le questioni e risolti i problemi, ci avevo creduto. Ma questa volta ero stata in contatto con il management per tutto il tempo, avevo fatto tutto in modo standard e tutto era stato distorto. E in quel momento mi resi conto che qualcuno vicino al vertice se ne fregava altamente di Scientology.

Le ultime gocce in un vaso già pieno, e l’uscita…

Un altro degli avvenimenti di quel periodo fu la rottura definitiva con la mia 2D [il mio ragazzo]. Quella volta quando mi disse che non voleva più continuare non protestai - ne avevo avuto abbastanza. Ma fu comunque un grosso tradimento e in org ci fu trambusto. Lui si era rimesso con la stessa staff con cui in precedenza aveva avuto una relazione. Ma stavolta quella staff aveva una relazione 2D con un terzo staff. Così improvvisamente 4 membri dello staff erano coinvolti in un grosso incidente di 2D. Volarono parole grosse e ci fu molto rancore. Poiché ero in HCO dovevo emettere un Non Enturbulation Order su noi quattro, quando la cosa sfuggì di mano. Un Non Enturb è un ordine che dice che la persona/e citata non deve più inturbolare [turbare, infastidire] gli altri, pena la dichiarazione [di Persona Soppressiva]. Scoprii che ero oggetto di una campagna di PR negative [si sparlava] e quella volta l’ED non mi sostenne. La cosa mi disturbò molto, perché pensavo di stare ancora cercando di seguire le policy di LRH, cercavo di tenere sotto controllo le mie emozioni e di non sparlare del mio (ora) ex 2D e dell’altra persona. Chi aiuta l’EO [Ufficiale di Etica] quando ha problemi di etica? Si suppone ci sia un Cappellano, ma nella nostra org quel posto era gestito dall’alto, e l’incaricato non aveva molto tempo né il training necessario. Inoltre quella persona era “troppo vicina” alla situazione. Mi autorizzarono a recarmi in una org/mission vicina e ricevere aiuto dal loro HAS.

Nel giro di sei mesi la mia ex 2D e quest’altra staff si sposarono, e dopo altri due mesi lei rimase incinta. Dovevo ancora lavorare con loro e la cosa era veramente dura. Posso capire perché in alcuni posti di lavoro esistono regole “niente appuntamenti” tra colleghi. Comunque penso che la natura stessa di Scientology abbia aiutato a peggiorare la situazione - in un certo senso mi ricordava la scuola superiore, e dall’epoca della scuola/college non avevo più incontrato, nel mondo wog, cose di quel genere.

Guardando indietro adesso, però, devo ringraziare la mia ex 2D - poiché in quel momento non avevo più una 2D in Scientology, non avevo nemmeno più la necessità di restare nello staff, o nel gruppo.

Affittai una casa con altri due scientologist e ben presto iniziai a pensare di “fuggire”. Uso questa parola, fuggire, perché era il solo modo in cui riuscivo a vedere le cose. Non riuscivo a immaginare alcun modo per continuare a vivere in quella casa e lasciare lo staff, o Scientology. Sapevo che l’org mi avrebbe cercata e, alla fine, trovata. Sapevo che i miei coinquilini mi avrebbero tradita. Non potevo permettermi di vivere da sola - i debiti con le carte di credito ammontavano a migliaia di dollari e riuscivo a pagare a malapena le rate mensili, pur con due persone che dividevano l’affitto con me. Avevo una sorella in un altro stato e cominciai a cercare lavoro nella sua zona. Pensai che sarei potuta andare a vivere con lei e avrei iniziato una nuova vita. Naturalmente ciò che stavo facendo era un atto soppressivo - fare progetti segreti di sparizione - ma a quel punto ritenevo che fosse l’unico modo per sopravvivere. Ormai da diversi anni usavo la tech di Scientology e se parte di essa era buona, il modo in cui le org venivano gestite era spesso terribile. I rapporti uplines non sortivano effetti. I nuovi ordini in arrivo non avevano senso e non ne potevo più - sebbene fossi ancora convinta che LRH era stato un uomo meraviglioso che aveva fatto l’incredibile, e trovato il modo per farci uscire dal tunnel. I suoi scritti non venivano applicati, tutto qui (così pensavo all’epoca).

