Questo sito contribuisce alla audience di

26 Dicembre: festa della Santa Famiglia (seconda parte)

L'Angelo ci chiama ad accogliere Gesù: il Vangelo è il nostro Angelo, il nostro messaggio di salvezza e di amore.

L’Angelo dice a Giuseppe di prendere Gesù e Maria e di portarli in salvo, ed egli come sempre, ubbidisce, si fa umile alla richiesta di Dio. Ma l’Angelo dice anche a noi: «Prendi con te il bambino e sua madre!». !». Sì! Dobbiamo prendere con noi il bambino, accoglierlo nel nostro cuore, nella nostra vita, nei nostri pensieri. Natale è prendere con sé il bambino.

Perchè chi prende con sé Gesù impara ad amare; al contrario, chi prende con sé solo sé stesso, resta chiuso nel suo egocentrismo e si incattivisce. Giuseppe e Maria sono stati obbedienti alla parola dell’Angelo ossia alla Parola di Dio, sono stati genitori esemplari perchè hanno voluto Gesù, lo hanno seguito e protetto. Così come hanno fatto loro dobbiamo fare anche noi. Quali genitori dobbiamo cercare di essere padri e madri secondo il Vangelo.

E i figli, allo stesso tempo devono guardare a Gesù, guardare al suo amore per Maria e Giuseppe. Gesù è il centro della famiglia è il maestro dell’amore. Senza di lui la famiglia di Nazareth non sarebbe nemmeno nata. Senza di lui nessuna famiglia può sopravvivere. Perchè Gesù è amore, è quell’amore indissolubile, quella capacità di amare senza condizioni, quella fedeltà e rispetto che legano due o più persone che fanno parte dello stesso nucleo familiare.

- Prendiamo Gesù con noi e saremo salvi. Prendiamo Gesù con noi e sapremo vivere assieme, in famiglia e con gli altri.

Indietro

Ultimi interventi

Vedi tutti