Questo sito contribuisce alla audience di

Elisabetta Brusa

Elisabetta Brusa rappresenta una delle più interessanti compositrici italiane in attività e gode anche di una discreta fama internazionale.

Elisabetta Brusa è nata a Milano nel 1954 e fin da bambina ha coltivato la passione per la musica.
Ad appena 5 anni ha cominciato a comporre e, prima di intraprendere regolari studi, aveva già scritto 30 pezzi per pianoforte ed un quintetto per archi.
Iscrittasi al Conservatorio di Milano, ha studiato inizialmente con Bruno Bettinelli e si è diplomata in composizione nel 1980, sotto la guida di Azio Corghi.
Nel 1982 ha vinto, con la composizione intitolata Belsize, il primo premio al Concorso Internazionale di Musica Contemporanea per Quartetto d’archi di Washington.
Ha completato la sua formazione frequentando, dal 1976 al 1981, i corsi estivi tenuti da sir Peter Maxwell Davies a Dartington e decisivo è stato il suo incontro con Hans Keller, con il quale si è perfezionata a Londra dal 1978 al 1985.
Numerose le borse di studio vinte dopo il diploma, fra le quali spiccano quelle offerte dalla Fromm Foundation e la Fulbright, che le hanno permesso di seguire alcuni corsi al Tanglewood Music Center nel Massachussetts.
Ricordiamo ancora la prestigiosa borsa della MacDowell Colony, grazie alla quale è stata ospite, per tre estati di seguito (1988-90), della vasta tenuta acquistata dal compositore statunitense Edward MacDowell per accogliere artisti di talento provenienti da ogni parte del mondo.
Per quanto riguarda la sua produzione, la compositrice appare orientata principalmente verso brani orchestrali, incisi qualche anno fa dalla Naxos, molti dei quali frutto di commissioni ricevute da importanti organismi internazionali.
Attualmente la Brusa è titolare al Conservatorio di Milano della cattedra di Armonia e Contrappunto del corso biennale di Orchestrazione Tradizionale per il Triennio Superiore di Composizione.
(biografia tratta da una recensione pubblicata su Sedicinoni)