Poi mi si presentò un’incredibile opportunità professionale. La mia ditta voleva trasferirmi in un’altra località per due mesi! SI’! Riuscii in un qualche modo a trovare un sostituto e scrissi un CSW [Complete Staff Work: programma da presentare al superiore per la soluzione di una situazione particolare]. Mi tennero lunghissime paternali su come questa cosa non fosse ok; su come l’org avesse bisogno di me; su come il mio sostituto non avrebbe fatto un lavoro buono come il mio, e su come il CSW non sarebbe dovuto essere approvato. Devo anche dire che riuscii a trovare un sostituto perché gli promisi qualche soldo (non ricordo quanto). Alla fine dissi che me ne sarei andata, punto e basta. Replicarono che se la produzione fosse rimasta indietro avrei dovuto affrontarne le conseguenze con etica e giustizia. Non me ne importava - era la mia possibilità per fuggire! Devo anche dire che non c’era pericolo che la produzione restasse indietro. Ero una reclutatrice penosa - credo di aver fatto firmare un solo contratto da staff. Non avevo nemmeno molta fortuna con i fully hatted staff - per ottenere un full hat bisogna fare un sacco di cose e la maggioranza degli staff non ha comunque il tempo per studiare, perché deve «mantenere alta la produzione». Ero brava nei cicli di etica, ma anche quelli rimanevano impantanati perché non avevamo un receptionist, e quasi sempre dovevo starci io. Il sostituto che ero riuscita a trovare aveva un po’ di addestramento di etica, così sarebbe riuscito a fare almeno quello.

Accettai perciò i due mesi di trasferimento, e FUI LIBERA!!! Due mesi in cui non dovetti correre da un lavoro all’altro. Due mesi di 7-8 ore di sonno ogni notte! Potevo tornare a casa dal lavoro e vegetare davanti alla TV, potevo uscire, andare in città e alle feste. Dire che mi divertii moltissimo sarebbe appena un eufemismo. Almeno una volta la settimana ricevevo rapporti dall’org. Sembrava che le cose andassero «come solito» - nessuna nuova recluta sullo staff, nessun full hat, ma nemmeno nessun grosso problema di etica. E tutto questo rafforzò la mia decisione di uscire dallo staff.

Poi tornai a casa. L’ED se n’era andata a Los Angeles per ciò che ci dissero essere un ciclo di addestramento. Venne sostituita da uno staff che “aveva problemi” con me. Non voglio scendere nel dettaglio. Comunque, il nuovo ED mi consegnò un Comm Ev. Voleva che fossi sottoposta a Comm Ev [processo interno] per aver fatto blow [essere sparita] - diceva anche che non sarei dovuta essere HAS perché ero out qual per HCO, che il mio sostituto non otteneva alcun prodotto (ma che sorpresa!) e che il mio CSW non sarebbe mai dovuto essere approvato poiché pagavo il mio sostituto, perciò lui era fuori-scambio. Non ho mai capito quest’ultima cosa, così non chiedetemi di spiegarvela.

Lessi il Comm Ev e feci notare all’ED che non sarebbe mai stato approvato, che doveva seguire il routing form e assicurarsi che la procedura fosse corretta. Non ricordo se mi fu ordinato o se mi offrii volontaria per correggerlo - ricordo solo che raccolsi le prove e le argomentazioni per il mio Comm Ev - scrissi anche il Issue Authority (poiché ricoprivo anche l’incarico di LRH Comm), e trovai la faccenda molto divertente. Poi, visto che ero HAS, per LRH policy non potevo essere sottoposta a Comm Ev nell’org locale, ma dovevo recarmi in un’org superiore - e la più vicina era Los Angeles. Non me ne importava nulla - speravo davvero di essere cacciata e di essere finalmente libera. Ma non ebbi questa fortuna. Andai a LA - credo in un ufficio di ITO (International Training Org, è quello che ha gli uffici sopra la LRH Life Exhibit?); comunque andai lì e i Sea Org che avrebbero dovuto occuparsi della cosa erano impegnati - così nell’attesa mi mandarono a LA Org a mettere in ordine i loro archivi, dicendo che avrebbero telefonato quando si fossero liberati.

