Questo sito contribuisce alla audience di

Caramiello esegue Sgambati

Quarto volume rivolto all'integrale della musica per pianoforte di Sgambati

Dopo alcuni anni e numerose vicissitudini, ha visto finalmente la luce il quarto volume, rivolto all’integrale delle composizioni per pianoforte di Giovanni Sgambati (1841-1914), curato da Francesco Caramiello.
La raccolta, portata avanti in precedenza con un altra casa discografica, si era interrotta all’indomani dell’uscita del terzo volume ed è questo il motivo per il quale il nuovo disco è contraddistinto dal numero quattro, pur essendo il primo inciso per la Tactus dal pianista napoletano.
Preparato con la consueta professionalità, il disco contiene molti spunti di sicuro interesse, a cominciare da alcune partiture inedite, recuperate dall’Archivio Sgambati, dove erano conservate, qui proposte in prima esecuzione mondiale.
Alcune di esse, incompiute, sono state suonate così come furono lasciate sulla carta, per cui, in determinati casi, assistiamo ad un improvviso e suggestivo stacco dell’esecuzione.
L’interpretazione complessiva è di quelle che difficilmente si dimenticano, grazie ad un tocco morbido, armonioso ed avvolgente, che sfrutta appieno le sonorità del Fazioli F 278, pianoforte utilizzato nella registrazione, ricreando lo stile di Sgambati.
Inoltre, senza aver paura di esagerare, si può dire che nel disco sembra aleggiare lo spirito del compositore in persona.

(recensione pubblicata sul sito della Tactus)