Questo sito contribuisce alla audience di

Jehan Alain: Brani per organo

Doppio cd della Erato dedicato all'autore francese prematuramente scomparso nel 1940

Impossibile immaginare quale strada avrebbe preso la musica di Jehan Alain (1911-1940), se non fosse caduto sul fronte francese durante l’ultimo conflitto mondiale.
Di sicuro i brani composti fino ad allora indicavano in lui un artista dalle grandi potenzialità, irrequieto, geniale ed innovativo.
Allievo di Dupré e Dukas, Alain è oggi apprezzato in particolare per le numerose composizioni per organo e deve la sua notorietà postuma soprattutto alla sorella Marie-Claire, grande virtuosa dello strumento.
A tal proposito va segnalato un doppio cd della Erato dove Marie-Claire Alain interpreta i brani più significativi del fratello.
Ascoltando i due dischi ci si rende conto di quanto fosse moderna, e in forte anticipo rispetto al suo tempo, la concezione musicale del compositore francese.
Un esempio significativo è rappresentato da Litanies, primo brano della raccolta, che risale al 1937 ma contiene ritmi che sembrano appartenere agli anni ‘70.
Altra caratteristica della figura di Alain, che si riflette sullo stile compositivo, è rappresentata da un profondo senso religioso.
In questo dimostra forti affinità con Olivier Messiaen, vero e proprio gigante della musica transalpina, ed il fatto che i due fossero quasi coetanei ed avessero studiato con gli stessi maestri non è un caso.