Una piccola digressione - Ero andata a LA diverse volte. Mi avevano convocata per un ciclo di hatting con il Snr HAS WUS che era una persona incredibile, una specie di “nonna” - si chiamava Carol e le volevo molto bene. Ero stata giù anche per event di reclutamento - che si supponeva dovessero servire ad entusiasmare gli HAS per reclutare a più non posso per le loro org, ma che di solito finivano con gli HAS che firmavano contratti per la Sea Org (nel caso non l’avessero già fatto). Ebbene sì, anche io firmai il mio bel contratto da un miliardo di anni. Un bel contratto con su gli emblemi della SO, due cavallucci marini. Ero su un “progetto preparatorio” per pagare tutti i miei debiti in modo da poter entrare in SO. Mah! Come se fosse stato possibile! Comunque, avevo familiarità con LA e il complesso Scientology - la mensa, George’s, le org e tutto il resto.

Ma torniamo al Comm Ev. Dopo otto ore di lavoro in archivio (non sto scherzando!) non mi avevano ancora chiamata. Andai a cena poi dissi in Tono 40 che dovevo andarmene nel giro di due ore, con o senza Comm Ev. E così venne il mio turno. I membri della SO non rimasero impressionati dai Rapporti per Conoscenza che il nuovo ED aveva scritto su di me. In realtà non li avevo nemmeno letti tutti (strano, le policy di LRH dicono che avrei dovuto riceverne copia, inoltre avevo messo assieme io il Comm Ev), e molti di essi risultarono essere frecciatine e meschinità. I SO mi rimproverarono leggermente, dicendomi di tornare a casa e di cercare un sostituto, poiché ero effettivamente out qual (la faccenda del “ritorno alla droga” citato in precedenza).

Intanto era tornata la vecchia ED, che aveva finito il suo “ciclo di addestramento” (credo che il “nuovo ED” ci rimase davvero male). Disse che dovevamo andare avanti. Per me andava bene, ero pronta ad andarmene (ma non glielo dissi). Intanto, non facevo molto di più che occuparmi della reception; ero ancora HAS, ma non avevo trovato un sostituto. Ci avevo provato, ma è molto difficile reclutare qualcuno quando passi tutto il tempo a rispondere al telefono.

Poco prima del mio Comm Ev uno dei miei coinquilini aveva conosciuto un ragazzo estraneo a Scientology (a volte succede), e pensò che mi sarebbe piaciuto conoscerlo. Così organizzò un appuntamento, e ci piacemmo. Naturalmente cercai di interessarlo a Scientology. Venne in org e fece il test della personalità, ma alla fine disse che erano tutte scemenze. Comunque lo disse in modo per nulla offensivo. Quando parlavo di Scientology mi ascoltava sempre con attenzione. Non ha mai deriso la cosa. Non era critico sull’argomento, ma avanzava valide analisi e riflessioni su alcune cose. Mi sosteneva e mi lasciava fare - anche se era dura, perché comunque ero ancora staff e avevo pochissimo tempo libero. Non so come potesse sopportarmi. Comunque io non cercai di convincerlo ad entrare. Ero pronta a lasciare lo staff e abbastanza sollevata per il suo scarso interesse per Scientology - un’altra via di fuga!

Così trascorsero alcuni mesi e iniziammo a pensare di andare a vivere assieme. Volevo presentarlo alla mia famiglia, viviamo in località diverse e volevo riunire tutti dai miei. Feci un tentativo svogliato di trovare un sostituto e scrivere un CSW, che venne respinto. Mi assentai comunque - feci blow. Quando tornai in città non mi feci più vedere. Semplicemente, rimasi nascosta. Non rispondevo alla porta, e nemmeno al telefono se il numero risultava dell’org o sconosciuto. Non rispondevo al telefono nemmeno sul lavoro. Ricevetti moltissime telefonate e anche due visite, ma non mi feci trovare. Evitato addirittura di transitare nei pressi dell’org. Sapevo che se avessi parlato con qualcuno di loro, o se li avessi incontrati, ci sarei ricaduta - mi avrebbero fatta sentire terribilmente in colpa, mi sarei introvertita e sarei tornata. E non volevo che accadesse. Non che rimanessi tappata in casa. Con il mio ragazzo andavamo fuori a cena, al cinema, e tutte quelle cose che quando ero staff non potevo permettermi. Fu meraviglioso!

Dopo un paio di mesi abbassai un po’ la guardia ed iniziai a rispondere alle telefonate in ufficio. Avevano smesso di chiamare con tanta insistenza, ma quando lasci lo staff sai che non desisteranno tanto facilmente. Alla fine il mio vecchio auditor mi trovò e mi convinse ad incontrarlo. Andai all’org e incontrai il FR, che era un membro SO. Mi mostrò una nuova emissione appena uscita (un’altra?!) dell’HCOPL sulla stesura di O/W. Ero sugli end-ruds dei miei O/W (la policy diceva che dopo aver completato la stesura di O/W un auditor doveva farti delle domande chiave del tipo «hai lasciato fuori qualcosa?», «hai fornito mezze verità?» e se il tuo ago non era libero allora dovevi tornare su O/W, o su altre domande end-ruds all’e-meter) e questa nuova policy (che si diceva essere basata su ulteriori note di LRH… sì, la stessa storia) eliminava i ruds finali - dovevi solo fare una verifica al meter, ma niente domande. Così la feci e il mio ago risultò libero. Parlai con il FR per “maneggiare” la mia sparizione. Accettai di fare un po’ di lavoro di archivio a Central Files (aggiornamento degli indirizzi vecchi!) e accettai di pagare il mio debito freeloader. Avevo da poco rinnovato il contratto, non si trattava di una grossa cifra e ci tenevo a rimanere in “buone condizioni”. Credevo ancora alla tech, ma non ne potevo più di lavorare lì, e non ne potevo più di cicli di regging [vendita].

Feci le ammende, ma tornai vigile, evitando di rispondere al telefono e alla porta. Semplicemente, rientrai nell’ombra. Con l’aiuto del mio ragazzo riuscii a rompere le catene che mi legavano.

Una volta fuori

Nel corso dell’anno e mezzo successivi sposai il mio ragazzo e rimasi incinta. Continuavo ad avere rapporti saltuari con l’org - nel senso che se mi capitava di rispondere alle loro chiamate rimanevo a chiacchierare, e a volte passavo di là. Cercarono di convincermi a comprare il libro Child Dianetics e il corso collegato, ma non lo feci.

Ero ancora molto suscettibile alla pressione che avevano esercitato su di me. Sapevo dell’esistenza di siti Internet su Scientology - quelli a favore erano stati annunciati ad un event, e sapevo che erano una risposta ai siti “entheta”. Quando ero ancora dentro avevo un amico che collaborava alla pubblicazione di siti pro, e cercava di rintracciare gli “squirrel” e gli “SP” che diffondevano entheta. Ma non ne avevo mai visitato alcuno. Ero molto preoccupata all’idea di leggere materiale entheta, in particolare la tech “squirrel”: temevo di rovinare il mio “case” e di ammalarmi, così me ne tenevo alla larga.

Poco prima della nascita del nostro bambino decidemmo di trasferirci. Comunicai il cambio di indirizzo, così potevo continuare a ricevere le riviste, ma non il nuovo numero di telefono, che non compariva sulla guida. Le telefonate cessarono immediatamente.

Dopo il parto fui molto impegnata e per molto tempo non ebbi più notizie. Poi un giorno mi trovavo in un negozio assieme a mio figlio quando incontrai una dei nostri FSM [Field Staff Member - reclutatore sul campo], che era anche OT. Non abbassò mai gli occhi su mio figlio, né si congratulò con me. Sembrava che il suo unico interesse fosse per ciò che stavo facendo, e come mai non ero in org. Poi se ne uscì con un «Ho sentito dire che hai fatto uso di droghe». Non riuscivo a crederci. Per spiegare il fatto che ero “scomparsa” stavano usando quella vecchia storia della “ricaduta nella droga”, risalente ormai a molti anni prima. Le chiesi da chi l’aveva saputo, ma rimase sul vago. Le risposi che quello era il modo di agire degli SP - uso della terza parte (”Terza parte” è la definizione Scientology per pettegolezzo, quando senti dire qualcosa, ma non sai chi l’ha originato). Scrissi all’org un “Rapporto su Cose che non Dovrebbero Accadere” - cercavo ancora di fare le cose alla scientologist. Mi invitarono all’org per parlarne, ma non andai.

Fu poco dopo questo episodio che sentii la curiosità di consultare Internet. Non ricordo quale fu il primo sito, forse feci semplicemente una ricerca “Scientology” e ne scelsi uno “addomesticato”. Se qualcosa sembrava essere qualche dato OT ne rimanevo alla larga - temevo ancora per la mia salute!

Ma accidenti! Trovai un sacco di informazioni! Lessi di David Mayo, di Dennis Erlich e di Jesse Prince - erano nomi che ricordavo dal periodo in Scientology. “Sapevo” che si trattava di squirrel, SP o peggio, ma quando lessi le loro storie e ciò che avevano vissuto e sperimentato mi scattò dentro qualcosa, quelle cose mi “erano reali”. Andai sui siti Freezone e lessi il progetto di riforma di The Pilot (nota 7), e dello “squirreling” fatto dal RTC [Religious Technology Center di David Miscavige]: quelle cose mi erano DAVVERO reali, mi ero sentita veramente a disagio con le “nuove” emissioni che uscirono dopo i “nuovi” volumi OEC. Ma ciò che trovai più interessante furono i racconti personali di chi era stato in Scientology, e le loro esperienze durante e dopo l’affiliazione.

Alla fine approdai su a.r.s. [alt.religion.scientology]. In quel periodo a.r.s. era pieno di sporgeries -pagine e pagine di thread lunghissimi di cose assolutamente prive di senso (nota 8). Cercavo in mezzo a quella spazzatura qualche racconto personale o informazioni interessanti (all’epoca non sapevo usare i filtri, e a volte c’era un buon articolo in un thread pieno di spam, o qualcuno che spammava dall’indirizzo contraffatto di un “buon critico”).

Trovai i rapporti dei picchetti, e la pagina di Kristi con i vari resoconti - riconobbi quelle persone? No, la mia org ebbe soltanto due picchetti e i critici venivano sempre e solo “maneggiati” dal DSA. Lessi gli articoli di RVY [Robert Voughn Young] e il sito di Arnie [Arnaldo Lerma] e alcuni degli affidavit di Gerry [Gerald Armstrong]. Non riuscivo a capacitarmi! Ma alla fine, quelle cose mi erano troppo reali. Lessi di Lisa McPherson - ero in Scientology quando quelle cose avvenivano, e non ne avevo mai sentito parlare! Lessi degli altri casi di morte, e del RPF. Finalmente scoprii anche dove si trovava Gold (pensavo fosse un segreto!). Scoprii che in realtà Scientology aveva perso la causa contro Time (nota 2), giurerei che ci avevano detto che con l’accordo “avevamo vinto”. Lessi Operation Clambake (nota 9) da cima a fondo, e alla fine lessi pure i dati di OT3 (no, non mi ammalai… ;-) )Non potevo credere che il “Muro del Fuoco” che avevo così ardentemente desiderato attraversare quando ero scientologist fosse quella roba!

L’aspetto migliore di tutto questo fu che alla fine mi sentii “immune” da Scientology. Alla fine mi resi conto che se un reg mi avesse telefonato, o se avessi visto qualcuno dei miei vecchi amici non mi sarei più sentita intimidita, o come se “dovessi loro” qualcosa. E per me fu un grande senso di sollievo.

Da anni “lurko” a.r.s. Non ho mai sentito il desiderio di partecipare attivamente - non ho bisogno dei fastidi della CoS, anche se a volte intervengo per dire qualcosa. Perché allora mi sono decisa a postare la mia storia proprio ora? Beh, ci stavo pensando da diverso tempo ma non mi sembrava mai il momento giusto :-). Adesso però mi sembra che su a.r.s. ci siano troppo litigi. Sono sopravvissuta allo spam, ai post antipsichiatria, a Koos (davvero è tornato?!), alla spazzatura, a Dorian e a molto altro. So che finirà. Mi piace leggere le opinioni degli altri, ma non mi piacciono i flames. Visto che non posto mai, forse non dovrei lamentarmi troppo. Ma ciò che mi ha tenuta qui in tutti questi anni sono stati i racconti personali, così ho voluto dare il mio contributo.

Ho notato che negli ultimi giorni i litigi si sono un po’ calmati. Immagino ricominceranno presto, su qualcosa di nuovo o di vecchio. Ma spero che qualche altro lurker lì fuori metterà la sua monetina nel cesto, e inizierà qualcosa di buono.

Grazie a tutti voi per il sostegno e l’aiuto che mi avete dato in questi anni - anche se non lo sapevate.

Fatemi sapere se avete domande - per e-mail o qui su a.r.s.. Non darò troppi dettagli personali, ma cercherò comunque di fare del mio meglio. Probabilmente tornerò nella mia dimensione di lurker, ma ora che mi sono decisa a tirar fuori la testa e mi sono divertita, forse posterò di nuovo, di tanto in tanto.

Ringrazio anche tutti coloro i quali mi hanno scritto in privato per ringraziarmi. Mi rende molto felice l’idea di avervi aiutato, sia i partecipanti attivi che i lurkers.

ExScnmem

Note di Alessia Guidi

1. Overt e Withhold: in linguaggio scientologico gli “overt” sono “azioni contro sopravvivenza” (più o meno equivalenti al “peccato” cattolico) e i “withhold” sono overt non rivelati.

2. Si veda Scientology, la Florida setta dell’avidità e del potere.

3. 2D = seconda dinamica: in Scientology le “dinamiche” sono le spinte alla sopravvivenza, e se ne contano otto. La seconda è quella che interessa la famiglia e la procreazione (sesso). Nel gergo scientologico parlare di 2D significa parlare sia del/la proprio/a partner, che del menage stesso.

4. Overrun: nei procedimenti di Scientology, quando si oltrepassa il punto di release (sollievo) e si continua il procedimento. Andare overrun causa turbamento.

5. PTS/SP rundown: programma che tratta le “fonti di soppresione” secondo L. Ron Hubbard. Con “SP” si intende “Persona Soppressiva”, e con “PTS”, “Sorgente Potenziale di Guai”, cioè chi si trova nella sfera di influenza del SP.

6. WISE = World Institute of Scientology Enterprises: per approfondimenti si veda Gruppi di Facciata, “Mondo del lavoro e W. I. S. E.”.

7. Per approfondimenti si veda: Proposte di Riforma.

8. Sporgeries: tra il 1999 e il 2000 il newsgroup alt.religion.scientology fu letteralmente inondato da messaggi spam, nell’ordine delle decine di migliaia, rendendo il forum praticamente inagibile per diversi mesi. A differenza dei flood di messaggi antipsichiatrici o pro-Scientology degli anni precedenti - parimenti intesi a mandare in tilt il gruppo - questa volta la strategia apparve immediatamente diversa. Il contenuto dei messaggi sembrava preso a caso da brani di letteratura, spesso in lingue incomprensibili, e i mittenti non erano indirizzi di fantasia come in precedenza, ma falsificazioni (forgeries) di indirizzi di frequentatori abituali. Questa nuova strategia non solo rendeva inagibile il forum, ma rendeva praticamente impossibile, anche su Google, la ricerca di interventi dei VERI critici, oltre che rendere inutilizzabili gli strumenti usati in precedenza per filtrare lo spam.

Il termine “sporgery” fu creato da Tilman Hausherr, critico tedesco, da “spam” + “forgery”.

I sospetti sui colpevoli di questa azione intesa a limitare la libertà di espressione e la libera circolazione di informazioni caddero ovviamente sugli operativi di OSA, l’Office of Special Affairs di Scientology. Il gruppo non rivendicò mai l’operazione, né fu mai possibile provare l’implicazione diretta. Tuttavia, la testimonianza resa da Tory Bezazian, che in quel periodo era una volontaria di OSA, è illuminante: Il progetto segreto per “spammare” Usenet.

9. Operation Clambake: www.xenu.net

Indietro

Ultimi interventi

Vedi tutti